Matteo sfonda a sinistra. La sua linea conquista metà degli elettori dem

Con il leader leghista il 72% degli italiani, il 79% dei grillini e il 46% di chi ha scelto Pd

Non c'è solo la luna di miele, confermata dai sondaggi, tra il nuovo governo giallo verde e gli italiani. C'è anche l'inaspettato feeling tra la cosiddetta linea dura di Salvini sull'immigrazione e il popolo del Pd. Infatti, se il 72% dei cittadini si dichiara favorevole al nuovo corso impresso dal ministro dell'Interno su Europa e migranti, anche tra gli elettori democratici uno su due, rivela un sondaggio Ixé per l'Huffington Post, è con il titolare del Viminale.

Mentre da un lato con la chiusura dei porti alle ong, a parole e con i fatti, Salvini ha innescato lo scontro con Francia e Spagna, dall'altro ha raccolto consensi interni su un asse trasversale che va dal Movimento cinque stelle, suo alleato di governo, alla sinistra. D'altronde il sorpasso della Lega sui pentastellati, finora bacino di raccolta dei voti emigrati da sinistra, nelle intenzioni di voto degli italiani è la testimonianza del vento che soffia in poppa al leader del Carroccio. Il ministro, al di là dei toni e delle polemiche a colpi di tweet, si è mosso su una linea di continuità con il suo predecessore, Marco Minniti, che con il suo pugno di ferro sui migranti, arrivato fino al punto di minacciare la chiusura dei porti nella fase di più acuta emergenza, era già stato bersaglio di attacchi dal suo stesso partito. Eppure lo stesso esponente Pd, che grazie ai risultati godeva di una fiducia granitica da parte degli elettori, era sembrato in grado di capace di pescare consensi anche a destra. Insomma, più che le battaglie di bandiera, agli occhi del popolo sembra premiare il pragmatismo di chi guida il ministero chiamato a gestire l'infinita emergenza sbarchi. Anche tra la base del M5s, dove pulsano anime di sinistra che soffrono le posizioni radicali di Salvini, la stragrande maggioranza è con lui: ben il 79 per cento si dichiara d'accordo con la sua linea.

D'altronde se Minniti grazie agli accordi con la Libia era riuscito a far crollare del 78 per cento gli arrivi di migranti sulle nostre coste, sulla stessa via intende muoversi Salvini. Che ha confermato la bontà del «poco» lavoro fatto dal predecessore e ha annunciato un imminente viaggio a Tripoli per continuare sulla strada della cooperazione con il Paese nordafricano, fornendo aiuti per favorire lo sviluppo e fermare all'origine il business dei trafficanti. Certo, nei suoi primi giorni da ministro il leader della Lega è già andato oltre, con la promessa di espulsioni massicce di irregolari e alleanze con la Germania e l'Austria per creare hotspot nei Paesi di provenienza. Eppure nemmeno le muscolari dichiarazioni di Salvini sulle organizzazioni non governative che «dovranno cercarsi altri porti non italiani dove dirigersi» hanno dissuaso la base dell'elettorato Pd dal condividere la linea generale dell'esecutivo.

Del resto il partito di Matteo Renzi ha subito una débâcle elettorale, come ammesso dallo stesso Minniti, per colpa della sua incapacità di intercettare la paura degli italiani e di banalizzare il fenomeno migratorio con un'interpretazione «buonista» dell'emergenza. Ora tocca all'altro Matteo, mantenere intatto il patrimonio del consenso.

Commenti

glasnost

Mer, 20/06/2018 - 08:41

Io vivo in Emilia e conosco i miei concittadini. Fino ad ora la maggioranza schiacciante votava a sinistra. Ma mi rendo conto che non tutti rispondono allo stereotipo di Giovannino Guareschi. Qualcuno comincia a ragionare con la sua testa e comincia a rendersi conto che i capibastone del partito lo stanno raggirando con storie che non hanno nulla a che vedere con le sue esigenze di vita.

jaguar

Mer, 20/06/2018 - 09:05

Ecco spiegato il motivo per cui il PD di questi tempi è cosi velenoso.

jenab

Mer, 20/06/2018 - 09:21

diciamo che, da quando il pd si è spostato a destra, ha perso una valanga di voti. l'unica cosa che ha tenuto della sinistra è un buonismo inutile, lontano dalla realtà degli italiani

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 20/06/2018 - 09:21

Qualcuno comincia a capire,che occorre lavorare sulla "affinità" maggioritaria su punti essenziali,piuttosto che su una base "partitica in toto",questa è la strada,per risolvere dei problemi "affini"/"sentiti" dalla maggioranza del Popolo,a prescindere.La strada per VERE riforme,con l'attuale sistema,non passa attraverso l'accordo dei "partiti",ma il consenso o meno dei "singoli parlamentari" su temi specifici,con un ESECUTIVO,strettamente al servizio,di questa volontà!!!!Il prossimo passo:la "Democrazia delle Affinità"!!!

michettone

Mer, 20/06/2018 - 09:27

Non poteva essere che questa la risultanza di cotanto lavoro per gli Italiani e l'Italia! BRAVO SALVINI, anzi, BRAVISSIMO! La Nazione grata si rivolge a te come il solutore di tutti i problemi, quali quelli causati da anni di imbelle governo di quegli stessi comunisti che oggi, si sono rivoltati contro il loro partito. NOI POPOLOITALIANO siamo tutti con te ed i tuoi collaboratori ed auguriamo LUNGA VITA unitamente al Governo che si capisce lontano un miglio, opera esclusivamente per la Giustizia, la Sicurezza ed il Bene degli Italiani e del Paese.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 20/06/2018 - 09:45

Lo scrivo da anni su queste pagine. Conosco diversi comunisti (ora "democratici") che, per ordini di partito, non possono esprimere i propri sentimenti, ma, parlando in privato dichiarano apertamente di odiare gli zingari (una delle espressioni preferite è "io li ammazzerei tutti") e non possono vedere tutti questi clandestini, di qualsiasi colore, bighellonare sulle nostre strade importunando i passanti, o stando seduti sugli scalini di case e monumenti o sulle poche panchine rimaste in viali e parchi, ormai tutte a loro esclusiva disposizione. Ma, naturalmente, al momento del voto, tutti i compagni vanno... o almeno andavano... compatti a votare per "Il Partito".

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 20/06/2018 - 09:48

@jenab Perché, cosa è accaduto invece a quelli che dal pd si sono spostati verso sinistra? Hanno preso una batosta epocale! Non sarà per caso che l'ideologia di sinistra comincia ad aver fatto il suo tempo e non abbia più alcun senso in questo mondo globalizzato... che poi è stato voluto e creato proprio dalle sinistre?

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mer, 20/06/2018 - 10:02

@ Wilegio "Non sarà per caso che l'ideologia di sinistra comincia ad aver fatto il suo tempo e non abbia più alcun senso in questo mondo globalizzato." INFATTI. Credo che chi in Italia sia rimasto ostinatamente ancorato ai vecchi dettami "destra-sinistra" sia rimasto fermo alla fermata del bus quando questi è già transitato ormai da qualche anno. La storia procede e macina velocemente, qui ormai la scelta che uno si ritrova davanti è GLOBALISMO vs SOVRANISMO. Sono anche convinto del fatto che quelli del pd si siano fatti particolarmente intraprendenti e "cattivi" ultimamente, perchè si sentono mancare la terra sotto i piedi, avvertono che l'elettorato italiano non è più dalla loro parte, come lo era fino al 2014, quando ottenne quel famoso 40% di consensi alle elezioni europee. Nuovi tempi (e PROBLEMI) hanno indotto gli elettori italiani in questo loro deciso CAMBIO DI ROTTA.

MOSTARDELLIS

Mer, 20/06/2018 - 10:13

Ecco perché la sinistra odia Salvini e vomita bile e astio tutti i giorni contro di li, gli sta portando via metà degli elettori della sinistra.

dagoleo

Mer, 20/06/2018 - 10:20

Il castello di falsità creato dalle sinistre stà inesorabilmente crollando. Di fronte all'evidenza del mal governo, della distruzione dell'ordine pubblico delle città, dell'incapacità non solo di risolvere i problemi, ma anche solo di capirli. I sinistrati sono sempre gli stessi: spocchiosi, legulei, cavillosi, farisaici. La gente ormai vi conosce e vi stà conoscendo sempre meglio e non vi vota più. Il vostro crollo politico è ormai inevitabile ed irrefrenabile.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 20/06/2018 - 10:27

Fossi Salvini chiamerei Minniti a negoziare con la Libia. E' ora di pescare persone capaci ovunque siano, a dispetto dell'appartenenza ideologica. Perché così si fa in una Nazione.

DRAGONI

Mer, 20/06/2018 - 10:34

E' UNA GRANDE OPERA MERITORIA CONVERTIRE I CATTO COMUNISTI.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mer, 20/06/2018 - 10:42

1/2 Quasi mai le cose sono così lineari e chiare come appaiono. Soprattutto non lo sono quando si tratta di politica e peggio ancora quando si tratta delle mutazioni del vecchio PCI. Mani pulite, fermatasi sulle scale di Botteghe oscure, lo aveva lasciato indenne; il colpo di grazia glielo hanno dato il crollo del muro di Berlino, prima, e la vittoria di Berlusconi su Occhetto. Hanno dovuto cambiare pelle. Il loro simbolo è finito sul tronco de «La Quercia».Poi è sparito del tutto ed è cominciata la serie dei nuovi nomi, fino a PD. La cosa non è piaciuta a molti di loro. Certe correnti interne sono uscite andando ad accrescere l’arcipelago dei cosiddetti estraparlamentari di sinistra, nati dal ’68; altri sono rimasti, ma mugugnando.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mer, 20/06/2018 - 10:44

2/2 5stelle e Salvini hanno dato agli eredi del PCI la possibilità di portare i loro vecchi vizi in due nuove pelli: hanno fatto convergere molti dei loro voti su quei due. Ora il preferito pare Salvini. Se gli elettori non di sinistra, compresi quelli che non vanno a votare, non si danno una regolata, grazie a loro e a Salvini, l’Italia sarà ancora più di prima un feudo rosso.

Lugar

Mer, 20/06/2018 - 11:48

Se la reazione della sinistra è questa, è normale perdere consensi.

antonio54

Mer, 20/06/2018 - 11:53

Anche a sinistra ogni tanto si trova qualche persona intelligente. Comincia ad essere un buon segno... meglio tardi che mai.

apostata

Mer, 20/06/2018 - 12:12

i pd non hanno ancora capito di avere subito il tracollo per la politica di accoglienza senza controllo, senza progetto, senza prospettive

maurizio@rbbox.de

Mer, 20/06/2018 - 12:45

Non capisco dove starebbe il MISTERO, l'ARCANO: UN-POLITICO-UNO che fa gli interesi degli italiani!! Perch´ße non dovrebbe avere oltre il 75% di consenso ? Fa pure i suoi di interessi? Non lo so, ma se pure fosse mi interessa pochissimo. Basta che faccia i miei interessi e bene. Esmepio: se venisse fuori che Salvini ha dovuto prendere "finanziamenti illeciti" per la sua politica... tanto si sa che è questa l'unica arma di distruzione di massa per la politica.... me ne fregherebbe meno di zero! Se vuoi usare i guanti bianchi e emergere, il Sistema ti "normalizzarà" sempre e comunque.

Duka

Mer, 20/06/2018 - 12:45

Tuttavia NON capisco perchè continui a tener mano alla banda di BARLAFUS con lui al governo.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mer, 20/06/2018 - 13:06

E tutto ciò nonostante il fanfarone del Viminale non stia spingendo forte sull'acceleratore delle metodologie drastiche e pratiche. Se lo facesse, per egli sarebbe un successo tanto silenzioso quanto nazionale. Sinteticamente un ‘tripudio cerebrale’. Dopotutto sono le minoranze minorate a fare baccano: perché hanno bisogno del baccano per farsi notare. Ma il fanfarone non ha il coraggio di spingersi più in là di un generico e scontato tentativo di preservazione del proprio lato 'umano' che, al contrario, è ben asservito alle attuali, degenerate istituzioni. E tutto ciò appare molto rassicurante per i tumulti fumosi di quella sinistra che da sempre vocifera a vanvera. (1)

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mer, 20/06/2018 - 13:07

(2) Se Salvini volesse passare alla storia dovrebbe tramutarsi nell'Orban del Mediterraneo: feroce quanto basta, pratico per quello che serve e spietato in prospettiva. Perché bisogna essere spietati in prospettiva per avere l’ardire di volere costruire un impero, una civiltà. Quindi Salvini dovrebbe tentare di spingersi ancora più in là. Se la stragrande maggioranza degl'italiani cercasse l'uomo forte, evidentemente lo avrebbero trovato. Ma bisogna essere all'altezza concettuale adeguata per essere e agire da superiore 'forma imperiosa' e non come una rassicurante, asservita sostanza molliccia.

glasnost

Mer, 20/06/2018 - 13:22

@Duka : cos'altro potrebbe fare? Piuttosto che niente è meglio piuttosto. o no?

manson

Mer, 20/06/2018 - 14:22

Bravo Salvini, che sollievo pensavo davvero che a sinistra fossero tutti irrecuperabili...

peter46

Mer, 20/06/2018 - 14:45

Duka...non ci meraviglia proprio che i SUFALRAB come te non 'capiscano'...che senza quei BARLAFUS,con sto ca...volo che Salvy diventava ministro o stava financo al governo.NB:E alla pari dei 5stellati e non come da 'Othelmati' gli avevate 'predetto' di essere poi solo stampella di minoranza,causa il suo 17% rispetto al 32% degli stellati.

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 20/06/2018 - 16:22

Fintanto che l'essere di qua o di là significava ottenere un posto come commesso al supermercato (sì, quello rosso!), seppure il comportamento rimanesse ripugnante, lo si sopportava. Quando però l'essere di qua o di là ha assunto un valore molto più significativo (essere d'accordo sul mandare a put..ne la società italiana, la sua economia immolandola sull'altare del falso buonismo e della falsa solidarietà) beh allora il discorso è in parte cambiato. Penso che cambierà ancora di più in quanto non vedo all'orizzonte ravvedimenti da parte dei big PD, i veri responsabili del disastro.

sesterzio

Mer, 20/06/2018 - 17:48

Parliamoci chiaro,ragioniamo.Non è detto che un elettore del PD debba essere anche autolesionista. Quando uno vede la sua città allo sbando,pericolo per le strade,salassi di tasse,un Paese deriso,non può che avere rigurgiti di orgoglio e cambiamento. Se un partito tenta il cambiamento,a prescindere dei mezzi usati, catalizza le attenzioni dei cittadini. Non dimentichiamoci che siamo tutti fratelli in Cristo ma non in "pignatta."

flip

Mer, 20/06/2018 - 17:56

se sa usare e dosare il cervello, Salvini è il vero leader assoluto voluto dagli Italiani.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 20/06/2018 - 18:55

aorlansky60 Lo sa che, con buona probabilità, lei ha ragione? Guardando in maniera distaccata i miei modi attuali di pensare e di vedere la società e il mondo, mi rendo conto che io, che sono stato allevato ed educato in un ambiente di Destra, e a Destra ho sempre votato, ho molte idee che fino a qualche anno fa avrei definito apertamente di sinistra. Forse sarà perché la parte di società che più mi disgusta, oggi come oggi, è quella formata dai ricconi dei salotti buoni, degli industriali che si dichiarano di sinistra (per poter inchiappettare e sfruttare meglio i propri dipendenti), dei sedicenti intellettuali e degli "artisti", cioè tutti quei radical chic che infestano la nostra cultura. Forse sto veramente invecchiando.

flip

Gio, 21/06/2018 - 08:01

wilegio. no! non stai invecchiando. sei più saggio. anch'io non sono più giovane ed ho vissuto una piccola parte di "quell'epoca" e la penso esattamente come te.