Il mostro Renzi adesso fa paura a chi l'ha creato

Il cambio di linea di Corriere della Sera e Repubblica

Cade un altro tabù. Da oggi si può dire che Matteo Renzi è un dittatore senza rischiare di passare per fascisti, populisti, analisti rozzi o finire sotto procedimento disciplinare dell'Ordine dei giornalisti. Angelo Panebianco sul Corriere della Sera ed Eugenio Scalfari su la Repubblica hanno dedicato infatti i loro editoriali domenicali allo stesso tema dell'uomo solo al comando. Panebianco sostiene che Renzi è un Berlusconi un po' più pericoloso perché non ha contro, in modo pregiudiziale e massiccio, la grande stampa nazionale e internazionale oltre che i poteri forti dell'economia e della finanza. Scalfari si limita a dare alcuni consigli a un «premier narcisista» per difendersi da se stesso.

Che dire: cari signori, benvenuti nel mondo reale di un Paese a democrazia sospesa. Del quale Renzi è però solo un prodotto, ultimo anello di una catena forgiata e montata proprio nelle fucine di Corriere e Repubblica con il contributo attivo degli stessi Scalfari e Panebianco. Parliamo di giornali che accecati dall'antiberlusconismo hanno sputato sul loro e nostro Paese, infangato e screditato istituzioni e grandi aziende nazionali, che hanno auspicato prima e inneggiato poi alla cessione di parte della sovranità nazionale a governi e poteri bancari esteri. Parliamo di intellettuali che hanno applaudito all'arrivo di un governo - quello di Monti - extraparlamentare, che hanno coperto i complotti di Napolitano, peggior presidente della storia repubblicana, che hanno taciuto sulle invasioni di campo della magistratura, che non sono scesi in piazza a sventolare la Costituzione - come accadeva ai tempi di Berlusconi regnante - quando si insediò Renzi, terzo premier consecutivo arrivato a Palazzo Chigi senza passare dalle urne.

È andata già bene che in una situazione del genere ci sia ancora un governo e non una giunta militare. I Panebianco, gli Scalfari e i loro giornali hanno poco da lamentarsi o da preoccuparsi. Con la penna, messa al servizio dei loro padroni, hanno distrutto un Paese e creato il mostro Renzi. Che infatti è uno di loro: furbo, opportunista pronto a fare carne di porco degli avversari pur di raggiungere l'obiettivo.

Commenti
Ritratto di Svevus

Svevus

Lun, 30/03/2015 - 13:52

...aggiungerei Gruber, Mente na, Santoro, Fazio so, Berlin guer e...gli altri nomi li conosciamo

robytopy

Lun, 30/03/2015 - 14:27

ma prima mi sembra ci fosse stato un altro mostro, o sbaglio ? Comunque Renzi quasi finito, La ditta Berlusconi&co superfinita, piccoli partiti in estinzione, Pd allo sfascio, la lega ? discesa quasi sicura, causa Salvini. Il futuro è a 5 stelle, Tosi e Landini permettendo.

edo1969

Lun, 30/03/2015 - 14:49

Dir. ha ragione ma anche Berlusconi ha contribuito a creare Renzi! Già ad agosto 2013 indebolendo il gov. Letta non per dissenso dallo stesso ma per ripicca per la propria condanna. Poi dando a Renzi stima, appoggio, opposizione nulla, patto d. nazareno ecc. Lei dice bene: i premier non passano più dalle urne. Ma a chi dei nostri politici frega più delle urne e del NOSTRO parere?! Prosegue lo scempio iniziato col porcellum. Sallusti, delle due l’una: o è in atto un massacro della democrazia e allora nessuno di voi giornalisti&politici può chiamarsi fuori (neanche lei), oppure è solo una nuova puntata dell’eterna commedia italica. Niente di tragico, dotto’, ma quali giunte militari?

albertzanna

Lun, 30/03/2015 - 16:05

Grazie direttore, ha scritto esattamente ciò che penso da tantissimi anni. Albertzanna

m.nanni

Lun, 30/03/2015 - 16:10

ho letto anch'io l'editoriale di Panebianco e mi sono convinto di quanto(io) avessi visto bene che occorreva reagire contro la persecuzione giudiziaria spietata e violenta, oppure, quantomeno, dal 2011 davanti alla portata criminogena del golpe contro Berlusconi e la democrazia italiana, e quanto fu sbagliato l'atteggiamento di Berlusconi e del suo popolo di mostrarsi responsabile in nome del bene dell'Italia e non rovesciare tavoli proprio in nome dell'Italia democratica e per il bene degli italiani!

gedeone@libero.it

Lun, 30/03/2015 - 16:44

Beh Direttore, definire Panebianco "accecato anti berlusconiano" mi sembra un po esagerato...

angelomaria

Lun, 30/03/2015 - 17:17

SOLO SE CONVIENE A LORO!!!!

Blueray

Lun, 30/03/2015 - 17:57

Ho potuto già esprimermi, in questa sede libera cui va il mio apprezzamento, dicendo che di dittatura si trattava. Ho quindi preceduto Panebianco, Scalfari e lei gentile direttore cui peraltro va la mia condivisione su quanto scritto nell'articolo. Certo si tratta di un dittatore "sui generis" che lascia verniciare di rosa la propria polizia senza reagire e gli addolcisce le regole d'ingaggio nelle opposizioni di piazza invece di fare l'opposto fino al rischio di ridicolizzarla come avvenuto... non farà molta strada, e sarà meglio così per tutti

Ritratto di manasse

manasse

Lun, 30/03/2015 - 18:17

e adesso i sinistri incominciano a mormorare(come il Piave?)che il loro ducetto è peggio di BERLUSCONI,a parte che non vale nemmeno un unghia del cav ma è la solita storia le cose i sxxxxxxxxxi le capiscono quando va bene qualche decennio di ritardo se le capiscono

MarcoE

Lun, 30/03/2015 - 18:22

Repubblica è sempre stata così! In questi anni dal famoso editoriale di Mieli il Corriere è diventato penoso e ridicolo. Rido ancora per i commenti sulla sobrietà del Loden!!! Che ridere ...

fisis

Lun, 30/03/2015 - 18:31

L'ibrido innaturale tra cattolicesimo di sinistra e ideologia comunista non poteva che partorire un mostro: Renzi, il degno rappresentanre di questa dittatura a tutela giudiziaria.

fisis

Lun, 30/03/2015 - 18:31

L'ibrido innaturale tra cattolicesimo di sinistra e ideologia comunista non poteva che partorire un mostro: Renzi, il degno rappresentanre di questa dittatura a tutela giudiziaria.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 30/03/2015 - 18:32

Da quando la DC, amata dagli uni odiata dagli altri e ora rimpianta da tutti, venne sostituita da governi sinistrorsi tanto tuonò che piovve ovvero il tema base di quella "primavera in rosso" erano i diritti di tutti e lo sfregio delle vecchie regole, leggasi le cronache a iosa, dove il leitmotiv di base erano i diritti degli omosessuali e i derelitti loro malgrado di tutto il mondo, beh non hanno sbagliato linea politica: visto come siamo messi in economia, diritti e garanzie per il cittadino elettore contribuente e la tranquillità sociale, ce lo siamo letteralmente preso nel qlo.

terzino

Lun, 30/03/2015 - 18:47

E solo ora se ne accorgono? ma non lo conoscevano già da Firenze?

MarcoE

Lun, 30/03/2015 - 19:05

Più che mostro un chiacchierone ... Non saprei se è meglio o peggio!

cast49

Lun, 30/03/2015 - 19:16

panebianco, che cxxxo dici? BERLUSCONI NON E' PERICOLOSO, E NON LO E' MAI STATO, LO E' DI CONTRO IL DITTATORE RENZI...

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 30/03/2015 - 19:29

Renzi, segretario di un partito già comunista filo sovietico ed antagonista della civiltà liberal democratica, una volta divenuto PdC sintetizza il potere come mai si era visto addosso ad una sola persona. Non per sue specifiche virtù ma in grazia di una carta/cost/ che non ha previsto simile evenienza. Per deliberata ignoranza. Dopo 2500 anni abbiamo di nuovo il dittatore. Eletto e democratico. Renzi non ha violato alcuna legge né alcun articolo della carta. E' talmente potente che i suoi oppositori, quelli veri, sono i suoi camerieri filippini: sindacati rossi e populisti scamiciati del suo stesso partito. Poca roba. Non so cosa pensano gli italiani e non me ne importa niente ma temo che il Belpaese non sia capace di reggere un simile peso istituzionale. Temo che si debba asfaltare tutto e ricominciare. Per fortuna.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 30/03/2015 - 19:37

GLI SxxxxxI PRIMA O POI ANCHE LORO SI SVEGLIANO E SI ACCORGONO CHE IL CIARLATANO DI FIRENZE LI HA PRESI PER IL CxxO DA OLTRE UN ANNO. BENTORNATI ALLA REALTA'.

DoctorMR

Lun, 30/03/2015 - 19:52

Caro Sallusti, da ex-elettore deluso, arrabbiato e in stand-by del centrodestra, le chiedo di aggiungere, tra i responsabili dello strapotere di Renzi, Silvio Berlusconi: questi dovrebbe spiegarci (visto che il fiorentino si guarda bene dal farlo) i contenuti del patto del Nazzareno e lo svolgimento della pantomima per l'elezione di Mattarella. Lei crede che gli elettori di centrodestra siano acritici come gran parte di quelli PD?

mariolino50

Lun, 30/03/2015 - 20:36

L'uomo solo al comando piace a molti su questo giornale, peccato che non è Lui, ma non va bene mai, il potere da alla testa, e quello assoluto anche di più, metterlo tutto in due sole mani è da indioti, di chiunque siano.

Pitocco

Mar, 31/03/2015 - 00:22

In un paese di "capponi" che tipo di brodo pensi si possa realizzare?

Fradi

Mar, 31/03/2015 - 10:48

Tutto vero, ma come al solito manca una parte. Se era, ed è, così pericoloso perché Berlusconi non ne ha preso subito le distanze con una opposizione decisa e propositiva? In democrazia le responsabilità non sono solo di chi governa, ma anche della minoranza.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mar, 31/03/2015 - 11:13

Quel che dispiace è che anche lei, dr. Sallusti, ha contribuito, come Giornale, a creare Renzi, quasi fosse la succursale di Berlusconi o addirittura il suo secondo. E ci consigliava di sostenerlo perché era per lei, e non solo per lei, l'unico che ci avrebbe dato le riforme. Sicuro. Neanche fosse uno di noi di FI. Berlusconi in persona, insomma. Ed è stato così che vi siete svenduti, Berlusconi in testa, alla sinistra, proteggendo Renzi dai nemici interni e rinforzando la sinistra al potere. E siamo arrivati a tre grazie a voi ed a Silvio in particolare. Per poi dire che siamo al terzo governo dei sinistri non eletto dagli italiani. Cos'è questa, se non ipocrisia?

Alberto70

Mar, 31/03/2015 - 14:13

Salusti, la sua sparata sulla giunta militare è patetica. Ma quale dittatura ?Semplicemente in Italia uno sport molto praticato è la salita sul carro del vincitore, normale che sia così anche per Renzi. In una dittatura lei non sarebbe libero di dirigere un giornale di opposizione, sia serio per favore !! La storiella del terzo premier non eletto sarebbe ora di lasciarla perdere, spero sappia che in Italia NON SI ELEGGE DIRETTAMENTE IL PRIMO MINISTRO ! Renzi è semplicemente l'espressione del partito che ha avuto la maggioranza relativa dei voti e maggioranza assoluta alla Camera grazie al Porcellum di Calderoli

Alberto70

Mar, 31/03/2015 - 14:18

Quello che lei e molti di coloro che scrivono su questi blog non volete o non sapete vedere è che numerosi ex elettori di Berlusconi, elettori moderati e per nulla COMUNISTI O CATTO COMUNISTI, stanno concedendo fiducia a Renzi perchè in questo momento è il migliore argine alla deriva plebiscitaria e anarcoide del M5S, al ritorno in auge dei veri ex PCI (D'Alema & co.), più affidabile delle sparate demagogiche di Salvini e di FI che gli si è purtroppo accodata. Oggi Renzi incarna quello che era il vecchio Pentapartito della Prima Repubblica, non sarà il massimo ma per molti elettori moderati che aborriscono le avventure è l'unica soluzione.

Alberto70

Mar, 31/03/2015 - 14:27

Uno dei motivi per cui Renzi è apprezzato da molti, nonostante i timori dell'uomo solo di numerosi intellettuali e di tutta la sinistra, è proprio la sua indole decisionista, tanto simile al primo Berlusconi che pretendeva di fare tutto lui. Non vedo scandalo o pericolo in questo perchè le elezioni che sappia io sono confermate al più tardi nel 2018 e non vedo i carrarmati agli angoli delle strade. Se Renzi avrà tradito le attese e l'economia non sarà ripartita non credo che ripeterà il risultato delle Europee, in ogni caso ne uscirà elettoralmente indebolito e la sua parabola potrebbe essere già al declino. Io personalmente aspetto per giudicare, il centro destra per poter essere alternativa credibile e con speranze di vittoria dovrebbe elaborare una sua proposta che non vada dietro alle sparate demagogiche della Lega, a mio modesto avviso.

Alberto70

Mar, 31/03/2015 - 14:51

Per rispetto di chi la vera dittatura l'ha conosciuta realmente e per quelli che la stanno sperimentando sulla loro pelle in nazioni più o meno lontane (Corea del Nord, Cina, Cuba ecc...) smetterei di usare questo termine per definire la situazione italiana: E' SEMPLICEMENTE RIDICOLO E FUORI LUOGO !!

m.nanni

Mar, 31/03/2015 - 16:14

qualcuno anche dei presenti commentatori pensa che la dittatura non sia tale sinchè non ti ficcano le dita negli occhi con le unghie appuntite!