Milano, centri sociali impuniti dal Comune

Silvia Sardone, consigliera di Forza Italia a Milano, attacca per l'immobilismo del Comune davanti all'occupazione di via Esterle

Le occupazioni abusive dei centri sociali continuano ad essere impunite. A Milano "omai non si nascondono nemmeno più in Via Esterle dove da oltre un anno gli ex bagni pubblici sono occupati dai centri sociali e da numerosi immigrati irregolari. Dalla strada si vedono numerosi striscioni, con i soliti slogan antifascisti, e ieri, in particolare, c'è stata anche un'assemblea", dice Silvia Sardone, consigliere comunale di Forza Italia.

La Sardone, solo alcune settimane fa era entrata, nella struttura occupata da decine di clandestini che vivono lì, "in condizioni igienico-sanitarie pietose" con i loro bambini. "I centri sociali gestiscono la struttura con persino una specie di mensa sociale per gli immigrati. Insomma illegalità sommata ad illegalità. Il Comune, incredibilmente, - attacca la Sardone - nulla fa per bloccare questo abuso e continua a trattare questa situazione con uno scandaloso immobilismo. Mentre la zona chiede spazi di socialità e una riqualificazione della struttura il Comune risponde con il menefreghismo e lasciando che una propria struttura sia occupata, in barba a ogni regola". "Possibile - si chiede la consigliera forzista - che a Palazzo Marino non abbiano proprio a cuore la legalità e che, per l'ennesima volta, consentano questi abusi ai centri sociali?"

Commenti

curatola

Mar, 27/02/2018 - 07:17

manifestare é sacrosanto come fermare e schedare chi lo fa con violenza e uso di armi improprie e danneggia. Fa ridere lo schieramento timido e debole delle forze dell'ordine che non sa come fare per isolare i fanatici dello sport e della politica. Basta copiare le polizie di altri paesi europei o bisogna trovare un sostegno politico da parte dei cittadini ?