Michelle Obama attacca Trump: "Pessimo esempio per il mondo"

A far esplodere le polemiche è stato un video del 2005 in cui lo stesso candidato racconta come seduce le donne: "Quando sei una star ti fanno fare di tutto"

Mandare alla Casa Bianca il candidato repubblicano Donald Trump, "sarebbe un pessimo esempio non solo per nostri figli ma anche per il mondo intero". Così la first lady, Michelle Obama, scagliandosi contro il miliardario durante un intervento a Manchester, in New Hampshire.

Se venisse eletto Trump sarebbe come dire "ai nostri figli che tutto ciò che stanno sentendo e vedendo va bene...che va bene umiliare le donne. Sarebbe come dire alle nostre ragazze che questo è il modo in cui vanno trattate", ha attaccato la first lady, sottolineando come il tycoon abbia ripetutamente "degradato le donne". Secondo Michelle, "è stato passato il limite ed è arrivato il momento di dire basta: noi non tolleriamo questo tipo di comportamenti nel nostro Paese", ha ammonito.

E ancora: "Non erano solo chiacchiere da spogliatoio...e sarebbe disonesto andare avanti come se nulla fosse...è il momento di alzarsi e dire basta". Secondo Michelle Obama, "questa non è normale politica. Non è normale. Riguarda cosa è giusto e cosa è sbagliato. Non possiamo esporre i nostri figli ad una cosa simile, neanche per un minuto e certamente non per quattro anni", ha ammonito Michelle. "Quale messaggio stiamo inviando alle nostre ragazze? E' una cosa che sento a livello personale - ha proseguito - penso che lo stesso valga per voi, soprattutto per voi donne. Il fatto di ritenere che si possa fare di tutto ad una donna è crudele, spaventoso - ha aggiunto - e onestamente fa male".

A meno di un mese dalle elezioni, Donald Trump è stato accusato da quattro donne di molestie sessuali. Le ultime due denuncie sono di oggi. Si tratta di Jessica Leeds e Rachel Crooks che hanno raccontato al New York Times di essere state abusate dal magnate del real estate.

"È solo un attacco politico - ha tuonato il candiato repubblicano - nulla di tutto ciò si è mai verificato. L'intero articolo è pura fiction". E ora sarebbe pronto a fare causa a tutti.

A far esplodere la campagna contro Trump è stata la pubblicazione di un filmato del 2005 in cui lo stesso candidato racconta come seduce le donne: "Le afferro per le parti intime - dice - quando sei una star te lo fanno fare. Ti fanno fare di tutto". Da allora sono spuntate dal passato violenze che non erano mai state denunciate prima.

Commenti

Massimo25

Gio, 13/10/2016 - 23:10

Parla questa...ma che schifezza.

Keplero17

Gio, 13/10/2016 - 23:33

C'è qualche altra donna che vuole presentare denuncia per molestie sessuali? Si faccia avanti adesso perché la campagna elettorale sta finendo. Le accuse di molestie finita la campagna non verranno più prese in considerazione.

Ritratto di vraie55

vraie55

Sab, 15/10/2016 - 11:13

Certamente Trump non diverrà mai Nobel per la Pace