La Merkel sbarca a Ischia ma il sindaco è in galera

Non ci voleva: la Cancelliera bacchettatrice arriva sull'isola per la vacanza pasquale Però Ferrandino è assente causa manette

Peccato. Avrebbe voluto, magari, accoglierla con tutti gli onori. Avrebbe potuto, magari, alzare con lei, la cancelliera di ferro, un buon bicchiere di bianco locale. Chiacchierare in piena libertà del più e del meno e darle così il benvenuto sull'isola, dove Angela Merkel passerà la sua tradizionale settimana di vacanza per Pasqua. E invece. E invece il problema è proprio quello della libertà. Perché il sindaco piddino di Ischia, Giuseppe, detto Giosi, Ferrandino, nel frattempo, è finito in manette e può star certo che in carcere, la Merkel non andrà a fargli visita.

Secondo i carabinieri del Comando Tutela ambientale, che hanno svolto le indagini nell'ambito di un'inchiesta della Procura di Napoli, il sindaco ed altri esponenti politici, avrebbero accettato tangenti per assegnare al colosso rosso della cooperazione Cpl Concordia, le opere di metanizzazione dell'isola. Con il sindaco di Ischia sono state arrestate altre nove persone, tra cui suo fratello, Massimo Ferrandino, il responsabile relazioni istituzionali della Concordia, Francesco Simone e l'ex numero uno della cooperativa Roberto Casari (ora in pensione ma secondo l'accusa regista dell'intera operazione). In particolare, i soldi destinati al sindaco Ferrandino e a un dirigente comunale, sarebbero transitati attraverso una società tunisina.

Detto questo, responsabilità piccole o grandi che siano, la figuraccia fatta dal Pd e da un suo «autorevole» esponente nei confronti della grande «bacchettatrice» tedesca resta discretamente gigantesca. Meno male che alla cancelliera di ferro basta poco per riconciliarsi con la vita, la politica e dimenticare gli scandali.

Per rendercene conto è sufficiente guardare alla sua prima giornata di vacanza trascorsa ieri in Italia. Sosta a sorpresa a Castellammare di Stabia per la visita agli scavi dell'antica Stabia e ammirare così i mosaici e i panorami offerti dalla Villa di Arianna e da Villa San Marco, poi col marito e una coppia di amici di Sorrento, trasferimento enogastronomico alla «Taverna del Porto», un locale tipico, ben noto a Castellammare, dove, in forma assolutamente anonima, era stato semplicemente prenotato un tavolo per quattro. E qui Angela Merkel sì che ha capito, una volta di più, di essere in Italia. Apprezzando un menu tutto mediterraneo: antipasto di mare e di terra, paccheri con baccalà, olive e capperi, gustando un assaggio di «scarpariello», piatto napoletano con sugo di pomodoro e formaggio leggermente piccante, per proseguire con alici fritte che le hanno deliziato il palato. Il tutto accompagnato, ovviamente, da Falanghina locale. Poi liquore e caffè. Mica male no? Alla faccia del sindaco piddino di Ischia, finito in carcere. Dopo il pranzo la cancelliera tedesca ha voluto vistare anche gli scavi di Ercolano, cui l'anno scorso aveva dovuto rinunciare per mancanza di tempo. Come una turista qualsiasi la Merkel, scortata da un discreto servizio d'ordine, è entrata da un ingresso laterale nel sito archeologico e si è abilmente confusa con gli altri visitatori, che non l'hanno riconosciuta. Quindi imbarco al porto di Pozzuoli a bordo dell'auto blindata, scortata sempre dagli agenti: destinazione Casamicciola Terme. Per alloggiare, come sempre, al suo buen retiro preferito di Ischia, l'albergo Miramare di Sant'Angelo.

Commenti
Ritratto di pinox

pinox

Dom, 05/04/2015 - 17:35

e ci facciamo anche prendere per il cxxo da questa carogna che ha distrutto di proposito migliaia di aziende italiane. STAI A CASA TUA NAZISTA!!!!

Brigida

Dom, 05/04/2015 - 19:31

Certo che siete proprio informati! L'Isola d'Ischia ha 6 comuni con i relativi sindaci. Ferrandino è/era del Comune di Ischia, la Sig.ra Merkel trascorre le vacanze nel Comune di Serrara Fontana il cui sindaco è liberissimo e non c'entra nulla con l'attuale inchiesta. Inoltre la Sig.ra Merkel trascorre le sue vacanze qui da 25 anni e mai ha avuto a che fare con la politica locale. Si rispetta il suo desiderio di riposo e per chi ha già lasciato qui un commento (primitivo, mi permetta!): La Signora fa esattamente quello per cui i tedeschi l'hanno votata. Gli interessi del suo paese come lo dovrebbero fare i nostri di governanti ma quelli, complici i media, cercano le colpe altrove per non ammettere il proprio fallimento. Giusto per precisare con un saluto da Ischia.

moichiodi

Lun, 06/04/2015 - 18:19

La Merkel sbarca a Ischia ma il sindaco è in galera. secondo il giornale la merkel è andata a ischia per salutare il sindaco! bella questa! come tante altre.

Romasso

Lun, 06/04/2015 - 21:39

Un articolo scritto per compiacere lettori settentrionali superficiali e prevenuti. L'isola d'Ischia ha sei comuni. La Merkel è sbarcata nel comune di Casamicciola, dove il sindaco è regolarmente in carica, e si è recata a Sant'Angelo, facente parte del comune di Serrara Fontana, dove il sindaco è altrettanto in carica. Il sindaco arrestato è del comune di Ischia, che non c'entra niente con gli itinerari della Merkel. La prossima volta siate più informati e meno compiaciuti.

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Mar, 07/04/2015 - 08:51

pinox, non sapevo comandasse in Italia la Merkel pensavo comandasse in Germania o sbaglio? Si vede che sei un compagno di merrrda difendendo il governo comunista italiano.

Ritratto di pinox

pinox

Mar, 07/04/2015 - 21:34

franco_De, sei solo un cxxxxxo: la politica di rigore che ha mandato in deflazione l'europa di chi è figlia?