Marito e moglie uniti fino alla fine: lei muore accanto alla salma di lui

Vincenzo defunto da poche ore, Peppa uccisa da un malore

Vincenzo e Giuseppina sono un altro capitolo di quel tenero libro scritto dall'impossibilità di stare da soli. Sono morti a ventiquattr'ore di distanza, prima lui, Vincenzo, di anni 83. Poi il giorno dopo lei, Giuseppina, 75 anni, uccisa da un malore nella camera mortuaria nell'ospedale, accanto alla salma dell'amato marito.

La storia arriva da Laconi, in provincia di Oristano, nell'entroterra della Sardegna più scabra, fatto di laghi e nuraghi. Vincenzo Mameli e Giuseppina Corongiu vivevano in vico Alagon, nel rione Pauli. Lui un carabiniere in pensione, lei una massaia chiamata da tutti e in tutti i luoghi della Sardegna in cui avevano vissuto inseguendo le necessità di lavoro del marito, tzia Peppa. Vincenzo da qualche tempo era ricoverato nell'ospedale di Isili per problemi legati alla sua età. È morto martedì. Sua moglie si è accasciata a terra all'improvviso, poche ore dopo. Uniti nella morte come nella vita, una banalità che però ha il sapore della cronaca. Laconi ieri pomeriggio ha dato l'ultimo saluto ai due coniugi. «Nel dolore la bella testimonianza di un grande amore», le parole di don Fabrizio Cannella, parroco del paese.

Sono molti i casi simili avvenuto negli ultimi tempi in Italia e nel mondo. Da noi nello scorso aprile Nerina Lanzoni, 95 anni, e Alfonso Merzi, 99 anni, sono morti a poche ore di distanza all'ospedale di Guastalla, nella provincia di Reggio Emilia. I due erano noti per essere stati, da giovani, partigiani. A febbraio a Magenta, in provincia di Milano, sono morti a poche ore di distanza Bruna e Renato, sepolti insieme nella basilica di San Martino. Primo ad andarsene lui, a 86 anni, poche ore dopo lei, 87.frontare prima o poi. «A volte il dispiacere per la perdita del coniuge è così grande che è impossibile sopravvivere da soli», disse in quell'occasione il parroco don Giuseppe Marinoni. In Gran Bretagna nel gennaio 2017 commosse tutti la vicenda di John e Paggy Allcroft, conosciutisi in un circolo nel 1951 dell'Hertfordshire e morti nello stesso gionro - prima lui e poi lei di crepacuore, dopo 65 anni trascorsi insieme. Sposatisi nella chiesa di St. Etheldreda ad Hatfield nel 1954 in quella stessa chiesa l'11 gennaio 2017 sono rientrati per i loro funerali prima di essere sepolti insieme.