Missione Minniti: cambiare Triton. Ma l'Ue frena pure sul codice Ong

Il ministro del'Interno minaccia il ritiro delle navi dal contingente europeo. Oggi il vertice a Varsavia, trattative in salita

Roma - Sull'emergenza immigrazione continua il braccio di ferro con l'Europa di Marco Minniti, dopo il magro bottino ottenuto negli scorsi incontri con i partner Ue al Consiglio europeo e a Tallin. Oggi il ministro dell'Interno dovrà mostrare di nuovo i muscoli al vertice di Varsavia, sede di Frontex, dove vorrebbe rinegoziare con gli altri Stati l'operazione Triton, che prevede il salvataggio dei migranti nel Mediterraneo e l'obbligo per il nostro Paese di occuparsi di loro anche se arrivano a bordo di navi straniere. Ma la linea dura del governo si scontra con la frenata imposta dalla commissione europea pure sul codice di condotta delle Ong. La commissione vuole che l'Italia consulti le organizzazioni umanitarie prima di adottare le nuove regole, per poi procedere a una «approfondita analisi legale del testo». I tempi, dunque, potrebbero allungarsi rispetto alla scadenza originariamente prevista entro la fine di luglio. E nel frattempo tutto resterà come prima.

Triton, partita tre anni fa in accordo con le autorità italiane, si è rivelata un boomerang per il nostro Paese - che tra l'altro la guida, come ieri fonti comunitarie hanno voluto rimarcare - al punto che adesso Minniti ha intenzione di minacciare il ritiro dell'Italia dalla missione se non verranno cambiate le regole dell'accordo e se gli altri Stati non offriranno realmente il loro contributo. La strada è tutta in salita, ma il ministro è determinato a portare a casa qualche risultato per interrompere gli sbarchi di massa sulle nostre coste. Quello che vorrebbe ottenere dai rappresentanti degli altri governi partecipanti a Frontex è una diversa pianificazione dello schieramento delle navi nel Mediterraneo e della loro distribuzione nei porti, ma anche i trasferimenti forzati negli altri Paesi Ue dei richiedenti asilo sbarcati dalle imbarcazioni delle organizzazioni non governative.

L'idea è quella di costringere i Paesi che finanziano le Ong a farsi carico anche dell'accoglienza dei migranti fotosegnalati in Italia: dopo le normali procedure di soccorso, i profughi dovranno essere trasferiti in aereo nei paesi di origine delle navi che li hanno sbarcati sulle nostre coste. Minniti vorrebbe insistere anche sulla regionalizzazione dei soccorsi, provando ad ottenere aperture finora negate sulla possibilità che i migranti possano essere accompagnati anche in altri porti del Mediterraneo, anche se Francia e Spagna finora hanno detto no. Mentre la politica discute sulla possibilità di rivedere Triton, sul fronte operativo si registra un'importante novità con l'imminente arrivo del pattugliatore della Guardia di Finanza che monitorerà il tratto di mare davanti alla Libia, di supporto alla Guardia costiera locale, per tenere sotto controllo l'attività delle Ong e cercare di rallentare le partenze dei barconi carichi di disperati.

Commenti
Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 11/07/2017 - 09:27

Troppo tardi per cambiare le carte in tavola,non si può volere la bicicletta e poi lamentarsi che bisogna pedalare.Sono molto dispiaciuto perchè pagheremo noi italiani ma se fosse per loro festeggerei.

VittorioMar

Mar, 11/07/2017 - 09:39

...MINNITI! CORAGGIO!. SEI SOSTENUTO DALLA MAGGIOR PARTE DEGLI ITALIANI:VAI AVANTI !!....UNA INIZIATIVA DI "FORZA" SAREBBE OPPORTUNA...SENZA SPEZZARE LE... "RENI" A NESSUNO...!!

Ritratto di nando49

nando49

Mar, 11/07/2017 - 09:48

Si continua a fare "proclami" senza prendere drastiche decisioni sul problema clandestini. Si continua ad essere presi in giro da UE che vuole la disfatta del nostro paese con la sua invasione.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 11/07/2017 - 10:04

Pure la Grecia ha dimostrato di avere le palle utilizzando il suo diritto di veto sulla questione cinese per proteggere i suoi interessi e noi continuiamo a cincischiare piagnucolando e chiedendo inutilmente aiuto alla UE. Ritiriamo subito le nostre navi e chiudiamo i porti immediatamente, discuteremo dopo e questa, piaccia o non piaccia, é la sola via per essere finalmente ascoltati.

Ritratto di Kjitt

Kjitt

Mar, 11/07/2017 - 10:22

minniti: l' unico del PD con un progetto serio e con le competenze per portarlo a compimento. peccato che ha contro tutti suoi colleghi. comunque in bocca al lupo ministro siamo con te!!!

Duka

Mar, 11/07/2017 - 11:07

ALTRI GARANTITI DANNI IN VISTA-

glasnost

Mar, 11/07/2017 - 11:15

Non è vero nulla, i clandestini devono continuare a venire in Italia. Minniti è solo un altro dei pdioti messo li ad ingannare gli italiani dato che ha le "phisique du role". In realtà la scorsa settimana Soros (che cura l'interesse delle ONG per i migranti) ha incontrato Gentiloni.

fjrt1

Mar, 11/07/2017 - 11:23

Pienamente d'accordo con Giovanni P.

Ritratto di mina2612

mina2612

Mar, 11/07/2017 - 11:46

Ora siamo dentro ad una botte di ferro: abbiamo un comunista-comunista al governo, lui sì che sa come si tolgono le patate dal fuoco!

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Mar, 11/07/2017 - 11:56

Italia buttata nel cestino.

giancristi

Mar, 11/07/2017 - 12:19

L'incoscienza di Renzi la paghiamo noi italiani. Solo un deficiente poteva firmare un accordo che prevedeva lo sbarco di tutti i "migranti" in Italia!

Altoviti

Mar, 11/07/2017 - 12:32

L'Ungheria riesce a combattere le Ong perché l'Igtalia dev'essere da meno?

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 11/07/2017 - 12:34

Ma Alì il Comico non ha ancora capito che deve stare zitto? Più parla, più in Europa ridono. Sembrava che il suo omonimo iracheno fosse imbattibile quando, con i carri americani alle spalle, sosteneva la vittoria di Saddam, ma l'attuale Alì il Comico lo batte su tutta la linea. E' vero che quando parla non gli rispondono subito, ma non è perché stanno meditando sulla risposta da dare, ma perché non riescono a smettere di ridere. A questo ci ha ridotto Renzi: ad un nazione ridicoal.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mar, 11/07/2017 - 12:40

Emma Bonino ha documentato l’idiozia dei komunisti e compagni di mangiatoia che ci governano abusivamente, i quali, per qualche miliardo di marchette in più, hanno aperto i nostri porti a chiunque voglia scaricare da noi clandestini di ogni risma e nazionalità. La risposta sulle ong testimonia la malafede della disUE nei nostri confronti e il «peso e prestigio ricuperato dall’Italia», grazie ai sinistri, «in Europa e nel mondo». Troppa grazia, S. Antonio! Qualcuno li fermi!

marcomasiero

Mar, 11/07/2017 - 12:48

hahahahahahahaha ... siamo nelle mani di gentaglia incompetente che prima fa disastri e di fronte a disastri ancora maggiori piagnucola invece che agire in autonomia ... privi di attributi e di ogni traccia di midollo spinale !!!

i-taglianibravagente

Mar, 11/07/2017 - 12:49

Minniti vuole cambiare Triton? Ah siii? Anch'io voglio e allora? Cosa cambia?

Userlaser

Mar, 11/07/2017 - 13:30

Ministro Minniti, vorrei sapere perché quando parla agita tanto la testa. Mi mette a disagio al punto che quando la vedo parlare in televisione devo cambiare canale.

Ritratto di karmine56

karmine56

Mar, 11/07/2017 - 13:57

'Sti fessacchiotti hanno visto la carota ma non il bastone.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 11/07/2017 - 20:59

Ma basta, stiamo facendo la figura dei pirla per colpa di questi. Basta navi nei porti e stop, tirate fuori gli attributi o cambiate lavoro!