Proposta Lorenzin: asse azzurri-dem su Marchini

Il ministro Ncd: alleanza anti M5s. E Tronca costituisce il Comune parte civile per Mafia Capitale

Il candidato sindaco di Roma, Alfio Marchini

Sembra ormai chiaro che Alfio Marchini sarà uno dei pretendenti alla poltrona di sindaco di Roma. Resta da capire per conto di chi. Visto che gli ultimi sondaggi danno in forte crescita il M5S, sarà difficile per destra e sinistra riuscire a vincere la partita. Ed ecco allora l'ultima idea. La avanza il ministro della Salute Beatrice Lorenzin (Ncd). Se Marchini non si «spiaggerà sul centrodestra», dice, potrebbe essere l'uomo giusto per un fronte unico. Un fronte che unisce centrodestra e centrosinistra. Il nome della Lorenzin era uscito nei giorni scorsi come possibile candidato del centrosinistra. E questo suo endorsement su Marchini ha il sapore di un passo indietro che la diretta interessata spiega così: «Non mi candido, voglio finire il mio lavoro come ministro e poi c'è un altro motivo - aggiunge - che pesa 12 chili: i miei due gemelli». L'idea Marchini come «quadratura del cerchio» è un modo per arginare l'onda dell'antipolitica sostenuta dai grillini. Che la Lorenzin spera di fermare combattendo con le stesse armi. «Non faccio l'inno al civismo - spiega - ma ora bisogna andare oltre i partiti. Roma ha bisogno di un contenitore dove stanno insieme colori politici anche diversi». Altrimenti «si rischia di consegnare la città ai grillini». Marchini, però, non piace a tutti. Nonostante la stima di Berlusconi, che dell'imprenditore ha apprezzato l'impegno profuso nell'opposizione alla giunta Marino, il «candidato» della Lorenzin non trova molti consensi a destra. «Prima di puntare su un civico come Marchini - ribatte Francesco Storace (la Destra) - che certo non è rappresentativo del mondo di destra, abbiamo il dovere di provarci». Gli fa eco Giorgia Meloni (Fdi) che, scartata l'ipotesi Marchini, punterebbe più che altro su programmi condivisi ed eventualmente su primarie del centrodestra. A sinistra c'è chi è più possibilista sull'idea avanzata dalla Lorenzin. A iniziare da Patrizia Prestipino, tra i nomi di spicco del Pd romano. «Se si supera l'alleanza con Sel - spiega - e si sposta l'asse più al centro, Marchini potrebbe essere il candidato ideale». Più che al candidato, però, la Prestipino pensa al modo stesso di guardare il «caso Roma». La città è allo sbando, dice, e il Pd è al minimo con 3mila iscritti. Per Prestipino anche «lo spettro di Marino che si ricandida non fa che frammentare ancor di più l'elettorato tra chi è con Marino e contro Renzi e viceversa».

La nuova vita della Capitale commissariata è stata animata dall'incontro (un'ora circa) tra Francesco Paolo Tronca e il premier Renzi e dalla nomina dei sei sub-commissari che affiancheranno lo stesso Tronca: si tratta di Ugo Taucer (attuale capo di gabinetto della Prefettura di Milano), Iolanda Rolli, Livio Panini D'Alba (già viceprefetto con incarico speciale presso la Prefettura di Milano per l'Expo), Clara Vaccaro, Giuseppe Castaldo e Pasqualino Castaldi. Oggi, poi, il commissario vedrà i direttori dei 15 municipi per confrontarsi sulle urgenze amministrative della città. C'è attesa poi per il cosiddetto «dream team» renziano per il Giubileo che dovrebbe nascere domani. E oggi inizia il processo Mafia Capitale con il comune di Roma parte civile dopo la costituzione dello stesso Tronca.

Commenti
Ritratto di jasper

jasper

Gio, 05/11/2015 - 09:05

Solo un idiota darebbe il proprio voto ad uno che viene da una famiglia comunista.

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 05/11/2015 - 09:09

Bene, ridateci la DC! questi fanno proprio di tutto per alimentare l'astensionismo.

pupism

Gio, 05/11/2015 - 09:14

Io la penso come Salvini. Nessun accordo con i rinnegati dell'NCD e con chi sia stato connivente con la sinistra come la famiglia Marchini (noti costruttori romani de sinistra).....Tanto peggio per i Romani se vogliono continuare ad affidarsi ai loro aguzzini...

antipifferaio

Gio, 05/11/2015 - 09:45

Peggio che andar di notte...fate una lista destra-sinistra per giunta con NCD e non di meno con la ministra della sanità che sta massacrando gli italiani...e non consegnerete solo Roma ai grillini. ma tutta l'Italia.... Quando la gente brancola nella nebbia si aggrappa al primo che passa e guarda caso da quelle parti sta per passare grillo e soci.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 05/11/2015 - 09:51

La notizia non è nuova. Già ieri Il Fatto così titolava: "Alfio Marchini possibile candidato di Pd e FI contro deriva M5S". Mi auguro che FI non segua Lorenzin (ormai un’estranea al popolo di destra) in una folle coalizione di “tutti” contro M5S. Le conseguenze potrebbero essere dirompenti, soprattutto a spese del centro destra. Conosco numerosi sostenitori della destra che di fronte ad una tale innaturale alleanza con Renzi (ed Alfano) pensano di reagire votando proprio quello che non è e non può essere il nemico comune, cioè proprio M5S, che – per ora – ha almeno il merito di non essere coinvolto nei molteplici scandali della politica, da sinistra fino alla destra. Mi auguro in Berlusconi un atteggiamento consono alla storia politica sua e del suo elettorato. Non vorrei essere costretto a votare M5S, che per altro sta salendo nella stima generale nel bel paese.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 05/11/2015 - 10:06

Sarebbe un suicidio politico. La fine delle destra post Almirante, quella creata dal genio di Silvio. Votare insieme alla sinistra renziana? Non ci resta che piangere.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 05/11/2015 - 10:09

Sono di destra, anticomunista ed antifascista, non sono di Roma ma se lo fossi mai darei il mio voto ad un pasticcio di aggregazione tanto sciocca come la lista/Marchini destra e sinistra. MAI. Allora vincerà il grillame? Bene, sarà il peggior disastro di sempre, è vero, ma è l'ora che i romani imparino a scegliere da chi farsi governare. Veltroni Alemanno (il finiano) e Marino li han votati loro mica io. Mafia/capitale l'han vista nascere crescere e prosperare loro mica io. Quel che succedeva in Vaticano lo sapevano tutti loro, io no. In Svizzera dicono unusquisque faber fortunae suae.

Cheyenne

Gio, 05/11/2015 - 10:10

Il CD sbaglia a non essere unito nell'appoggiare Marchini, persona preparata e intelligente, magari votando una sua lista. I 5 stelle si forse vinceranno e finiranno di distruggere roma in quanto incompetenti e ignoranti su tutto. Tra l'altro il m5s racchiude tutto e il contrario di tutto non è affidabile

elgar

Gio, 05/11/2015 - 11:12

Alfio Marchini sarà pure una persona preparata ma non è di destra. E' di sinistra come estrazione. E, ovviamente, così si disorientano gli elettori dei due schieramenti che piuttosto preferiranno l'astensionismo. La destra abbia coraggio di crederci. E di essere ciò che è. Altrimenti lasci perdere. Se non si ha il coraggio delle proprie idee vuol dire che non si vale niente. E allora è giusto che vincano altri più determinati. E' una legge di natura. Vale anche in politica.

vince50_19

Gio, 05/11/2015 - 11:20

Bella roba! Politica morta e sepolta da anni: questi "lottano" per la cadrega e contro chi potrebbe scombinare piani di interessi non certo rivolti ai cittadini o a quest'ultimi rivolti in quantità insufficiente. Il potere per il potere! Un comportamento, questo proposto dalla ministra, del tutto vomitevole!

Gioortu

Gio, 05/11/2015 - 11:41

Lorenzin? Chi è costei?Il nulla del nulla.

little hawks

Gio, 05/11/2015 - 12:35

Se corre con la maglia del PD non c'è problema, se invece vuole i voti di altri partiti è veramente sfacciato.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 05/11/2015 - 12:42

@02121940, Lei, qualche tempo fa, sosteneva Marchini. Adesso dice che non lo voterebbe se fosse sostenuto anche dal PD. Le sembra coerente? Lei ha fiducia nella persona e nei suoi programmi, oppure ne fa solo una questione di schieramento? Della serie, se uno viene votato dal PD non è valido a prescindere, se viene votato dalla destra è valido a prescindere. Destra e sinistra insieme non possono votare mai nulla. Mi sembra un modo di ragionare totalmente astratto che prescinde da considerazioni di merito.

eureka

Gio, 05/11/2015 - 13:57

La Lorenzin si vede traballare la poltrona? Poteva appoggiarlo prima Marchino quando evidenziava il marcio che esisteva.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 05/11/2015 - 14:06

@liberopensiero. Notoriamente Marchini, non molto “quotato” a sinistra, si era spostato verso destra e perciò poteva servire per battere il candidato sinistro post Marino. Però una sua dichiarazione di qualche giorno fa è stata esplicita: pronto ad accettare il voto di chiunque, ma deciso ad andare avanti da solo. In altri termini Marchini non rifiutava i voti destra, ma in realtà puntava a quelli di sinistra. Può essere che tali valutazioni – non solo mie – siano infondate, ma non sono “incoerenti”. Comunque la mia eventuale “incoerenza” non è un problema suo, mentre è lei che coerentemente dovrebbe impegnare meglio il suo tempo, dedicandosi al suo lavoro, invece di importunare la gente su questo sito. Non le risponderò più, come del resto faccio con tutti. Buon lavoro.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 05/11/2015 - 15:44

@02121940, non vedo la ragione di scaldarsi tanto. Si sente "importunato" per così poco? Mi sembra che si potrebbe rispondere in modo più educato e cortese, trattandosi poi di argomenti politici che interessano tutti. Se Lei scrive tanti post ogni giorno, mi sembra normale che qualche critica possa arrivare, o pensa di essere infallibile? E comunque, al mio lavoro e all'impiego del mio tempo, a questo sì, ci penso da me, non credo sia un fatto che la riguardi.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 05/11/2015 - 15:59

Mi congratulo con un paio di commentatori che desiderano non essere importunati e ribadisco che mai la destra di B. dovrebbe accettare parentele e consociazioni con la sinistra che, rammento, non solo ha origini comuniste, cioè criminali, ma non ha oggi altra ideologia se non quella del potere. Consociativismo in Italia significa degrado e debito pubblico, stato ladro e maneggione. B. ha avuto il grande (ed unico) merito di tenere i comunisti lontani dal potere legislativo mentre erano padroni del paese. Merito epocale, storico. Non ci si può mescolare con loro né con il grillame che dei comunisti è il succedaneo. In democrazia (si fa per dire) il popolo comanda ed il popolo soffre. Dipende dalle scelte e dal grado di civiltà. Non dall'opportunismo che taluni chiamano politica.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Gio, 05/11/2015 - 16:48

Non esiste mai un'unica scelta per un incarico politico né mi pare che Marchini sia il genio fatto apposta per tale incarico ma a Roma occorre scegliere in base a un'appartenenza politica precisa. Marchini vuole solo avere i voti del Cd essendo sbilanciato a favore del fronte avversario. Se il Cdx deve perdere a Roma meglio farlo con dignità, preferendo ad un eventuale ballottaggio il M5s.

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 06/11/2015 - 09:25

Pnsa ai gemelli e nore cretinate.

Borbone

Dom, 24/01/2016 - 23:25

Ma la Lorenzin parla proprio lei, la Traditrice e saltatrice di poltrone ma ci faccia il piacere che tanto il suo turno sta scadendo le e rimasto a poco.