Mogherini, Stabilità e Ilva: le battaglie perse in Europa

Mai sbocciati i rapporti tra il premier e Bruxelles. Così l'Italia perde credibilità e ora si trova isolata. L'ultimo flop? Il braccio di ferro sul Salva banche

Roma - Una serie di passi falsi. Scelte di politica europea fatte in funzione di equilibri italiani. Campanelli di allarme ignorati, trattative andate male per mancanza di interlocutori. Il tutto con un costo consistente per i contribuenti e i risparmiatori. Il problema, spiegava ieri una fonte europea, è che la luna di miele tra Matteo Renzi e l'Ue non è mai iniziata. Appena insediato a Palazzo Chigi l'ex sindaco inserì nella lista delle cose da rottamare anche la «burocrazia» di Bruxelles. La premessa per un ruolo più attivo dell'Italia, pensarono in molti. Ma poi non è andata così. Dopo quasi due anni l'Italia in Europa è debolissima. In pessimi rapporti con l'esecutivo Ue, ma anche isolata rispetto agli altri partner comunitari.

CON IL PIEDE SBAGLIATO

I primi attriti risalgono alla precedente Commissione, quella guidata da Manuel Barroso. Il commissario Katainen manda una lettera all'Italia nella quale fa le pulci alla legge di Stabilità. Il governo pubblica la missiva. Renzi sfida Bruxelles: «È finito il tempo delle lettere segrete. Due miliardi li trovo anche domattina!». Ai due miliardi se ne sono aggiunti altri. La Commissione ha concesso lo 0,4% di Pil.

STABILITÀ, GIUDIZIO SOSPESO

Per il 2016 l'Italia ha fatto il bis e chiesto tutta la flessibilità possibile. Anche grazie ai rapporti sempre più tesi e alle irritualità ora sono a rischio 10 miliardi già inseriti nella legge di Stabilità, ma sui quali la Commissione darà il via libera solo in primavera. Agli occhi dei partner europei come la Germania è la dimostrazione che l'Italia non è affidabile. La conferma di un pregiudizio, che rischia di colpire anche il presidente della Bce Mario Draghi, accusato dai tedeschi di finanziare con la politica monetaria europea, la spesa pubblica di stati poco rigorosi come l'Italia.

NOMINE SBAGLIATE

I rapporti non migliorano nemmeno con la commissione guidata da Jean Claude Juncker. La sfida di Renzi all'euroburocrazia si traduce in una irritualità ostentata che non piace per niente alle istituzioni europee. Impone Federica Mogherini come Alto rappresentante agli esteri, forse ignorando che quel commissario è per definizione lontano dai dossier che più interessano l'Italia. Quelli interni ed economici. Il costo è alto. Al posto di Mogherini l'Italia avrebbe potuto ottenere la presidenza del Consiglio Ue (con Enrico Letta magari) e un commissario. Poi più euroburocrati. Renzi li odia ma sono loro a fare la differenza.

BANCHE, PAGANO I RISPARMIATORI

La debolezza a Bruxelles si ripercuote su tutti i principali dossier. La trattativa con la direzione concorrenza sul «salva banche» è un fallimento. Le colpe sono anche dei governi precedenti, ma l'esecutivo Renzi non riesce a convincere Bruxelles che i salvataggi non avverrebbero con soldi pubblici. Pagano azionisti e obbligazionisti. Il rischio è che le banche diventino il grimaldello per imporci la troika.

FLOP ILVA E IMMIGRAZIONE

L'Italia ha sostanzialmente perso due battaglie. Quella sul controllo dei confini poi quella sulla redistribuzione dei profughi. Questa volta siamo in sintonia, ma inciampiamo sul mancato controllo delle impronte agli immigrati. Parte una procedura di infrazione. Male anche sull'Ilva, al centro di due procedure di infrazione. Una sulle norme ambientali e l'altra (un preavviso) per aiuti di stato. Ancora una volta, mancanza di fiducia e una gestione goffa degli affari europei. Il conto lo pagano, in un modo o nell'altro, gli italiani.

Annunci
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 17/01/2016 - 08:42

quanti danni ha fatto renzi! ma si sa, i compagni di sinistra possono sbagliare! mentre i camerati di destra invece non possono sbagliare, vero, idioti di sinistra? :-)

PietroSoave

Dom, 17/01/2016 - 08:57

Avete dimenticato le battaglie perse in europa per interessi fuori dall'europa: la richiesta di rivedere le sanzioni alla russia neanche presa in considerazione e la totale assenza di interesse delle istituzioni europee nella vicenda dei maro'.

linoalo1

Dom, 17/01/2016 - 08:59

E' evidente che l'Europa non gradisce un Membro non eletto dal suo stesso Popolo,perchè la Democrazia è il suo Primo Comandamento!!!E l'Italia,grazie a Napolitano ed al suo Triumvirato Usurpatore,non è certo un simbolo di Democrazia!!!Ormai,visto il Regime che la Regna,l'Italia è considerata un Paese Anomalo nell'U.E.!!E Renzi,anomalo più che mai!!!!

paolonardi

Dom, 17/01/2016 - 09:34

@linolao1: ai burocrati europei non interessa se il contadino di Rignano non e' stato eletto, ma, da politici professionisti navigati, si sono resi conto dell'assoluta nullita' intellettuale del nostro e dei suoi seguaci del governo nominati dal despota napoletano, e ne approfittano considerando le parole del primo alla stregua di bizze da bambino.

SAMING

Dom, 17/01/2016 - 09:37

Renzi è uno sbruffoncello toscano. Il brutto o bello, a seconda dei punti di vista, che qualche volta ha ragione. Sta di fatto che oltralpe gli sbruffoncelli non piacciono e direi che in generale il modo fi fare enfatico r mieloso degli italiani non piace. Come in ogni trattativa occorrono due cose: sapere esattamente cosa chiedere (e non pretendere) e disquisire con cognizione gli argomenti da trattare con giusta fermezza ed equilibrio. Usare poi bene la regola del "do ut des" , Indubbiamente uno montato come Renzi non è in grado di svolgere una trattativa a questi livelli. Insomma è una disgrazia per l'Italia ma non individuo alcuno che possa fare di meglio. Saluti a tutti

meloni.bruno@ya...

Dom, 17/01/2016 - 09:39

Quello che ancora non capiscono,o fanno finta la nostra casta politica,che i burocrati di Bruxelles hanno avuto e avranno sempre vita facile con l'italietta che vede nei nostri governi i propri interessi di partito e vanno tutti in ordine sparso sopratutto nelle decisioni importanti da prendere nell'interesse dello stato,partiti e partitini hanno frammentato le teste dei cittadini che non hanno più voce in capitolo sulle decisioni,certi referendum ne sono la testimonianza!

VittorioMar

Dom, 17/01/2016 - 09:47

..un periodo di sana AUTARCHIA non sarebbe dannoso...il popolo italiano ha sempre dato prova di capacità,intelligenza,fantasia,dell'arte dell'arrangiarsi,di adattamento e al superamento delle difficoltà..il riprendersi la propria sovranità e aprirsi all'esterno senza condizionamenti...nei momenti bui abbiamo cardato e filato il "BISSO"...ci siamo vestiti di "ORBACE"...non abbiamo paura di lavorare...siamo un popolo orgoglioso della sua CULTURA..sapremo fronteggiare anche questo periodo di difficoltà..sapremo dare ancora lezioni di VITA e VITALITA' ..ci possono togliere tutto ma non la nostra esperienza millenaria..!!!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 17/01/2016 - 09:55

I; SBAGLI DELLA POLITICA EUROPEA ITALIANA SONO COMNCIATI QUANDO NON SI É SBATTUTO IL PUGNO SUL TAVOLO; QUANDO PAESI COME LA FRANCIA E LA GERMANIA PER QUASI 5 ANNI HANNO VIOLATO IL TRATTATO DI MAASTRICHT CHE PREVEDEVA DI SUPERARE IL 3% DEL DEBITO NAZIONALE; MA QUESTA É PRINCIPALMENTE COLPA DI UN PARTITO COME IL PDPCI CHE PER ARRIVARE AL POTERE HA SFASCIATO OGNI INTERESSE NAZIONALE; É SE NOI PENSIAMO CHE NAPOLITANO HA TRAMATO CON 4 COLPI DI STATO PER TOGLIERE DI MEZZO BERLUSCONI DOBBIAMO CONVENIRE CHE IL PDPCI TUTTO HA FATTO AL DI FUORI DEGLI INTERESSI DEL NOSTRO PAESE; É ADESSO RENZI VUOLE CHE L;ITALIA VENGA RISPETTATA A BRUXELLES? POVERINO CHE VADA DA BERSANI! ROSY BINDI! D;ALEMA É NAPOLITANO! A PROTESTARE PER LE PORCHERIE COMMESSE!.

Adinel

Dom, 17/01/2016 - 09:56

In questo anch'io concordo ; ci voleva al posto della Mogherini , una Personalitâ con piu spessore e decisionista! .Qiu per orgoglio personale non si sono scelte le Persone piu competenti ! Non si sarebbe potututo guardare anche oltre il proprio Partito? insomma con piu Personalitâ e un uomo?

RawPower75

Dom, 17/01/2016 - 10:22

Caro Signorini, io non sono Renziano, ma il problema non è Renzi, bensì l'Unione Europea e l'euro. Il resto sono balle...

elpaso21

Dom, 17/01/2016 - 10:32

Ma l'Italia fa parte dell'Europa o sono due entità distinte?

unosolo

Dom, 17/01/2016 - 10:32

non mantenere impegni presi è un optional per il PCM, non ha rispettato la sentenza del furto Fornero figuriamoci se rispetta accordi , le bugie hanno gambe corte , i soldi c'erano e li dirottati non si sa dove ma sono usciti , nessun controllo è possibile in quanto chi deve controllare è dei suoi , ha occupato i posti che contano e non ci sono controlli , domande : i soldi annunciati sono arrivati a chi erano destinati ? ma a tutti o solo a campione ? dopo i fatti delle banche qualcuno deve controllare i giri dei soldi delle nostre tasse , o servono per risarcire il grande furto delle banche ? dubbi ne vengono.

tormalinaner

Dom, 17/01/2016 - 10:55

Lae capacità della Mogherini sono pari a zero, a guardarla fa tenerezza, sembra una bambina in mezzo agli adulti. Renzi l'ha messa in quel posto perchè donna non perchè intelligente

cameo44

Dom, 17/01/2016 - 11:10

Renzi per camuffare i suoi fallimenti in Europa fa la voce grossa ma viene zittito e vengono fuori le bugie dette abbiamo la Mogherini evanescente incapace i nostri marò sono ancora lì come il problema immigrati oggi Renzi critica la UE ed il PD come la sinistra tutta plau dono quando a dirlo era Berlusconi veniva accusato di essre antieuro peista i nodi vengono al pettine Renzi vuole recuperare la fiducia per sa ma i cittadini hanno capito e visto le tante balle dette e le tan te promesse non mantenute

Luigi Farinelli

Dom, 17/01/2016 - 11:32

Troppa indulgenza sulle pretese europee: è grazie a questa Europa e ai suoi limiti di bilancio demenziali validi solo quando fa comodo e a chi fa comodo che ci troviamo col sud-ovest per terra, con un'economia resa volutamente meno competitiva, con un sistema attaccato da volponi travestiti da "speculatori" per spogliarla dei suoi gioielli industriali, con un wellfare attaccato e messo in crisi per trasformarlo in base a criteri anglosassoni per noi alieni, con centinaia di imprenditori e pensionati suicidatisi per l'"elasticità mentale" di questo carrozzone demenziale che fa gli interessi delle élites e non dei cittadini. Renzi ha commesso gaffes enormi perché non è Berlusconi ma quando Berlusconi si è messo di traverso a questa Europa dei poteri forti e massonici è stato abbattuto con un colpo di Stato. Ma quale credibilità può ancora avere questa istituzione massonica tesa a distruggere la nostra sovranità nazionale?

giuseppe1951

Dom, 17/01/2016 - 11:46

Togliamo a calci in culo questo pagliaccio, a capo del governo!

Ritratto di Sniper

Sniper

Dom, 17/01/2016 - 13:01

mortimersorcio, se lei pensa ancora che renzi sia di sinistra l'idiota e` lei. Ma non va mai a fare una passeggiata? La foto dello scheletro e` un selfie, dica la verita`...

handy13

Dom, 17/01/2016 - 13:36

...proporre di dare incarichi a soggetti provenienti dalla estrema sinistra,...come alla Mogherini e Boldrini,...è il fallimento delle coalizioni, bisogna accontentare tutti,..e si sbaglia...vogliamo due partiti e basta,...e chi cambia partito va a casa NON nel gruppo misto o altro schieramento x appoggio.

unosolo

Dom, 17/01/2016 - 14:49

magari solo due partiti e niente cambi in corsa , se esclusi fuori e pagano i danni e niente privilegi su diritti che loro dicono acquisiti che ormai è appurato sono furti continuati.