Mattarella salva Renzi. Il Quirinale seppellisce le mine banche e riforme

​Il Quirinale seppellisce le mine banche e riforme

No, non buca il video, e questo già si sapeva. Non parla di politica estera, «perché ho già incontrato gli ambasciatori». Non tocca nemmeno la politica interna: su banche, riforme e altri argomenti di attualità quello che pensa Sergio Mattarella l'ha detto il 21 durante lo scambio di auguri con la alte cariche istituzionali. E non disturba il manovratore. Anzi, dice, «l'occupazione è tornata a crescere». Quanto alla crisi, «la condizione economica dell'Italia va migliorando, questo va sottolineato, e anche le prospettive per il 2016 appaiono favorevoli». Certo, c'è pure qualche problema: «Il lavoro manca ancora a troppi dei nostri giovani», i ragazzi di «alcune regioni hanno maggiori opportunità» e l'evasione fiscale «ci costa 122 miliardi, sette punti e mezzo di Pil». Però Matteo Renzi può stare sereno, infatti apprezza il discorso presidenziale. «Un messaggio bello, che è arrivato al cuore degli italiani, pieno in ogni sua parte di amore per il nostro Paese». Diciotto minuti, dieci milioni di spettatori, più o meno come l'ultimo Napolitano. Stavolta niente scrivania nella stanza dei bottoni ma un'ambientazione informale, con il capo dello Stato seduto in poltrona, inquadrato di tre quarti accanto una stella di Natale un po' squallida, da condominio, e un presepe napoletano sulla sfondo. Il tono è pacato, uniforme, rassicurante. Il presidente vuole entrare in punta di piedi nelle case degli italiani e, sembra, pure in quella del governo.L'economia, come è ovvio, è in cima alle preoccupazioni. I segnali positivi, spiega Mattarella, fanno sperare, però «l'uscita dalla recessione e la ripresa non pongono ancora termine alle difficoltà quotidiane di tante persone e di tante famiglie».

Non ci sono solo i giovani disoccupati, ma anche «quarantenni e cinquantenni che hanno perso il lavoro» per non parlare delle donne. E il Sud: l'Italia è ancora a due velocità.Poi l'immigrazione, l'altro tema forte. «In questo periodo masse ingenti di persone si spostano, anche da un continente all'altro, per sfuggire alle guerre o alla fame o, più semplicemente, alla ricerca di un futuro migliore». Il nostro è un Paese accogliente, non ci sono pregiudizi, «il 70 per cento dei bambini stranieri in Italia, lo dice l'Istat, ha come migliore amico un coetaneo italiano». Però, aggiunge facendo felice Renzi, l'Europa dovrebbe darci una mano, «governare i flussi con maggiore efficacia». Comunque ogni tanto serve la fermezza: «Gli immigrati che commettono reati devono essere fermati e puniti, come del resto avviene per gli italiani che delinquono. Quelli che sono pericolosi vanno espulsi». Di più. «Le comunità straniere in Italia sono chiamate a collaborare con le istituzioni contro i predicatori di odio e contro quelli che praticano violenza».Un accenno alla corruzione, all'«illegalità di chi corrompe e di chi si fa corrompere, di chi ruba, di chi inquina, di chi sfrutta, di chi in nome del profitto calpesta i diritti più elementari, come accade purtroppo spesso dove si trascura la sicurezza e la salute dei lavoratori». Per fortuna adesso in parecchi reagiscono: «La quasi totalità dei nostri concittadini crede nell'onestà. Pretende da chi governa, ad ogni livello, e chiede trasparenza e sobrietà». Un passaggio sullo smog. «Si può chiedere di limitare l'uso delle auto private, ma il trasporto pubblico deve essere efficiente». L'Italia è sempre stupenda. «Non solo genio e creatività», peccato lo scarso senso civico. In conclusione, «dobbiamo aver cura della Repubblica».

Annunci
Commenti
Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Sab, 02/01/2016 - 08:57

Ancora qualche mese e poi inizieranno i commenti del tipo: "Mattarella è il peggior Presidente della Repubblica".

Frusta1

Sab, 02/01/2016 - 09:06

Come ogni anno NON ho ascoltato,né guardato il messaggio di fine anno . Guardai quello di Sandro Pertini e poi il nulla. Nulla come il peso di questo nuovo presidente scelto per meri giochi politici e nulla più. Che renzie abbia apprezzato il discorso non mi stupisce: si fanno spalla a vicenda per sortire il nulla. Insomma il NULLA e'la sintesi dell'attuale politica italiana.

elio2

Sab, 02/01/2016 - 09:22

Perfettamente logico, salvare chi gli ha dato agi, prestigio e una comodissima poltrona, la riconoscenza tra fratelli di ideologia, è d'obbligo, mentre i poveri Italiani che non coniugano il pranzo con la cena, si diano da fare, che di clandestini da mantenere in panciolle, spesati di tutto, sono sempre di più, altrimenti si arrabbiano.

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 02/01/2016 - 10:16

NON HO MAI ASCOLTATO UN MESSAGGIO, TROVO INUTILE LA FIGURA DI PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA IN UNA DEMOCRAZIA PARLAMENTARE. POI SE PENSO A GENTE COME SCALFARO E NAPOLITANO...

beowulfagate

Sab, 02/01/2016 - 10:19

Dopo il recente caso di Locri,mi aspettavo qualche parola contro la malavita organizzata,da parte di un Presidente a cui la mafia ha ucciso il fratello.Riguardo la bontà dell'uomo,ne aspetto la riprova con un futuro ed eventuale governo di cdx.Potrebbero esserci sorprese.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 02/01/2016 - 10:21

Il Mattarella fa finta di non sapere che la "inaccettabile" evasione fiscale, del 7% sul PIL, è assolutamente fisiologica, vista l'immigrazione clandestina che consuma, esporta denaro, e non paga ne tasse. Infatti i due "sovietici" hanno l'alibi per aumentare la pressione fiscale. Come il gatto e la volpe... dove il Pinocchio della situazione è l'elettore minchionato.

mezzalunapiena

Sab, 02/01/2016 - 10:29

Grillo l'ha definito ologramma giustamente in effetti a ripetuto gli stessi argomenti e una volta di più ha elencato i problemi che gli italiani vivono sulla propria pelle certamente non i politici.

moshe

Sab, 02/01/2016 - 10:43

cane non mangia cane

Atlantico

Sab, 02/01/2016 - 10:43

Finalmente abbiamo scoperto chi evade in Italia: gli immigrati, mentre noi italiani paghiamo tutte le tasse sino all'ultimo centesimo ! Grazie all'acuto Gianfranco Robe ... che è davvero ad un passo dal genio.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 02/01/2016 - 10:48

#CIOMPI Requisito essenziale, per meritarsi i commenti da te ipotizzati nel futuro prossimo, è il possesso di una qualsivoglia personalità. Ed il problema , evidentemente, non si pone per un olo gramma...anche se mi spiace immensamente dover concordare con quello scalmanato inconcludente di Grillo.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 02/01/2016 - 11:17

Non so. Non lo ho ascoltato, come faccio da prima dell'ultimo. Forse l'ultimo che ho ascoltato è stato Cossiga, che - almeno in chiusura - era divertente. Comunque è stato scelto da Renzi e ciò non è un buon segnale.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 02/01/2016 - 11:24

Non so. Non lo ho ascoltato, come faccio già da prima dell'ultimo. Forse l'ultimo che ho ascoltato è stato Cossiga, che - almeno in chiusura - era divertente. Comunque per la foto è stato scelto da Renzi e ciò è uno strano segnale. Non buono.

Ritratto di padreSnaturato.

padreSnaturato.

Sab, 02/01/2016 - 11:33

do ut des

amedeov

Sab, 02/01/2016 - 12:43

Con quale autorità Mattarella parla agli italiani?Come giudice costituzionale ha bocciato il parlamento eletto con il porcellum definendolo ILLEGITTIMO.Mattarella,come presidente, è stato eletto da un parlamento illegittimo. Pertanto sia il parlamento che il presidente della repubblica(delle BANANE)sono istituzioni illegittime.Possibile che non vi è nessuno che cacci queste persone?

filder

Sab, 02/01/2016 - 12:46

CANE NON MORDE CANE E TUTTI DUE SI LECCANO LE PELLICCE A VICENDA, SAREBBE DA IMBECILLI A NON CAPIRE CHE SON O FATTI L'UNO PER L'ALTRO E SONO LEGNO DALLO STESSO ALBERO (marcio).