Il Movimento 5 Stelle sta con la Raggi ma è bagarre in Campidoglio

I pentastellati si uniscono intorno alla sindaca di Roma: "Continua il sostegno del M5S alla sindaca di Roma per risanare la città senza cedere a tentativi di delegittimazione"

Virginia Raggi, invitata a comparire davanti alla procura di Roma nell'ambito della vicenda relativa alla nomina di Renato Marra a direttore del dipartimento Turismo, ha ancora il sostegno del Movimento 5 Stelle. I pentastellati hanno infatti deciso di rimanere vicino alla prima cittadina di Roma, indagata per abuso d'ufficio e falso. Nella sala stampa di Montecitorio la deputata M5S Giulia Grillo ha espresso la sua posizione in merito all'avviso di garanzia giunto alla sindaca: "Era un'evenienza che ci aspettavamo. Noi abbiamo massima fiducia nella magistratura. Allo stesso tempo crediamo e ci auguriamo che la sindaca Raggi possa dimostrare la propria innocenza. Intanto continua il sostegno del M5S alla sindaca di Roma per risanare la città senza cedere a tentativi di delegittimazione, come quello del ricorso del Pd, né a pressioni che possano bloccare gli sforzi del M5S di risanare la Capitale". (GUARDA IL VIDEO)

A confermare l'appoggio del Movimento anche un tweet del deputato Danilo Toninelli: "Virginia Raggi e il M5S rispettano le regole. Se i partiti avessero fatto come noi, Roma non sarebbe il disastro che è oggi. #DajeVirgi".

Clima molto diverso invece nell'aula Giulio Cesare dove, tra qualche polemica sollevata dal Pd, è iniziata la riunione dell'Assemblea capitolina. La seduta, dedicata alla discussione sul bilancio, si è aperta con l'intervento richiesto dalla consigliera del Partito democratico Valeria Baglio. "Oggi riprendiamo la discussione del bilancio, ci auguravamo che oltre all'assessore Mazzillo ci fosse anche la sindaca ma forse non ha trovato il tempo", ha detto Baglio che, interrotta dal richiamo al regolamento da parte del presidente d'Aula Marcello De Vito ha aggiunto: "Capisco la sua agitazione ma non stiamo parlando dell'avviso di garanzia, conosco la trasparenza, l'onestà e anche il regolamento, se non mi avesse interrotto questo show non ci sarebbe stato perché noi abbiamo a cuore prima i romani che il M5S o la sindaca Raggi non devono prendere in giro". (GUARDA IL VIDEO)

A rincarare la dose, poco dopo, la consigliera dem Pd Ilaria Piccolo, che rivolgendosi a De Vito ha aggiunto: "Forse è nervoso perché oggi la davano vice sindaco". Secca la replica del presidente dell'Assemblea Capitolina: "Non c'è alcun nervosismo dalla presidenza ma solo che si rispetti il regolamento".

Commenti

Miraldo

Mer, 25/01/2017 - 13:32

Buffoni e ciarlatani del M5s dimettetevi tutti per il bene dell'Italia..........

honhil

Mer, 25/01/2017 - 15:09

Grillo è davvero un grande comico e il meglio di sé lo sta dando sul palcoscenico della politica. Geniale la sua parodia nelle vesti del grandissimo sarto. Mentre le sue appariscenti, molto appariscenti, creazioni che di volta in volta impone di indossare, a seconda del suo precipuo tornaconto, agli eletti del suo movimento sono davvero in stile Dottor Jekyll e Mr. Hyde. Davvero uno strano caso. Archiviata così la collezione “onestà-onestà-onestà” (con la quale si pretendevano le immediate dimissioni di chi, tra gli avversari politici, veniva semplicemente sfiorato dal dito accusatore della Legge), indossata da sindaci, deputati, portaborse e responsabili della comunicazione, adesso, il nuovo look imposto dal nuovo codice etico, forse ispirandosi ai primi tricorni apparsi in Francia, non parla più di dimissioni immediate ma di un’obsoleta autostrada costituzionale a tre carreggiate di giudizio.

mcm3

Mer, 25/01/2017 - 16:09

I romani stanno con la Raggi, questo non va dimenticato mai

TitoPullo

Gio, 26/01/2017 - 00:02

BARBIE.....VAI A CASA:::::VAI A CASA:::::VAI A CASA:::::VAI A CASA;;;; VAI A CASAAAAAAAAAA ! SEI UNA INCOMPETENTE:::::SEI UNA INCOMPETENTE::::SEI UNA INCOMPETENTEEEEEEEEEEE !!!