Gentiloni incassa la fiducia. Opposizioni contro il governo

Meloni: "Mi vergogno per voi. Avete un po' di dignità? E lei presidente Gentiloni come fa a presentare con orgoglio un esecutivo in piena continuità con il precedente?". E Ala non parteciperà al voto di fiducia

L'Aula della Camera ha approvato la mozione di fiducia al governo Gentiloni. I voti favorevoli sono stati 368, 105 i contrari. M5S e Ala non hanno partecipato al voto. Domani sarà la volta del Senato, dove la votazione è in programma alle 15.

Proteste delle opposizioni in Aula. "Questi signori se ne fregano del risultato del referendum. Gli italiani vi hanno mandato a casa ma voi rimanete abbarbicati alla poltrona. Mi vergogno per voi. Avete un po' di dignità? E lei presidente Gentiloni come fa a presentare con orgoglio un esecutivo in piena continuità con il precedente?". Lo ha domandato la presidente di Fdi, Giorgia Meloni, dichiarandosi contraria alla fiducia che il governo Gentiloni sta chiedendo alla Camera.

Al termine del suo intervento i deputati Fdi e della Lega Nord hanno mostrato dei cartelli per chiedere il voto subito. Laura Boldrini è subito intervenuta per far togliere i cartelli dai banchi. "La gratifica sentire dire - ha continuato Meloni - sentir dire che lei è il prestanome di Matteo Renzi? E lei ministro Boschi non sente alcun imbarazzo ad aver acchiappato la prima poltrona che le è passata a tiro, dopo che gli italiani hanno demolito la sua riforma costituzionale? Evito di parlare poi del ministro Alfano che avendo fatto entrare in Italia 500.000 migranti, ha dimostrato di occuparsi più degli stranieri che degli italiani. Non avete qualcuno che vi vuole bene e vi ha sconsigliato di cadere così in basso? Non ingannerete gli italiani come state cercando di fare oggi, ma non ci riuscirete come dimostra il risultato del referendum". Meloni ha concluso auspicando che il Parlamento approvi al più presto le leggi elettorali per Camera e Senato e riporti gli italiani al voto nel più breve tempo possibile".

"La segreteria del Pd ha negato di nuovo al popolo di esprimersi. Il governo non si può stabilire all'interno di una segreteria di partito". Così Massimiliano Fedriga (Lega) in piazza di fronte a Montecitorio in segno di protesta con il governo Gentiloni. Insieme a lui tutti i deputati e qualche senatore. "Non partecipiamo al voto di fiducia perché sarebbe come legittimare il governo", ha aggiunto.

"Ringrazio Gentiloni per il tono che ha utilizzato in quest'Aula e per il fair play, non c'eravamo più abituati, questo è un bene perché rispetto merita rispetto. Sento però un grande malessere in quest'Aula e nel Paese per lo stato della nostra democrazia", ha detto il presidente dei deputati di Forza Italia, Renato Brunetta, intervenendo nell'Aula della Camera durante le dichiarazioni di voto sulla fiducia al governo. "Nel 2013 il Pd ottenne il 25,43% dei voti, il Movimento di Grillo il 25,56%, quindi il suo partito fu il secondo alle elezioni politiche e grazie alla coalizione ottenne il premio di maggioranza ed i 340 deputati. Da allora abbiamo avuto 3 governi fatti e disfatti dal Pd, lo stesso partito si è eletto da solo o con altre componenti due Presidenti della Repubblica. Dal 2013 il Pd è stato nel bene e soprattutto nel male il dominus della vita politica italiana. Ricordiamo tutti il dimissionamento forzoso e dai lati oscuri, nel passaggio quirinalizio, di Enrico Letta. Quasi quattro anni di fallimenti e semplificando un pò quattro anni certificati dal voto referendario, il primo voto libero che c'è stato nel nostro Paese da quel 2013", ha aggiunto Brunetta.

Ala non parteciperà al voto di fiducia

"Noi non parteciperemo al voto perché farlo significa scegliere tra una sfiducia che non intendiamo dare in questa fase e tra una fiducia a dinamiche politiche, di questo governo, che ci sfuggono. Apporto sui singoli provvedimenti ci sarà, ma voteremo le cose che ci convincono nella misura in cui non saremo parte integrante di una maggioranza, perché quando si è parte di una maggioranza si vota anche quello che convince meno, ma lo si difende in una logica di squadra", ha dichiarato il deputato di Scelta Civica-Ala Enrico Zanetti nel corso delle dichiarazioni di voto alla Camera sulla fiducia. "Nel contesto attuale e in attesa di capire alcune scelte sarebbe da parte nostra poco serio accodarci a un voto di fiducia per restare, come si dice, 'in tortà e poi votare solo quello che ci piace", ha conclusoLa scelta del governo "di non offrire la massima base parlamentare" all'esecutivo "ci rende impossibile votare la fiducia. Partecipare al voto - ha affermato Zanetti - significherebbe dover scegliere tra una sfiduciache non intendiamo in questa fase dare e tra una fiducia che però presuppone una compressione delle dinamiche politiche che però a questo punto ci sfuggono". L'esponente di Scelta civica ha però garantito che "l'apporto costruttivo sui singoli provvedimenti ci sarà" ma, ha avvertito, "se si sta in maggioranza non si vota solo quello che convince ma anche quello che convince meno".

Commenti

Duka

Mar, 13/12/2016 - 18:13

Ad ascoltare i COMUNISTI in parlamento ora la colpa di questo allucinante casino nel quale tutti noi ci troviamo NON l'arroganza, la boriosità , l'impreparazione del compagno Renzi, ma del porcellum. Pensate cosa vanno ad inventare pur di NON ammettere d'aver straperso per colpa del loro compagno premier. Lasciare un paese in mutande perchè privo di una legge elettorale è delinquenza pura.

Trinky

Mar, 13/12/2016 - 18:39

Grande Giorgia..........

salvatore randieri

Mar, 13/12/2016 - 18:45

Non di vergogna si tratta ma di arroganza intellettuale mal celata. Vorrei chiedere a Mattarella: ma te degli Italiani te ne frega almeno un poco oppure sei come Napolitano che non gli e ne fregava proprio nulla? Questa accozzaglia (termine molto caro a Renzi) di zombi ministeriali benedetti dal Presidente e dal presidente emerito (....) sono l' espressione di una democrazia pallida, stitica e male odorante. Comunque dopo il referendum il POPOLO ha perso ed ha vinto ancora una volta Napolitano. Il re è morto evviva il re.

avallerosa

Mar, 13/12/2016 - 18:48

ITALIANI CI HANNO FATTO VOTARE UN REFERENDUM MA è COME SE NON AVESSIMO VOTATO.TUTTI IN PIAZZA CON MELONI E SALVINI PER SFIDUCIARE IL PRESTANOME CON TUTTO IL SUO GOVERNO.PER FARE LA LEGGE ELETTORALE NON SERVE UN GOVERNO.VERGOGNA

Ritratto di malatesta

malatesta

Mar, 13/12/2016 - 18:51

Hanno ibernato il Parlamento fino alle prossime elezioni quando Renzi, ricucitosi con dolore la perdita di verginita', si ripresentera' ,rifattosi a nuovo,come il messia salvatore della patria per ritornare ancora al governo..faranno di tutto pur di perseguire questa strategia, e tutto alle nostre spalle....Resistere, resistere,resistere ....di vecchia memoria...!!!

mezzalunapiena

Mar, 13/12/2016 - 18:53

sentire parlare di dignità ai componenti dell'attuale governo e quindi al pd credo che qualsiasi persona si sentirebbe offeso ma l'artefice di tutto questo ha un nome napolitano che credo sia stato il peggiore presidente che gli italiani abbiano mai avuto

Ritratto di rodolfo47

rodolfo47

Mar, 13/12/2016 - 19:04

I radical chic hanno votato si 40% le capre hanno votato no 60% be ma sono capre cosa volete che contino.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 13/12/2016 - 19:09

Brunettolo, se il pd ha incassato 340 seggi è per via della tua legge elettorale,porcellum,che tanto magnificavate e che la Consulta ha dichiarato INCOSTITUZIONALE, ci vuole la faccia tosta adesso per rimproverare gli altri per le conseguenze della vostra legge,abbia la decenza di tacere su questo.Quanto al voto,Brunettolo, ha avuto una settimana di tempo per recarsi insieme alla lega ed al m5s dal pd e fare una proposta di legge elettorale da discutere subito,quantomeno avreste dimostrato di essere credibili nel voler andare al voto ed eventualmente smascherare i compagni.Nulla quindi adesso ci becchiamo Gentiloni.Se la maggioranza fa pena-e fa pena-le opposizioni ne sono il degno complemento.

alnew1

Mar, 13/12/2016 - 19:12

la Meloni purtroppo raccoglie meno di quanto vale; è una combattente con il senso della realtà e dello sfacscio in cui versa il Paese ! Queste sono le quote rosa che servono all'Italia, non quelle sciaquette acchiappapoltrone che si sono infilate nel precedente e nell'attuale governicolo renziano!

Ritratto di navigatore

navigatore

Mar, 13/12/2016 - 19:52

diceva la buonánima di ADREOTTI (uomo saggio ed intelligente ) il potere corrompe chi no ce´ha,e per arrivarci ogni strad e´buona anche quella della pura menzogna sullo stile del PD-PCI

Ritratto di navigatore

navigatore

Mar, 13/12/2016 - 19:52

diceva la buonánima di ADREOTTI (uomo saggio ed intelligente ) il potere corrompe chi no ce´ha,e per arrivarci ogni strad e´buona anche quella della pura menzogna sullo stile del PD-PCI

elpaso21

Mar, 13/12/2016 - 19:58

Ma perchè questo governo sarebbe non eletto? Il Parlamento è stato eletto col Porcellum fatto da Berlusconi, se poi si va a votare e mancano voti al un governo delle sinistre, vi saranno SEMPRE dei fuoriusciti dal centro-destra per andare a sostenerlo, poichè si tratta di una classe politica di mezze tacche (che Berlusconi ha creato).

nunavut

Mar, 13/12/2016 - 20:00

Mi chiedo il PERCHÉ certi gruppi politici (m5S,Fratelli d'ITalia,ala e lega) sono usciti,non sono un super esperto in regolamenti parlamentari, però se non erro,mi sembra che siano contabilizzati solo i "presenti.Vedendo le cifre 368 favorevoli e 105 contrari sembra che i favorevoli siano una maggioranza schiacciante, la scusa che se avessero vbotato avrebbero legittimato il governo attuale,ma fatemi un piacere il gov.é stato leggitimato dal voto e senza il vostro sembra che vi abbiano sotterrato.

unosolo

Mar, 13/12/2016 - 20:00

ha parlato di costituzione in quanto la mancanza dei rappresentanti delle opposizioni non lo riconoscono come i 20 milioni che hanno votato no al referendum, gli rode , sperava di far vedere al mondo che tutti erano presenti al suo insediamento , figura tiepida e contestato , non eletto dal popolo si crede più del suo predecessore ? peccato , una truffa fatta al popolo legalmente .,

Armandoestebanquito

Mar, 13/12/2016 - 20:03

Ci provo un'altra volta dopo essere censurato da questo giornale legista. L'italia come Cuba, e' un paese fondato sulla dottrina marxista leninista Napolitano e' Fidel Castro e Mattarella e' suo fratello Raul..... Tutto questo casino per spendere degli soldi, mandare a casa il buffone non votato e non cambiare niente... L'Italia vuoldire tirare a campare e puro circo, niente altro... Non voglio aggiungere altro altrimenti mi censurano ancora. N.B.: ultimopresidente del consiglio votato dal popolo sovrano: Silvio Berlusconi, proscritto e perseguitato dal sistema

accanove

Mar, 13/12/2016 - 20:06

..è quello che "Mattonella" ed il suo ispiratore Napolitano volevano, dove sta il problema? IL voto ed il parere degli italiani? Fastidiose ostruzioni al programma globale.

Ritratto di WeThePeople..

WeThePeople..

Mar, 13/12/2016 - 21:06

SENZA VERGOGNA, SENZA DIGNITA'

robertav

Mar, 13/12/2016 - 22:49

queste scelte non fanno altro che rafforzare il m5 stelle, la politica è morta c'è solo interesse, tornaconto, e voltagabbana, per restare ancorati alla poltrona. l'antisistema stravincerà alle prossime elezioni. Ma il popolo non era sovrano??!! ah no.. dobbiamo aspettare il congresso del pd per sapere cosa fare...siamo alla follia pura..

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 14/12/2016 - 00:21

E' il quarto governo consecutivo con poca dignità e tanta vergogna.

Ritratto di ALBACHIARA333

ALBACHIARA333

Mer, 14/12/2016 - 00:32

QUESTI PERSONAGGI SONO INTOCCABILI, POSSONO FARE TUTTO QUELLO CHE VOGLIONO, VEDI IL GOLPE DI NAPOLITANO, E NESSUNO LI TOCCA, NESSUNO LI SMUOVE PERCHE' CHI LI MANOVRA OVVIAMENTE LI PROTEGGE, HANNO PIAZZATO LE PERSONE GIUSTE NEI POSTI GIUSTI, PENSO CHE SOLO IL POPOLO POSSA' FARE QUALCOSA PER SALVARE I PROPRI DIRITTI E LA PROPRIA SOVRANITA'

Ritratto di ALBACHIARA333

ALBACHIARA333

Mer, 14/12/2016 - 00:39

SE LE OPPOSIZIONI VOGLIONO CACCIARE QUESTO GOVERNO DI INFAMI SI DEVONO COALIZZARE, PARLO DI LEGA, M5S, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA ECC.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mer, 14/12/2016 - 08:15

Noto che la sfiducia è come la fiducia...cieca!

Laowai

Mer, 14/12/2016 - 08:26

Spesso sono piu' divertenti i commenti dei lettori rispetto all'articolo stesso.....In particolare di quei lettori che glorificano la lingua italiana e poi, nel loro commento, sbagliano i congiuntivi e dimenticano la sintassi...Viviamo in un era di globalizzazione, sia dei mercati che delle "culture", questo non significa che dobbiamo mettere in secondo piano la nostra lingua, ma semplicemente che dobbimo sforzarci di acquisire una seconda o terza lingua straniera! Usando un termine informatico direi che e' necessario un "upgrade". Il nostro Omo Ridens Alfano rappresenta un downgrade per l'immagine dell'Italia all'estero.

Maver

Mer, 14/12/2016 - 09:25

Ai soloni che qui pontificano in merito alle colpe equamente distribuite fra maggioranza e opposizione va contestato che l'indignazione di cui si discute nell'articolo attiene principalmente al modo con cui si è costituito questo "nuovo Governo" senza soluzione di continuità (leggi fotocopia) con quello di Renzi. Non si tenti d'imbrogliare le carte nel tentativo di smorzare un'indignazione che è pienamente legittimata. La riproposizione delle stesse facce è uno schiaffo alle maggioranza del paese che aveva chiesto chiaramente discontinuità con il Governo Renzi. La smentita delle attese ha precise responsabilità, altro che equa redistribuzione.