Monza cambia, il Pd acciuffato da Fi I due sfidanti appaiati al 40%

Monza Il vento è cambiato e la Brianza torna a guardare al centrodestra. A Monza Dario Allevi acciuffa il sindaco uscente Roberto Scanagatti, che alla vigilia era dato per favorito. Sono alla pari, appaiati sulla soglia del 40%. Li separano solo trenta voti. Scanagatti, esponente del Pd e presidente di Anci Lombardia, è rimasto deluso dall'esito del voto e in vista del ballottaggio deve ripartire da zero, facendo i conti con un'insoddisfazione che ora è palese. Primo partito resta il Pd ma sotto il 30%. La Lega al 14% e gli azzurri al 13% praticamente hanno annullato lo svantaggio. Un altro 10% è arrivato ad Allevi da due liste civiche e Fdi raggiunge un discreto 4%. Così l'ex presidente della Provincia, solido esponente di Forza Italia, arriva di slancio alla sfida finale e adesso sente il vento in poppa.

AlGia