Minaccia Isis ferma il rock Evacuate 80mila persone

La polizia decide di sospendere il «Rock am ring» la più grande kermesse tedesca: «Allarme serio»

La minaccia era concreta, il pericolo imminente. Nonostante 1200 poliziotti impegnati a proteggere il divertimento, la musica, la vita di sempre di ottantamila persone, soprattutto giovani, che si erano dati appuntamento a Berlino, sul circuito del Nürburgring, sul tracciato automobilistico vicino alla cittadina di Adenau nell'Eifel. Ottantamila ragazzi arrivati da tutto Europa per godersi un appuntamento cult, il Festival Rock am Ring, musica rock e metal che si tiene ogni anno da trentadue anni in Germania. La musica ancora come obiettivo, stavolta probabilmente scampato, ancora i giovani, il futuro, il divertimento come nemico. Il festival, se si esclude gli anni che vanno dal 1989 al 1990 in cui non si è celebrato, ha sempre radunato una folla immensa e molti dei più famosi e celebrati artisti rock del mondo si sono esibiti qui. Dal ventidue anni poi si svolge, in contemporanea al Rock am Ring, il Rock im Park, una specie di festival gemello allo Zeppelinfeld di Norimberga. Tutto cancellato, tutto sospeso, proprio mentre stava suonando Liam Gallagher, fondatore degli Oasis. Molte band in programma, c'erano anche i Bastille e i Rammstein. Via tutti l'ordine di polizia e organizzatori. La polizia di Coblenza ha fatto sapere che «ci sono ragioni legate a una possibile minaccia terroristica che non deve essere esclusa». Così proprio per garantire la sicurezza dei partecipanti, la polizia ha fatto sapere in una nota che «si è deciso di sospendere il festival per un giorno». «Dopo il recente attaccoa un concerto a Manchester le misure di sicurezza per il Rock am Ring erano state rafforzate e il numero di addetti alla sicurezza era stato amentato in maniera significativa, fino a 1200 unità». «Siccome il rischio» di attacchi terroristici «non poteva essere immediatamente escluso sono state prese tutte le misure necessarie», hanno aggiunto le autorità di polizia. I primi a lanciare l'allarme sono stati sui social gli organizzatori del festival. «La polizia chi ha detto di interrompere il festival a causa di una minaccia terroristica - si legge su Facebook - Chiediamo a tutti i partecipanti di allontanarsi dall'area e di dirigersi verso l'uscita e il campeggio in modo calmo e controllato». L'organizzazione del festival Rock am Ring spera di poter riprendere i concerti domani (cioè oggi, ndr(). Nel frattempo invitano tutti i partecipanti al lasciare il luogo del concerto e i campeggi. Mentre la polizia tedesca ha comunicato agli organizzatori che la manifestazione, che sarebbe dovuta durare fino a domenica era sospesa». La folla ha evacuato la zona in tutta calma e non ci sono stati problemi. Ma la paura c'è sempre. Perchè ormai nessun posto è sicuro. Soprattutto dove i ragazzi si divertono.