Napoli fa acqua da tutte le parti Ma Giggino sogna le Olimpiadi

Stavolta Luigi De Magistris l'ha indovinata. Bisogna dargliene atto. Incontrando al «Circolo Canottieri», il presidente del Coni, Giovanni Malagò, il sindaco gli ha proposto Napoli per le Olimpiadi per le specialità degli sport acquatici. E bravo Giggino, che genialata. Una città che fa acqua da tutte le parti è sicuramente la più indicata per ospitare questo tipo di giochi. Quindi la proposta dell'arancione è più che legittima. Pensiamoci: con le migliaia di buche che non è mai riuscito a colmare, si potrebbe inventare una nuova disciplina: tuffi con l'auto o a piedi. Quando si parla di grandi eventi, si tratti di concerti o sport, l'ex pm è veramente imbattibile. Anzi, è un campione olimpionico. Alla Canottieri, Giggino non solo ha incontrato Malagò e il «nemico» Aurelio De Laurentiis (con il quale da oltre 3 anni e mezzo è in guerra per lo stadio San Paolo) ma, ha ricevuto anche un premio, «il Collare d'oro» del Coni. Per il Che Guevara alle linguine e pomodoro, che dice di odiare guinzagli e padroni, è veramente il massimo.