Mattarella: "Camilleri lascia un vuoto nella cultura italiana". Il ricordo dei politici

"Camilleri - scrive il Presidente della Repubblica Mattarella - è stato un grande e moderno narratore, dotato di una scrittura coinvolgente e originale. Ha avvicinato al mondo dei libri un grande numero di persone"

Anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, si unisce al cordoglio per la morte dello scrittore Andrea camilleri. "Gentile Signora - scrive in una lettera alla vedova - ho appreso con dolore la triste notizia della morte di suo marito. Andrea Camilleri lascia un vuoto nella cultura italiana, e nei tanti che si sono appassionati nella lettura dei suoi racconti e sono stati attratti dai personaggi modellati dalla sua creatività. Camilleri - ricorda il Capo dello Stato - è stato un grande e moderno narratore, dotato di una scrittura coinvolgente e originale. Le traduzioni teatrali e televisive delle sue opere hanno conferito ulteriori dimensioni al suo patrimonio letterario, avvicinando, inoltre, al mondo dei libri un grande numero di persone. Esprimo a lei e ai suoi figli il mio cordoglio e la mia solidarietà e vicinanza".

Elisabetta Casellati, presidente del Senato, ha commemorato in aula lo scrittore scomparso: "Camilleri ha voluto fino all'ultimo regalarci opere indimenticabili che rappresentano un'eccellenza assoluta della letteratura contemporanea. Nella sua vita è stato tante cose: scrittore, autore televisivo, sceneggiatore, insegnante, divulgatore e sempre i tratti dell'unicità, della fantasia e dell'originalità ne hanno caratterizzato le opere. Ha fatto conoscere al mondo la Sicilia, i profumi, i sapori e le atmosfere uniche di Vigata e del commissario Montalbano, rappresentano un vero e proprio filone culturale che ha avuto negli anni un ineguagliabile successo, in libreria e televisione. Le sue prese di posizione anche nel dibattito pubblico hanno sempre avuto e messo in primo piano l'amore per l'Italia e il suo territorio, a partire dalla difesa dell'ambiente e del patrimonio storico e culturale. La sua impronta costituirà un ulteriore tassello della cultura italiana".

"Andrea Camilleri non è stato solo uno scrittore - osserva il presidente della Camera Roberto Fico - è stato molto di più. È stato capace di raccontare una Sicilia complessa, multiforme, autentica. E lo ha fatto con un registro narrativo unico e regalandoci un personaggio come il commissario Montalbano amato dal grande pubblico e conosciuto anche all'estero, un esempio di umanità, acume, coraggio e generosità al servizio della comunità. La vita di Camilleri è stata un percorso denso di passione per la cultura e di impegno civico. Una voce libera, un intellettuale di enorme spessore che ci mancherà".

"Si rende omaggio a un grande artista- dichiara il ministro dell'Interno Matteo Salvini -. Io adoro il commissario Montalbano, quei panorami e quei personaggi. So che politicamente me ne ha dette dietro di tutti i colori però l'Italia ha perso qualcosa sicuramente". Quando gli chedono se fosse un grande italiano il capo della Lega risponde: "Sì, certo, l'ho detto fin dalle prime ore questa mattina perché la polemica politica di fronte alla morte si ferma e arriva il riconoscimento e il ringraziamento per quello che ha fatto".

"Scompare una voce unica e meravigliosa - scrive su Twitter Nicola Zingaretti, segretario del Pd e presidente della Regione Lazio -. Andrea Camilleri ha suscitato un sentimento di vicinanza in una moltitudine di persone. Abbiamo perso molto più di un grande scrittore. Resterà la bellezza dei suoi racconti e del suo raccontare i risvolti della vita. Grazie Maestro".

"Un grande uomo di cultura - scrive su Twitter l'ex premier Matteo Renzi - che ha educato alla lettura donne e uomini di tutto il mondo. Un grande italiano. Rip Camilleri".

"Non aveva simpatia per Forza Italia, né per Silvio Berlusconi", ha detto in aula il senatore di Forza Italia, Andrea Cangini. "E tuttavia noi gli rendiamo omaggio prendendo ad esempio il suo modello e la sua qualità letteraria che ci insegnano una cosa: non c'è limite per scoprire e valorizzare una parte di sé. Camilleri è infatti diventato noto in tutto il mondo all'età di 67 anni. E' morto Andrea Camilleri, lunga vita al commissario Montalbano".

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 17/07/2019 - 18:38

Della cultura, Camilleri era un Hitchook italiano, ma non uno Shakespeare. Comunque RIP.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Gio, 18/07/2019 - 02:12

Ma signor Presidente esce solo nei commiati? Guardi che abbiamo bisogno di lei per guidare questo Paese allo sbaraglio... Faccia qualcosa per la magistratura corrotta,soprattutto per gli orrori di Bibbiano e per i togati inquisiti nel CSM, visto che lei preside l'istituto ... Grazie per la gentile risposta.