Sindacati, maxi bluff dei numeri: gonfiati quando si tratta tagliati quando si paga

Il sindacato della Camusso dichiara più iscritti se tratta ai tavoli negoziali, meno se deve pagare

Numeri a fisarmonica. Cifre che si gonfiano e si sgonfiano a seconda dell'uditorio. Quanti sono gli iscritti ai sindacati? Domanda sdrucciolevole, come le risposte dettate, più di una volta, dalla convenienza. «Negli anni Ottanta - spiega al Giornale Giuliano Cazzola, oggi economista e politico ma all'epoca pezzo grosso Cgil - dovevamo comunicare alla Federazione internazionale il numero dei chimici legati alla Cgil. E visto che dovevamo pagare una quota, salata, in franchi svizzeri io e Cofferati, il mio vice, decidemmo di ridimensionare il nostro esercito per risparmiare un po'». Vent'anni dopo, lo stesso meccanismo viene descritto da un giornalista acuminato come Stefano Livadiotti nel libro L'altra casta . Quando si siedono intorno al tavolo per una trattativa i dirigenti della Triplice scandiscono dei numeri che «cambiano di colpo quando le tre organizzazioni vengono chiamate a versare i loro contributi alla Confèderation Europeenne des Syndicats». Il divario è clamoroso, con una forbice da un milione e passa. La Cgil passa da 5 milioni 650.942 tesserati in Italia a 4 milioni e 100 mila militanti dichiarati in Europa. Stesso trend ondivago per la Cisl, con una discesa a precipizio da 4 milioni e 346 952 iscritti a 2 milioni e 640.929. La Uil infine mostra la stessa tendenza al ribasso, da 1 milione e 733.375 a 1 milione e mille iscritti. Con un calo impressionante quando si tratta di dire come stanno le cose ai colleghi europei. Strano. Ma anche no. Lo stesso Livadiotti trova conferma ai suoi sospetti in casa Cisl. «È vero - ammette Nino Sorgi - lo facciamo per risparmiare. Non abbiamo niente da nascondere». Insomma, la doppia contabilità, chiamiamola così, serve per non dissanguarsi. Cazzola classifica questo giochetto alla voce «sistema elusivo», utilizzando un linguaggio che sembra rimandare al mondo delle imprese e al tentativo di giocare a nascondino col fisco. Non proprio un complimento.

Certo, al di là delle polemiche di giornata, i numeri sono assai difficili da accertare. Anche se in un recente dibattito televisivo, negli studi dell' Aria che tira , Sergio Cofferati ha contestato Livadiotti a proposito del balletto sull'asse Italia-Europa.

Misurare la forza reale del sindacato è un'operazione quasi impossibile. E così il totale degli iscritti è un atto di fede. Quelli sotto l'ombrello della Cgil nel 2013, ultimo dato disponibile, sono sostanzialmente gli stessi di cui parlava Livadiotti nel saggio datato 2008, con variazioni minime. Stesso discorso per la Cisl, ma la Uil invece pare essersi rafforzata arrivando addirittura a quota 2.216.443. Una crescita importante e forse inattesa, in controtendenza. Ma proprio Cazzola mette le mani avanti: «Io ho qualche dubbio sulla consistenza del seguito della Uil. Quei 2 milioni e rotti mi sembrano tanti. Tantissimi. Forse un po' troppi». Vero? Il problema è che i valori veri, almeno nel privato, non li sa nessuno. Si possono verificare le cifre del comparto pubblico. L'Aran, acronimo barbosissimo per agenzia per la rappresentanza negoziale delle Pubbliche amministrazioni, può monitorare le tessere dei dipendenti dello Stato. Ma addentrarsi nella giungla del privato è una scommessa persa. «Nel giugno 2011 - aggiunge Cazzola - era stato inventato un meccanismo che chiamava in causa Inps e Cnel e avrebbe permesso di conoscere la forza reale delle tre sigle. Così da poter regolamentare la rappresentanza sindacale. Peccato che questo meccanismo sia morto sul nascere. E oggi siamo addirittura all'abolizione del Cnel».

Insomma, gli iscritti oscillano come e più della Torre di Pisa e, almeno nello Stato, si viaggia col piede sul pedale comodo dell'autocertificazione. Sempre Livadiotti svela un altro trucco per tenere agganciati gli iscritti nel settore pubblico, perché nel privato prevalgono metodi più lineari e sbrigativi anche nel rapporto con la Triplice. Dunque, la cosiddetta delega può essere revocata solamente entro il 31 ottobre di ogni anno, con decorrenza dal 1° gennaio successivo. Tradotto in soldoni: se un dipendente pubblico si scoccia della Camusso e vuole tagliare il cordone ombelicale deve stare molto attento al calendario. Se la lettera di disdetta parte il 1° novembre dovrà attendere 14 mesi. Un tempo lunghissimo in cui continuerà a versare la sua quota annuale. Anche se con la mano ha già fatto bye bye .

Commenti
Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Gio, 30/10/2014 - 08:34

Se si escludono le tessere carpite con l'inganno ai pensionati ingenui, ne rimangono quattordici. Forse.

fedez

Gio, 30/10/2014 - 08:36

Ormai l'unica opposizione seria al governo Renzi che sta devastando il paese con il beneplacito di Berlusconi e Verdini è Lega Nord e CGIL. Quindi forza Salvini, forza Camusso! Liberiamoci del massone toscano!!!!!!!!!!!

fedez

Gio, 30/10/2014 - 08:36

Ormai l'unica opposizione seria al governo Renzi che sta devastando il paese con il beneplacito di Berlusconi e Verdini è Lega Nord e CGIL. Quindi forza Salvini, forza Camusso! Liberiamoci del massone toscano!!!!!!!!!!!

Ritratto di giordano

giordano

Gio, 30/10/2014 - 08:39

branco di criminali con berretto rosso e fischietto

Ritratto di mark 61

mark 61

Gio, 30/10/2014 - 08:48

LA CGIL sarà furbetta con le tessere altri voi compresi furbetti con i numeri della denincia dei redditi ........ ma quando si tratta di parassiti voi orecchio da mercante ..... anzi fate pure articoli di sostegno ......... c'è furbetti e PARASSITI

Ritratto di dbell56

dbell56

Gio, 30/10/2014 - 08:48

I compagni sono fatti così: mistificatori di e per natura. Il loro gioco preferito, infatti, è quello delle tre carte. Banco vince banco perde. Chissà perchè per loro il banco vince sempre! Io che non sono fascista, odio visceralmente il loro modus operandi!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 30/10/2014 - 08:50

ecco l'ennesima prova del "imbrogliare", "ingannare", "truffare", "mentire", tutti questi verbi molto cari alla sinistra. e i PSICOSINISTRONZI continuano a far finta di vedere dall'altra parte per non ammettere che noi abbiamo ragione :-)

Duka

Gio, 30/10/2014 - 09:05

Come è possibile e come si fa ad educare le persone all'onestà quando siamo circondati da corpi dirigenti, istituzioni, organizzazioni di ogni tipo che altro non fanno che RUBARE?

Ritratto di lettore57

lettore57

Gio, 30/10/2014 - 09:07

@mark61 ancora una volta ci ha dato prova che non è capace di scrivere un post senza citare gli altri; ma è cosi difficile restare all'argomento dell'articolo? Evidentemente si visto che viene fatto di continuo. Si parla del cgil ed allora dica cio che ne pensa se pensa qualcosa altrimenti stia zitto meglio per lei che evita figure ma molto meglio per noi.

buri

Gio, 30/10/2014 - 09:09

ma che bravi! un vero specchio di moralità, ogni ulteriore commento è inutile, comunque è deludente scoprire certe cose

xgerico

Gio, 30/10/2014 - 09:13

Com'è quella frase che disse Silvio.........in cui giustificava che evade.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Gio, 30/10/2014 - 09:33

"..c'è furbetti e PARASSITI"..dev'essere che mark 61..ha studiato alle serali come il mitico Spillo Altobelli..con l'indimenticabile.."che chi può e chi non può..io può.."....ha,ha..non ci sono più i kommmunisti istruiti di una volta...SIETE FINITI e IGNORATI!!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Gio, 30/10/2014 - 09:39

xgerico.."piuttosto che mantenere i puttanieri come Marrazzo, i ladri come Lusi..o gli statali fancazzisti come te è meglio evadere"..

cicero08

Gio, 30/10/2014 - 09:40

Anvedi la Camusso: un'autentica volpe. Vuoi vedere che in un Paese di furbi il più furbo di tutti è il sindacato rosso fuoco? ??

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 30/10/2014 - 09:42

mark 61 ma lei conosce tutti quelli che postano sul Giornale per asserire siano dei parassiti o cerca di rispondere pere quando si parla di mele.Lei come si ritiene:furbetto o parassita ??

Ritratto di lettore57

lettore57

Gio, 30/10/2014 - 09:44

@xgerico: non c'era nessun dubbio che mark61 non poteva essere il solo; siete fatti con lo stampino. Se non ha nulla di meglio da fare si legga il mio precedente post

sergio_mig

Gio, 30/10/2014 - 09:57

@FEDEZ FORSE STAI DELIRANDO, LA CAMUSSO FA IL GIOCO DELLE TRE CARTE X FREGARE I BOCCALONI CHE CI CREDONO E NON SOLO. DICANO QUANTI SOLDI HANNO ARRAFFATO, RENZI HA FATTO BENE A SPUNTARGLI LE UNGHIE TOGLIENDO 150 MiLIONI DI FINANZIAMENTO AI PATRONATI DEI SINDACATI, ECCO PERCHÉ LA CAMUSSO E' INCAZZATA

geronimo1

Gio, 30/10/2014 - 10:00

Cosa volete la vita e' dura e la giustizia non e' di questo mondo (Papa Paolo Stoppa al Marchese del Grillo)...!!! C'e' chi e' costretto ad evadere e chi e' costretto a giocare sulle tessere....Mi spiace solo che qualcuno diventi un mostro ed altri siano assolti "a priori"....!!!! Ma cosa volete e' proprio qui il bello....

Ritratto di dbell56

dbell56

Gio, 30/10/2014 - 10:02

Duka rubano, come dici tu, perchè leggi glielo permettono. Si discute molto in giurisprudenza di moralità ed immoralità delle norme giuridiche che compongono le leggi lato sensu. Non voglio tediarti in inutili esercizi di ermeneutica del diritto. Ecco le leggi che permettono alle figure di cui tu parli nel tuo intervento di poco fa, sono immorali e chi le ha prodotte sa che rivestono tale qualifica. Saluti

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Gio, 30/10/2014 - 10:06

non basta contare le bandiere rosse che hanno comprato?

Beaufou

Gio, 30/10/2014 - 10:11

E bravi i parsimoniosi sindacati. Forse potrebbero risparmiare qualcosa anche tagliando lo stipendio ai dirigenti.

Ritratto di dbell56

dbell56

Gio, 30/10/2014 - 10:41

geronimo1, mi piace il tuo intervento perchè ci ricorda che chi è senza peccato scagli la prima pietra. Ecco perchè non riesco a capire gli atei. Se il mondo fosse solo questo, dovrebbe prevalere la legge della giungla. Mi chiedo allora, ma perchè l'Uomo cerca la giustizia in terra, ben sapendo che mai l'avrà? Non è un comportamento contraddittorio, antieconomico se non addirittura assurdo? Per questo IO CREDO in colui che ha fatto il mondo, per parafrasare il titolo di un libro molto interessante di Antonino Zichichi, fisico italiano di fama mondiale. Saluti

Ritratto di giorgio51

giorgio51

Gio, 30/10/2014 - 10:42

Vecchi trucchi dei mestieranti di sinistra, la vera ragione degli scioperi o cortei da parte CGIL è che sono stati tolti ingenti fondi dal loro bacino di rifornimento. Tutte le loro iniziative o coop, tra l'altro l'ennesima vergogna del mercato italiano con una concorrenza sleale su tutti i fronti ma che NESSUNO vede, e le onlus vedi Lampedusa dove ciucciano ben centinaia di milioni di euro. VERGOGNA E SMETTETELA

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 30/10/2014 - 10:49

Ma allora, LA FALCE E MARTELLO È IL SIMBOLO DELLA DEMOCRAZZIA !!! ZOTTICONI !!!

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Gio, 30/10/2014 - 11:21

Picerno contro Camusso , sinistra contro sinistra....ullalla’…e questi sarebbero i duri e puri ? I detentori (autoproclamatisi) della morale ? Duri…di testa sicuramente, puri neanche nelle narici .

xgerico

Gio, 30/10/2014 - 12:05

@lettore57-09:44 - Il fatto è che di quel che scrive lei e il bananaro- vale quanto "un volantino" infilato nella mia buca delle lettere!

xgerico

Gio, 30/10/2014 - 12:09

@òlettore57-09:44 - Il fatto è che di quel che scrive lei e il bananaro- per me, vale quanto "un volantino" infilato nella mia buca delle lettere!

Giovanmario

Gio, 30/10/2014 - 12:20

cinque milioni di iscritti per duecento euro (in media) di quota di iscrizione annua= un miliardo all'anno.. cosa se ne fa la cgil, oltre che pagare i pullman per i manifestanti?

MEFEL68

Gio, 30/10/2014 - 17:34

Poichè per i sinistrati (da qualche giorno quasi spariti da questo forum)la verità è solo di sinistra, vorrei sapere come spiegano il fatto che Renzi accusa la Camusso (quindi la CGIL) di essere stata eletta con tessere false. Mentre Renzi viene accusato di essere stato imposto e messo alla carica che ricopre, solo grazie ai poteri forti e quindi non eletto. A destra queste cose erano e sono note, ora che il sinistro vangelo le conferma, cosa ne pensano i trinariciuti?

Ritratto di lettore57

lettore57

Gio, 30/10/2014 - 19:03

@xgerico Non è certo un mio problema di quanto vale per lei cio che io scrivo: resta inconfutabile il fatto che in un tema di italiano lei avrebbe preso 4 con motivazione: Fuori argomento. P.S. Un altro fatto è inconfutabile ed è dimostrato appunto dai fatti o meglio da cio che scrivete: siete fatti con lo stampino.