Mentana difende Facci e litiga con i «webeti» «Aboliamo l'Ordine»

Il direttore a fianco del collega sospeso: "No a chi sanziona le opinioni". Ma viene attaccato

Milano - Guai a Filippo Facci, colpevole di odiare l'Islam; e guai anche a chi osa prendere le sue difese: anche se si chiama Enrico Mentana, dirige il Tg della 7, e alle spalle ha qualche decennio di carriera giornalistica che testimonia per lui. Ma non c'è niente da fare. Domenica sera Mentana sulla sua pagina Facebook attacca frontalmente l'Ordine dei giornalisti, che ha sospeso Facci - giornalista di Libero - per due mesi dalla professione e dallo stipendio per un editoriale considerato razzista: una manciata di ore, e Mentana si trova costretto a pubblicare un nuovo post per rispondere all'ondata di reazioni indignate piovutegli addosso, «direttore ma che cazzo dice?», e via di questo passo: tutte schierate contro Facci, quasi tutte contro Mentana, e in buona parte contro la possibilità stessa che un giornalista pubblichi le sue opinioni.

«C'è gente - scrive Mentana nel nuovo post - che concepisce il ruolo del giornalista alla stregua di un altoparlante della stazione: annunci, notizie, nessuna opinione»: e ricorda che tutti i grandi del mestiere, da Montanelli a Bocca, furono anche portatori di opinioni forti. Per i suoi critici, il direttore conia la definizione di «analfabeti funzionali»: che richiama da vicino quella di «webeti», da lui stesso impiegata contro la demenza di molti commentatori via Internet.

Quella di Mentana non è la sola voce che si è levata a difesa di Facci: prima Alessandro Sallusti sul Giornale, poi Pierluigi Battista sul Corriere. Ma è a Mentana che vengono riservate le contumelie più esplicite, in nome di una pretesa obiettività dell'informazione. E poco conta che Mentana non abbia in nessun modo condiviso le tesi di Facci, ma abbia posto il problema della libertà di opinione: «Io con gente che sanziona le opinioni non voglio avere nulla a che fare», scrive; e si schiera per l'abolizione dell'Ordine dei giornalisti, «ora che da inutile è diventato anche dannoso».

Ma come è arrivato l'Ordine dei giornalisti a interdire per due mesi Facci ? La sanzione dà conto della autodifesa di Facci: «Il giornalista Facci ha respinto con fermezza l'accusa di razzismo (...) egli ha precisato che il suo articolo si riferisce a idee e non a persone e che il suo odio è indirizzato all'Islam come patrimonio di idee». Scrive il Consiglio di disciplina: «Questo Consiglio non deve valutare se Facci sia o meno razzista ma se l'articolo da lui scritto appaia in linea con le regole che i giornalisti si sono date per evitare la diffusione di scritti che possono ledere la dignità delle persone appartenenti a razze o religioni diverse da quella maggioritaria e possano rafforzare e legittimare nei lettori opinioni d natura razzista». Ebbene: «le affermazioni contenute nell'articolo hanno un evidente carattere razzista e xenofobo (...) la parte peggiore dell'articolo è quella che riguarda le idee e che consiste in un attacco e in una offesa ad un intero sistema culturale (...) si ritiene pertanto che Facci con la sua condotta abbia compromesso la stessa dignità della professione, ridotta a grancassa dell'ostilità e del livore contro chi appartiene ad un'altra sfera culturale».

Commenti

fantomas

Mar, 20/06/2017 - 08:54

Chicco è sempre il migliore.Oltre all'ordine andrebbero limitate tutte le religioni,che sono solo dei centri di potere. Credere è un fatto intimo e privato che bisogno c'è,nel terzo millennio,di fare luoghi di culto se non per far valere il potere religioso.

idleproc

Mar, 20/06/2017 - 09:28

Seguendo la "logica" della sentenza medioevale su Facci, un maschio eterosessuale conclamato non dovrebbe mai esprimere un'opinione con una donna, tranne assentire sempre. Il che, in effetti, può essere anche una soluzione, sempre che lei si ricordi di quello che ha detto qualche minuto prima.

Marcello.508

Mar, 20/06/2017 - 10:04

Buonissima idea.

mzee3

Mar, 20/06/2017 - 10:52

Egregio Mentana, sono d'accordo con lei quando dice che un giornalista non può essere solo un altoparlante della stazione: annunci, notizie, nessuna opinione. Ciò detto però un giornalista deve e ripeto DEVE essere corretto, non offensivo con le proprie idee, DEVE usare un linguaggio tale che DEVE tenere presente che si rivolge a migliaia di persone. Nel caso specifico Facci è offensivo verso una religione, un popolo. Mi spiace ma questa volta lei e altri avete ...come si suol dire... avete pisciato fuori del boccale.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 20/06/2017 - 11:21

Mentana ha ragione. Del resto è un giornalista che non ha un vertice politico che lo condiziona.

Publio Sestio Baculo

Mar, 20/06/2017 - 12:01

Egregio signor mzee3, ho l'impressione che lei non abbia familiarità con i concetti di libertà di pensiero, di opinione, di parola. Poniamo l'ipotesi che una mia ipotetica religione mi faccia ritenere che chiunque non la pensa come me io lo viva come un insulto lei, solamente esprimendo quanto ha scritto nel commento, mi starebbe offendendo. Questo è solo un esempio, ma se lei ha il diritto di pensare e dire "avete pisciato fuori del boccale" esprime in modo discutibile un concetto che avrebbe potuto essere scritto con la frase "Secondo me siete in errore". Anche quel DEVE urlato tre volte appare un tantino coercitivo dato che non è detto che ciò che lei considera "dovuto" da parte di un giornalista sia necessariamente giusta legge universale invece una sua discutibile opinione. La mia solidarietà a Filippo Facci ed Enrico Mentana.

chicasah

Mar, 20/06/2017 - 12:10

Abolire tutti gli ordini professionali,sono tutti inutili .

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 20/06/2017 - 12:20

---l'albo è una roba fascista e non si sa proprio come sia sopravvissuta negli anni--ma in ogni caso è un esempio di come il fascismo sia deleterio sempre e comunque nella sua ossessione pervicace di irregimentare le persone e le cose per poterle controllare---ad ogni modo --nel caso di specie --la decisione dell'ordine cozza frontalmente con quanto sancito dall'articolo 21 della nostra costituzione--quindi è ovvio che sto con facci--non nel merito di quello che dice ma nella prerogativa sacrosanta di poterlo dire--caro mentana -è vero che i giornalisti non sono megafoni di annunci ma sono portatori d'opinione--ma oggi si rischia di cadere nell'eccesso opposto--tutti i giornalisti vogliono dire la loro ed i fatti latitano--non ci sono più inchieste e reportage degne di questo nome---mentana -ti sei affrancato col tempo ma anche tu sei stato un pupazzetto craxiano-swag

FEMINE

Mar, 20/06/2017 - 12:32

Il fascistissimo ordine dei giornalisti ha la pretesa di decidere, selezionare, valutare quello che io "posso" leggere! Solo i lettori dovrebbero essere i giudici veri di uno scritto giornalistico; se mi va lo leggo, se non mi va lo cestino e anche se non mi "piace" un qualsiasi giornalista ha il diritto/dovere di scrivere ciò che pensa, senza che la mediazione di un ente "superiore" ne faccia la tara con il metro del fascista perfetto per stabilire censure, pene e punizioni per chi non è in linea con la linea conformata al buonismo becero e menzognero.

pupism

Mar, 20/06/2017 - 12:48

Bravo tu hai il posto sicuro ma quelli là poi a carico di chi andrebbero per sbarcare il lunario????

m.nanni

Mar, 20/06/2017 - 13:04

si svegli anche Facci; il presidente dell'ordine dev'essere denunciato per abuso di potere e costretto alle dimissioni. il presidente dell'ordine, semmai, deve difendere la libertà di pensiero e non al contrario, terrorizzare chi si azzarda a voler pensare, ma soprattutto pensare alla luce del sole.

Accademico

Mar, 20/06/2017 - 13:07

Sorprende rilevare come taluni responsabili dell'informazione non sentano il dovere di chiosare con onestà intellettuale il pensiero sull'Islam, espresso giorni fa dal giornalista Facci. Una esternazione pronunciata sicuramente in buona fede - però inopportuna - debitamente sanzionata, com'era giusto che fosse, dall'Ordine di riferimento. Già l'altro giorno, molti commentatori di buon senso, senza minimamente esprimere specifiche valutazioni di merito sulla libertà di stampa, eccepivano da queste stesse colonne che "soffiare sul fuoco quando l'aria è tesa, non è prudente". Semplici, ovvie dichiarazioni, di puro buon senso. Non altro. Per tutta risposta spunta il signor Mentana, più verosimilmente il di lui clone Crozza, che dall'alto di un improbabile "ipse dixit" , non solo ci chiama wébeti, ma se n'esce con "aboliamo l'Ordine". Non ho capito.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Mar, 20/06/2017 - 13:11

spiegate a cosa serve l'ordine se non a controllare il potere, una volta tanto mentana dice una cosa non allineata col pensiero marxista; chiudete l'ordine insieme a tutti gli altri ordini che non sono altro che delle mafie corporative. Non fate altro che criticare il Duce ed il fascismo e poi vi dimenticate che le corporazioni le ha reintrodotte il fascismo .... anticostituzionale???

demetrio_tirinnante

Mar, 20/06/2017 - 13:27

Domenica sera, Mentana sulla sua pagina Facebook attacca frontalmente l'Ordine dei Giornalisti. Poi corregge il tiro, cambia anche registro e pubblica un nuovo post per rispondere all'ondata di reazioni indignate piovutegli addosso. Cita impropriamente Montanelli e Bocca, dstanti da lui anni luce, ne dice tre o quattro a cascata, come gli vengono, e noi che.... leggiamo quello che scrive.

Mannik

Mar, 20/06/2017 - 13:42

Ma guarda, abolire l'OdG, se per decenni proprio i giornalisti hanno protetto l'ordine perché garantiva l'esclusività. Comunque l'ordine non ha sospeso Facci per aver espresso la sua opinione, ma per come l'ha espressa. Sono convinto che la maggioranza di chi lo difende non ha letto le sue insulse parole. Quindi non è il diritto all'odio che è stato cassato ma lo stile becero, pieno di luoghi comuni e falsità.

un_infiltrato

Mar, 20/06/2017 - 14:58

Per due sere di seguito mi ero illuso. Per due sere di seguito, a condurre il tgla7 una biondina seria, molto sobria, cordialmente tosta, poche chiacchiere e tutta sostanza. Mi illudevo di non dover rivedere il solito mauriziocrozza, in arte mentana. Che invece, ieri sera è tornato al suo posto, mano sinistra in tasca ai calzoni con un'anteprina ricca di esclamazioni e di interiezioni, della serie ah, eh, hi, oh. uh e ammiccamenti relativi. Poi vai sull'ammiraglia nazionale e, peggio ancora, ti imbatti nelle giacchine strette del buon giorgino, clone a sua volta del buon capràrica. Ma che due spalle, ragass!

mzee3

Mar, 20/06/2017 - 15:00

Mannik ... confermo! Hi scritto anche io cose analoghe e ho risposto ma probabilmente non è andato a genio quello che ho scritto. P.S. Tutto senza insultare alcuno, ma il dissenso in questi giornali non piace, giornali che , al contrario, fomentano l'odio per questioni politiche ed economiche.

un_infiltrato

Mar, 20/06/2017 - 16:42

Ma secondo voi, per quanto altro tempo, Tutankhamon lo trattiene in video con quelle insopportabili posture a sostegno di esclamazioni, interiezioni, ah, eh, hi, oh. uh e ammiccamenti vari, relativi? E che dire delle conclusioni tipo: "e adesso Gruber, poi Formigli"?? Uffaaaaa, che affettazione!

Ritratto di mambo

mambo

Mar, 20/06/2017 - 19:16

Facci è un grande giornalista che ha coraggio di gridare il suo pensiero a tutti. Onore a Mentana che lo sostiene e chiede l'abolizione dell'ordine dei giornalisti che ha il compito di inquadrarli, e nel caso, censurarli. Chiedete a Feltri cosa ne pensa.

Ritratto di Nahum

Nahum

Mer, 21/06/2017 - 08:22

Libero non é libero per niente. Si puo' eliminare l'ordine dei giornalisti che é obsoleto ma ci vuole comunque qualcuno che verifichi che in cio' che si scrive non si commette reato (perseguibile penalmente). Per quanto riguarda il nostro martire della libera espressione, ricordo solo che c'é una bella differenza tra libertà e licenza che si puo' definire come una "sfacciata noncuranza o addirittura oltraggio dei diritti altrui".

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 21/06/2017 - 11:50

Per i sinistri la libertà finisce dove si vanno contro alle loro malsane idee o si parla male di loro. Come ai tempi di Stalin.

Marcello.508

Mer, 21/06/2017 - 11:56

Adesso la Fnsi, in pieno delirio onni(im)potenza ha pure sanzionato con sei mesi di stop il direttore di Radio Maria, reo di aver criticato duramente la Cirinnà. Siamo al politically correct, al revival delle solite malattie tipiche di questa sinistra uber alles, ossia: il linguaggio codificato (io sì che la so lunga), il politicamente corretto (tu non devi parlare come vuoi), gli schemi secondari (tu non puoi capire) e la supponenza morale (noi parliamo alla parte migliore del paese). Fanno schifo, sempre più schifo sti poveracci. Adesso sanzionate anche me che vi mando a ff'a 'n bicchiere senza se e senza ma. Coraggio!

demetrio_tirinnante

Mer, 21/06/2017 - 13:58

Non è vero che la satira non influisce. E' vero esattamente il contrario. Maurizio Crozza lo ha bollato. Lo ha asfaltato. Ha ferocemente stigmatizzato i limiti di questo ex Rai, ex Mediaset, poi.. da Cairo (per non molto altro tempo ancora), poi da.... Cannavacciuolo. Scommettiamo?

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 22/06/2017 - 10:26

Filippo Facci, non farti illusioni per questa manciata di sodali. Trattasi di border line privi di equilibrio, a prescindere se poi si sono affermati in qualche campo. Sono sempre nature difettose. Come lo sei anche tu. Purtroppo, il tuo fervore la dice lunga sulle pulsioni che ti appartengono. Non è lì la qualità del pensiero. Prendi invece esempio da Marco da Milano, nuovo astro nascente dell'estetica esemplare, così come ha saputo fronteggiare l'impietosa aggressione di D'Alema, senza battere ciglio, anzi sorridendoci su. Abbiamo bisogno come il pane di questo stile. -ad onor del vero- 10,26 - 22.6.2017

Ritratto di Stangetz

Stangetz

Gio, 22/06/2017 - 10:41

Mannik, mi perdoni ma se le cose stessero come dice lei (l'ordine fornisce una versione diversa), la questione sarebbe forse ancora più grave.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 22/06/2017 - 21:11

@Dario margiulli - non fare lo sqwuallido comunista. Vedi di trovare argomenti più seri, scarso. A confronto di Filippo Facci, sei una calzetta, anzi mezza, anzi un quarto, anzi una nullità. Non sputare su persone che ti possono schiacciare come un moscerino, anche se solo metaforicamente. Persona inutile.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 23/06/2017 - 06:12

@Dario maggiulli - ecco un altro fenomeno che vuole fare e pensa di essere un intellettuale, schernendo gli altri che di strada ne hanno fatta molto più di lui. Il solito superbo da mezzo cent, che non vale una pippa, che dice di prendere esempio da sconosciuti suoi amici. Anche noi ci sorridiamo su alle tue parole, per non piangere. Abbiamo bisogno come il pane di fenomeni come te, per dimostrare lo squallore ed il vuoto pneumatico di voi sinistri.

Mefisto

Ven, 23/06/2017 - 09:35

Una volta ogni tanto sono pienamente d'accordo con Mentana, anche se, a differenza sua, condivido al 100% le idee di Facci.

Yossi0

Sab, 24/06/2017 - 08:01

L ordine che pretende " moralizzare " l informazione e cioè sanzionare chi ha opinioni diverse dalle loro .... e i webeti che leggono l editore che si esprime attraverso i " giornalisti " da lui stipendiati ..... quadro perfetto di democrazia e di grandi professionisti purtroppo non sono molti i veri professionisti che si sono dimessi o licenziati perché in contrasto con chi gli pagava