Migranti, la notte della paura viene risolta col volontariato: è scontro con Macron

Sui centri di accoglienza decidono gli Stati. Parigi: toccano all'Italia. Conte: smentisco

Domani è un altro giorno, si vedrà, devono aver pensato i due Big d'Europa Macron e Merkel mentre convincevano il premier Conte a firmare le conclusioni del Consiglio europeo più tormentato che Bruxelles ricordi. Ma il day after della notte più lunga (e insonne) per l'Unione europea (nove ore di trattative, il via libera solo all'alba) prova che lo scontro nel Vecchio continente travagliato dalla questione immigrazione non è destinato a placarsi nemmeno per qualche ora. E il risveglio più brusco è per l'Italia, nonostante la promessa della Ue di restare al nostro fianco. Tutto condensato nella formula-trappola per il nostro Paese, quell'espressione «unicamente su base volontaria» che compare al punto 6 dell'intesa e lascia ai singoli Paesi libertà di decidere se accogliere «i migranti che vengono salvati, a norma del diritto internazionale». Un modo per dire che tutti gli altri Stati membri potranno scegliere sull'apertura di centri di accoglienza, tranne i soliti: Italia, Spagna e Grecia, inchiodati al trattato di Dublino.

Se ce ne fosse bisogno, a precisarlo dopo aver incassato la firma italiana, è di nuovo il presidente Macron, trasformatosi solo per qualche ora nell'uomo della mediazione, (soprattutto per conto della mentore Angela Merkel) e tornato immediatamente dopo nel ruolo di arcinemico dell'Italia, come ormai non smettono di rinfacciargli Matteo Salvini e l'ala dura del governo di Roma. Sì, perché nel frattempo, il capo dell'Eliseo si affretta a precisare che «la Francia non aprirà centri di accoglienza per migranti» e che «il concetto di Paese di primo arrivo non è cancellabile». «Ci sono Paesi di prima accoglienza in Europa - spiega molto chiaramente il leader francese - È la regola di Dublino. Questi Paesi hanno una responsabilità» e l'accordo «non esonera dalla responsabilità». Il regolamento di Dublino, insomma, resta in piedi così com'è. Incluso l'obbligo di accoglienza dei Paesi di primo ingresso come l'Italia. La sua riforma è rinviata a tempo indeterminato. E lo schiaffo per Roma è talmente forte che, dopo aver esultato per l'intesa nelle prime ore del mattino, appena dopo (mentre nel frattempo ha sentito Matteo Salvini) Conte rimette l'elmetto: «Macron era stanco, abbiamo lavorato fino a notte fonda, lo smentisco. Nell'articolo 6 non si fa riferimento a un Paese di primo transito e nell'articolo 12 si parla della riforma del regolamento di Dublino». In realtà, nell'intesa compaiono solo vaghi propositi: «È necessario trovare un consenso sul regolamento di Dublino per riformarlo», si legge nelle conclusioni. E oggi più che mai questo consenso appare lontano.

Non è un caso che per il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk «non si possa parlare di un successo» e che a esultare per «una vittoria gigantesca» (parole del premier polacco Mateusz Morawiecki) siano i Paesi del gruppo Visegrad (Polonia, Repubblica ceca, Slovacchia e Ungheria): «Insieme siamo riusciti a prevenire la redistribuzione obbligatoria degli immigrati». E non sono gli unici a potersi considerare soddisfatti. Angela Merkel, con l'indispensabile aiuto francese, raggiunge un accordo di riammissione sui movimenti secondari con Grecia e Spagna (l'Italia è fuori, «la priorità del governo al momento è un'altra», dice Conte). Frau Kanzlerin si salva, per ora, dalle forche caudine a cui l'avrebbe costretta il ministro dell'Interno Seehofer se non avesse ottenuto garanzie sui migranti che dalle coste europee poi si spostano verso il Nord Europa.

Chi resta a mani vuote sembra proprio Conte. Sostiene di aver bullizzato «un pochino» la Ue, si dice soddisfatto all'80% e attribuisce il 70% a Salvini, che pure chiosa: «Non mi fido delle parole». Intanto viene sbeffeggiato per il siparietto della notte: «Sono un professore di diritto, voglio usare un approccio legale», ha detto ai colleghi di Bruxelles. Costringendo lo svedese Stefan Lofven e il bulgaro Boyko Borisov a replicare: «Io sono ex saldatore» (il primo) e «io un ex pompiere» e «questo non è il modo di negoziare».

Commenti
Ritratto di jasper

jasper

Sab, 30/06/2018 - 08:11

Ma.La cosa positiva è che tutte le navi pirate ONG non potranno più sbarcare nei porti Italiani e non potranno ostacolare i Guardiacoste Libici Così i c.d.'migranti' non potranno più partire dalla Libia e non ci saranno più naufragi. Infatti se i c.d.' "spiaggiati" in Libia, vedendo che non possono prendere il mare per poi imbarcarsi nelle navi pirate ONG se ne dovranno tornare indietro dato che in Libia non avrebbero vita facile. Ora l'Italia dovrà intensificare i rimpatri e le deportazioni in Africa di tutti i c.d.'migranti economici'. Avanti tutta...

denis1

Sab, 30/06/2018 - 08:19

E con la storia dei migranti non si è più parlato di quella pescosissima fetta di mare ligure che la francia ci ha elegantemente soffiato e per la quale i nostri pescatori malediraqnno eternamente i nostri governanti, sia quelli eletti che quelli non eletti

giolio

Sab, 30/06/2018 - 08:21

mania italiana quella di farsi bello ..... e magari il saldatore e il pompiere parlano tre lingue Forse Conte imparerà ,conta come ti comporti, certo, importante avere studiato ,ma bisogna tenerselo per se (lei non sa chi sono io...effetto contrario)

acam

Sab, 30/06/2018 - 08:34

senta cara gaia una pecca dell'italia sono molti giornalisti non pi La il FAZ autorevole quotidiano come lei sa definiva quella non vittoria di conte come una Vittoria dell'italia. ora se tutto la stampa italiana aiuta gli stati esteri ad esser egemoni, beh il popolo italiano dovrebbe eimgrare tutto in africa cove potrebbe fare cio che vuole senza le vostre critiche e il popolo italiano ha dimostrato di saper fare da tremial anni se non sbagli man esisteva la stampa. la conclusione é che quei dodici punti possono essere da un verso letti da macro da un'altro da Angela e dall'altro dal governo che gli italiani non hanno saputo eleggere e che la stampa non voul sostenere come si deve. A Salvini non rimane altro che tenersi i soldi andare in libia consolidare la difesa costiera e formare la difesa delle frontiere terrestri 20 miliardi bastano e avanzano se moavero é davvero il tanto decantato genio politico, la Francia si ritrova tutto in algeria... 1 continua.

acam

Sab, 30/06/2018 - 08:39

2) una bella flotta di veloci guardia coste armate da dare anche un po ai libici, aiuti costruttivi missionari pe debellare la piaga dell'islamismo che frena il paese. possibilemte da espandere anche alla tunisia. Lo doveva fare renzi al momento opportuno sarebbe stato piu facile ma ha voluto lperdere lel elezioni. tutto questo per insegnare a boeri che sappiamofare da soli e questo da tremila anni

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 30/06/2018 - 08:45

volontariato?? aspetta e spera

pier1960

Sab, 30/06/2018 - 09:05

se veramente l'italia ha firmato questo bidone, allora siamo alle solite..... peccato!

Tms

Sab, 30/06/2018 - 09:16

"la soluzione è il volontariato", quindi : "nessuna soluzione fino a quando non si trovano volontari". Correte, correte, ci sarà la fila per accaparrarsi le "risorse" ! ahahahahaha...da farsela nelle mutande dal ridere!!

Ritratto di cuginifabio

cuginifabio

Sab, 30/06/2018 - 09:17

COME MAI PER " LE FIGARO' " IL VERO LEADER IN EUROPA E' L'ITALIA TITOLI COMUNQUE DI ALTRI QUOTIDIANI EUROPEI, MENTRE PER I GIORNALAI ITALIANI IL NOSTRO PREMIER IN PRATICA NON HA RAGGIUNTO NESSUN ACCORDO. DISINFORMARE COME SEMPRE IL POPOLO CHE A VOSTRO VEDERE SON DEI PECORONI. ADNATE AVANTI COSI'

marcinco64

Sab, 30/06/2018 - 09:20

Ok, cari Conte e salvi, questo primo round l'abbiamo preso nel di dietro. Forza, non si molla neanche di un millimetro, non siamo di sinistra! ora la nostra quota fondi per la Turchia ce li teniamo per migliorare i CENTRI DI DETENZIONE per i CLANDESTINI e li rimpatriamo subito. E stop ONG!

steluc

Sab, 30/06/2018 - 09:54

Vero , come molti postano , non è un grande accordo . Ma c'è un ma .Fatto salvo che NESSUNO vuole migranti , perché il vento è cambiato e in Eu chi li piglia poi perde le elezioni , è data libertà ad ognuno di decidere . Anche a noi. Avessimo il pd al governo , sarebbe un dramma, ma non c'è più e può diventare un'opportunità, e i sondaggi premiano la linea Salvini. l'importante è non recedere.

robertino

Sab, 30/06/2018 - 09:54

Non capisco tuttora come il Governo non abbia fatto leva sui altri 3 milliardi per la Turchia, quali mettano al riparo la Germania e i cosiddetti paesi Visegrad. Siamo proprio fessi. Paghiamo e contribuiamo per tener chiusa la rotta balcanica mentre l'Italia resta col cerino in mano. Qui ci siamo fatti fregare alla grande. Spero almeno che e' rimasta la possibilita' di mettere ancora il veto su quei 3 milliardi. Io comunque sono molto deluso dall'esito di questo summit. E dire che abbiamo cominciato cosi bene....

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Sab, 30/06/2018 - 10:03

Ha una faccia da schiaffi, è ridicolo,lui lo sa,ma lo fa lo stesso.Piu' in la' non sorridera' piu', nere nuvole su parigi stanno arrivando.

sale.nero

Sab, 30/06/2018 - 10:08

Ma di che Europa parliamo!?!?!? E' bastato il problema Africa per mettere in crisi ogni rapporto e capire che ognuno guarda solo i propri interessi, le coalizioni di comodo e non quelli per una unione solidale.

Ritratto di s@ndrino...

s@ndrino...

Sab, 30/06/2018 - 10:09

NEURO landia ormai è un caso clinico

edo1969

Sab, 30/06/2018 - 10:10

pompieri bulgari e saldatori svedesi, gerontofili francesi e piccole führerine tedesche: tutti pronti a darci lezioni... ma che ci facciamo ancora in europa? carrozzone inutile, smontiamo l’euro e ciaone a tutti

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 30/06/2018 - 10:12

Non rimpiangerò mai abbastanza il mancato premierato di Salvini...

aldoroma

Sab, 30/06/2018 - 10:13

MACRON............chi sarebbe?

Duka

Sab, 30/06/2018 - 10:46

"VIENE RISOLTA CON IL VOLONTARIATO" tradotto una SCEMENZA che paghiamo tutti noi a caro prezzo da ogni punto di vista. Gli attori in campo che percepiscono buste paga da capogiro, I migranti che non hanno alternative ne soluzioni, Le porcherie e la vergogna in mare che continuerà imperterrita fino a quando ci saranno tasche (rosse) da riempire.

Ritratto di mario bonelli

mario bonelli

Sab, 30/06/2018 - 11:06

#DENIS - da quel punto di vista non devi preoccuparti. L'accordo è saltato -fortunatamente- ed oltretutto non è mai stato ratificato dal nostro Parlamento, anche perché Renzi, inspiegabilmente, non lo ha mai presentato alle Aule per l'indispensabile ratifica. Resta da spiegare, da parte dell'ineffabile Renzi, il motivo del Trattato, ormai ripeto lettera morta, ma soprattutto le sue ragioni e per quale motivo, nel testo sono del tutto assenti credibili contropartite. In difetto Renzi stesso, oltre ai promotori del Trattato.potrebbero venire incriminati per alto tradimento, avendo ceduto, senza visibili contropartite, ad uno Stato estero parte del territorio nazionale. Se avessimo un'altra Magistratura.....

Anonimo (non verificato)

Una-mattina-mi-...

Sab, 30/06/2018 - 11:09

BENISSIMO: LA REGOLA DEL PAESE PIU' VICINO DEVE VALERE PER TUTTO, PER CUI LA FRANCIA SE NE VADA IMMEDIATAMENTE DALL'AFRICA, OVE CREA INFINITI PROBLEMI AI "PAESI PIU' VICINI", E VENGA SOSTITUITA DA MILITARI, IMPRESE, PERSONALE ITALIANO. SE NONSTRI GLI ONERI, ANCHE GLI ONORI E I GUADAGNI, CARI TRUFFATORI FRANCESI

elpaso21

Sab, 30/06/2018 - 11:10

Un accordo su temi così importanti non si fa in tre ore. Sono solo linee guida. Oltretutto se quanto stipulato non ci fa comodo lo rifiuteremo.

Holmert

Sab, 30/06/2018 - 11:10

Ma questo Conte dove lo hanno preso i grillini, da una sfilata di moda? Io avevo scritto da subito che quell'accordo era un pateracchio,ma non mi hanno pubblicato.Ora lo scoprono anche i giornali che avevano esultato. Ma come dico io , ognuno bada ai cavoli propri e poi accusano l'Italia di tirarsi indietro. Macron continua a ripetere come un mantra,che l'accoglienza spetta al paese di prima accoglienza. Ecco un politico con le pxlle doveva dire "o apriamo i porti tutti ,Francia compresa, oppure noi i porti li chiudiamo".L'Italia è di prima accoglienza perché altrove non li lasciano entrare. Aprite i porti e poi vediamo a chi tocca la prima accoglienza. A quanto pare pochi africani desiderano venire o restare in Italia. Prima accoglienza, ci credo, siamo stati solo noi aperti sino ad ora.

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 30/06/2018 - 11:12

"Questione migranti risolta con il volontariato". Potevate risparmiare tempo, fatica e soldi dei contribuenti per truvare una soluzione simile che, a mio avviso, sarà inutile e impraticabile. Cosa accadrà se nessono si propone come volontario per accollarsi il problema. Conte, ti hanno "fregato alla prima uscita".

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Sab, 30/06/2018 - 11:26

Del fallimento del vertice lo si sapeva gia,ma c'è stata la spinta di mattarella.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Sab, 30/06/2018 - 11:26

Vantarsi di essere "professore di diritto" potrà essere sbagliato ma vantarsi di essere saldatore o pompiere (sempre che siano veramente capaci a saldare o spegnere incendi) in un contesto dove queste competenze sono del tutto fuori luogo è proprio ridicolo.

carpa1

Sab, 30/06/2018 - 11:44

E ove starebbe il problema? Non si può o non si VUOLE, stanti i fatti di oltre un lustro in cui è successo di tutto che ai tempi di Dublino non era prevedibile, disdire unilateralmente quell'accordo? Ebbene: 1)porti chiusi a qualunque naviglio in odore di trasportare clandestini (nessuno sbarco e niente rifornimenti); 2)marina e guardia costiera a vigilare che nessuno di quelli di cui al punto 1 entri nelle acque territoriali italiane; 3)niente più fondi all'Europa per la gestione immigrazione ma vengano utilizzati per creare campi BLINDATI in cui ospitare clandestini che devono essere rimpatriati; 4)agevolare, dove possibile, la fuoriuscita di coloro che desiderano entrare nei paesi limitrofi (Francia in primis, il confine è lungo e poi... c'è il mare; sono venuti dalla Libia, vuoi che abbiano problemi ad andare in Francia?).

honhil

Sab, 30/06/2018 - 11:47

Da qualche parte qualcuno scrive stamattina che Conte stava per mandare tutto all’aria e che c’è lo zampino di Mattarella dietro questo accordo capestro. Ma può l’inquilino del Quirinale andare contro la volontà della maggioranza degli italiani? Evidentemente sì. Ma, allora, che differenza c’è tra uno che evade per puro egoismo e un presidente della Repubblica che dell’egoismo ideologico ne fa un vangelo, il suo vangelo?

Anonimo (non verificato)

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 30/06/2018 - 12:03

Quel delinquente rosso di Minnitti era ben felice di collaborare con le navi pirate ONG. Migliai di c.d.'migranti' questo cialtrone ha fatto sbarcare in Italia. Lui, il cialtrone comunista, la definisce 'solidarietà' il suo fare criminale.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 30/06/2018 - 12:11

Duka - 10:46 Provi a fare una riflessione: considerato che questo accordo (non proprio un perlina) è un punto di partenza, tanto che ad ottobre sarà riesaminata la situazione, a lei sarebbe piaciuto cosa, che l'Italia avesse imposto a tutti i paesi membri la non volontarietà? Sarebbe finito tutto prima di iniziare con il francese reprobo a emanare dictat del piffero. Adesso andiamo alla prova dei fatti e se nessuno collaborerà l'Italia avrà un motivo in più per opporsi ad un'immigrazione incontrollata con i propri mezzi ed uomini. Anche a costo di vedere il mediterraneo pieno di cadaveri, visto il rifiuto degli altri stati. L'Italia era sulla via della rottamazione a SPESE PROPRIE, alla faccia dei nostri poveri, disoccupati, precari etc.: non vede che la Ue massonica ci vuole strangolare anche economicamente? Come pensa di uscire da questo empasse, mettendosi a pecora?

giannide

Sab, 30/06/2018 - 12:28

la Francia ha le coste sul mediterraneo, quindi sarebbe di prima accoglienza, non lo è solo perchè si rifiuta di accogliere

ciruzzu

Sab, 30/06/2018 - 12:31

Sembrerebbe dopo la prima enfasi che la coppia maestra di truffe Markel e Macron l' abbiano spuntata e direi con le carte vinta.Credo che invece nella pratica grazie a Salvini, non sia cosi fosca.Salvini dice che non fa piu' sbarcare ong,barconi e altro difendendo anche i confini terrestri, percio' si ammasseranno migliaia di clandestini ai confini, ma in altri paesi, tipo Austria, Malta, Spagna,Grecia.Noi abbiamo solo un compito tenere duro con SALVINI, E PRENDERE ACCORDI CON lIBIA tUNISIA PER I RIMPATRI.oVVIAMENTE TOGLIENDO SUBITO I RICORSI E GLI AVVOCATI PAGATI DA NOI, FACENDO UNA LEGGE CHE I RIMPATRI SONO PERTINENZA DELLE QUESTURE.

ohibò44

Sab, 30/06/2018 - 12:55

Conte “È necessario trovare un consenso sul regolamento di Dublino per riformarlo”, comunque Merkel e Macron possono stare tranquilli continuerò a genuflettermi per poter leggere sulla stampa internazionale che sono un buon primo ministro (minuscolo) Fin qui c’era arrivato pure bofonchio Prodi Per fortuna c'è Salvini perché questo conta meno del due di picche quando la briscola è cuori

tosco1

Sab, 30/06/2018 - 12:58

Sembrerebbe che Micron abbia scelto Conte (come accadde al soldato Shulz) come volontario imposto per una missione pericolosa:quella dei migranti. Micron Merkel due personaggi molto discutibili di cui fidarsi e' impossibile.Ed hanno fatto un disastro.Hanno detto :"Ed adesso scegliamo un volontario per una missione estremamente pericolosa:tutti quelli che si chiamano Conte facciano un passo avanti. E Conte ha fatto il passo avanti."

carpa1

Sab, 30/06/2018 - 13:03

E ove sarebbe il problema? Non si può o non si VUOLE, stanti i fatti di oltre un lustro in cui è successo di tutto che ai tempi di Dublino non era prevedibile, disdire unilateralmente quell'accordo? Ebbene: 1)porti chiusi a qualunque naviglio in odore di trasportare clandestini (nessuno sbarco e niente rifornimenti); 2)marina e guardia costiera a vigilare che nessuno di quelli di cui al punto 1 entri nelle acque territoriali italiane; 3)niente più fondi all'Europa per la gestione immigrazione ma vengano utilizzati per creare campi BLINDATI in cui ospitare clandestini che devono essere rimpatriati; 4)agevolare, dove possibile, la fuoriuscita di coloro che desiderano entrare nei paesi limitrofi (Francia in primis, il confine è lungo e poi... c'è il mare; sono venuti dalla Libia, vuoi che abbiano problemi ad andare in Francia?).

acam

Sab, 30/06/2018 - 13:04

anche il faz da l'italia per vincitrice, come dicevo i giornalisti italiani ancora di pendono da re Giorgio ma non sarebbero meglio i savoia?

tosco1

Sab, 30/06/2018 - 13:25

Questa cosa di Mattarella sarebbe veramente grave.Cosa c'entra Mattarella con le decisioni prese dai rappresentanti del popolo italiano?Per me sarebbe gravissimo per chi l'ha fatto(Mattarella) e per Conte che ha firmato.Mattarella non ha scelte politiche di sua spettanza. Guardiamo cosa fece Napolitano, che dette il suo consenso acche' la NATO(ente difensivo) andasse in Libia a fare fuori un amichevole Gheddafi.E i danni,chi li paga.?

Ritratto di karmine56

karmine56

Sab, 30/06/2018 - 14:31

In pratica Conte si è fatto infinocchiare.

fifaus

Sab, 30/06/2018 - 14:42

tosco1: già accaduta un'interferenza del genere: Napolitano - Berlusconi...