La minoranza Pd: "Ecco i nostri 10 emendamenti alla Legge di Stabilità"

Puntuale come un orologio, la minoranza dem è pronta a mettere i bastoni tra le ruote alla maggioranza di partito sulla Legge di Stabilità

Sono dieci gli emendamenti alla Legge di Stabilità che la minoranza del Pd si appresta a presentare durante l'esame al Senato. Non una proposta alternativa - dicono - ma la possibilità di migliorare quella che una volta veniva chiamata finanziaria.

"Siamo nel quadro della Legge di Stabilità. Non proponiamo un piano alternativo, stiamo facendo una proposta al governo che fa sottolineature grosse", ha spiegato al Nazareno, in una conferenza stampa con Gianni Cuperlo e Roberto Speranza, la senatrice Cecilia Guerra.

"Noi non facciamo il tifo contro il nostro Paese e contro il nostro governoNoi non facciamo il tifo contro il nostro Paese e contro il nostro governo", ha sottolineato Cuperlo rispondendo alle domande dei giornalisti. "Non facciamo il tifo perché le cose vadano peggio. Anzi, l'altra sera nella riunione dei gruppi mi sono riconosciuto nella linea del segretario".

Tra le proposte presentate dai tre parlamentari, la Google tax, per un intervento fiscale sulle società sovranazionali, l'abbassamento della soglia dei pagamenti contanti, la flessibilità in uscita, alcune migliorie sulla trasmissione telematica dell'Iva che consentirebbe un recupero sull'evasione fiscale di circa 40 miliardi di euro, l'abolizione della Tasi ai /33 degli italiani proprietari della prima casa.

"Non abbiamo lavorato nel senso dello stravolgimento della manovra, ma un dibattito va fatto. Ci sono alcune cose che proprio non ci convincono, alcune cose positive, e poi ci sono punti su cui pensiamo sia necessario intervenire con dei miglioramenti finalizzati a rendere più efficace l'azione del governo". Ed ancora, ha aggiunto lo stesso Cuperlo: "In termini complessivi noi avremo fatto un ragionamento un po' più coraggioso e innovativo sul fronte degli investimenti".

Piùà critico Roberto Speranza, illustrando la finalità delle proposte elaborate dalla minoranza Pd sulla manovra economica del governo: "È la Legge di stabilità del Pd o del Partito della Nazione? Noi vogliamo batterci fino in fondo su questo punto decisivo, perché il Pd resti fino in fondo un grande soggetto di centrosinistra".

"Oggi, anche simbolicamente, abbiamo deciso di fare la conferenza stampa qui nella sede del Nazareno, perché questa è la nostra casa - ha aggiunto Speranza - Noi ci sentiamo fino in fondo del Pd e le nostre proposte di modifica della Legge di Stabilità, partendo dall'idea che il Parlamento non è un'assemblea di passacarte".

Commenti

Fradi

Gio, 05/11/2015 - 14:05

Quando un partito di governo si espone con un provvedimento così importante, le discussioni si fanno PRIMA, in sede di formulazione delle proposte. DOPO, chi non è d'accordo con il proprio partito deve lasciarlo (poltrona compresa).

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 05/11/2015 - 14:15

PD = partito delinquenziale! appoggiato da 20 milioni di italiani complici del sistema mafioso!