Marilyn Mosby ha 35 anni e poca esperienza. Disordini in numerose città

La città di Baltimora dopo i giorni degli scontri e delle manifestazioni attende risposte sulla morte di Freddie Gray, il venticinquenne di colore morto in seguito alle ferite alla spina dorsale riportate mentre era in custodia di agenti in divisa. Il Dipartimento di polizia cittadino ha consegnato ieri l'inchiesta interna sui fatti del 12 aprile. Il dossier è finito sulla scrivania della giovane Marilyn Mosby, il procuratore distrettuale - figura simile al nostro pubblico ministero - cui spetta ora il compito di decidere se perseguire penalmente i sei ufficiali di polizia coinvolti nella morte di Gray. Il suo verdetto potrebbe influenzare gli eventi in una città in cui dopo gli scontri di lunedì sera vige il coprifuoco dalle 22 alle cinque del mattino e in cui ancora mercoledì centinaia di persone sono state arrestate in seguito a una manifestazione. Nelle ore scorse da Denver a New York si sono riempite in protesta le strade di moltissime città americane.

A 35 anni e con la faccia da bambina Marilyn Mosby è il procuratore distrettuale più giovane in carica in una importante città americana. Si trova catapultata nel mezzo di un evento di proporzioni nazionali, di una questione che dopo le morti di altri giovani neri nei mesi scorsi a Ferguson (Missouri), Staten Island (New York) e in Carolina del Sud è ormai al centro di un acceso dibattito nazionale sul confronto tra la polizia e la comunità afro-americana. E il giovane procuratore su cui ora si canalizza l'attenzione di un'intera città e di un'intera nazione è una donna di colore e allo stesso tempo figlia e nipote di ufficiali della polizia.

Originaria di Boston, Mosby è la prima donna della sua famiglia a essersi laureata. In città, assieme al marito che è un consigliere comunale proprio dell'area di West Baltimore dove sono avvenuti gli scontri, è considerata una stella in ascesa della politica locale, ha scritto il Wall Street Journal . Il Baltimore Sun l'aveva inserita tra le 50 donne da seguire nel 2013-2014. Ha deciso di studiare legge dopo aver assistito all'uccisione di un cugino diciassettenne, rimasto coinvolto in una sparatoria durante una rapina.

A sollevare i dubbi di alcuni in città la sua poca esperienza in una carica pubblica - prima era avvocato in una società di assicurazioni. Per molti giornali, le pressioni di gran parte della popolazione che spinge per un processo a carico degli ufficiali coinvolti nella morte di Gray rischiano di influenzare il procuratore, che in passato però, forse a causa della sua storia familiare, ha spesso difeso il lavoro della polizia locale in una città in cui gli agenti sono stati più volte accusati di abusi. E c'è chi ricorda come l'anno scorso quando il suo predecessore decise di non perseguire penalmente gli agenti coinvolti in una zuffa con un uomo successivamente deceduto (per aritmia cardiaca secondo l'autopsia) Mosby abbia detto che al suo posto sarebbe stata più trasparente nel spiegare le ragioni di tale decisione.

La polizia ieri non ha rivelato dettagli sull'inchiesta appena conclusa e Baltimora dovrà comunque aspettare che anche la giovane porti a termine le sue investigazioni prima di decidere sul caso e rispondere alla domanda del sito Daily Beast su di lei: «Può questo procuratore salvare Baltimora?».