Napolitano: "Colpire i criminali"

Il Presidente della Repubblica: "L'antipolitica è patologia"

Giorgio Napolitano con Laura Boldrini e Pietro Grasso durante il giuramento

"La critica della politica e dei partiti, preziosa e feconda nel suo rigore, purché non priva di obiettività, senso della misura e capacità di distinguere è degenerata in anti-politica". A dirlo è Giorgio Napolitano che in un discorso all'Accademia dei Lincei mette in guardia dalla "patologia eversiva" in cui è degenerata la critica. 

"È ormai urgente la necessità di reagire" ad una certa antipolitica, ha detto, "denunciandone le faziosità, i luoghi comuni, le distorsioni impegnandoci su scala ben più ampia non solo nelle riforme necessarie ma anche a riavvicinare i giovani alla politica".

Parlando dell'inchiesta sulla mafia a Roma, il Presidente della Repubblica si è detto ottimista: "Non deve mai apparire dubbia la volontà di prevenire e colpire infiltrazioni criminali e pratiche corruttive nella vita politica e amministrativa".

Commenti

Mario Marcenaro

Mer, 10/12/2014 - 18:33

Meglio non commentare.

Lo Gnostico

Mer, 10/12/2014 - 18:52

Le truppe cammellate del Quirinale arrivano per il soccorso. Antipolitica??? Lo schifo di mafiosi che arraffano al Campidoglio viene chiamata antipolitica!!!! NAPOLITANO: VERGOGNA!!!!!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 10/12/2014 - 19:01

Napocapo..Kommmunista e masochista!!!

xerix

Mer, 10/12/2014 - 19:05

NAPOLITANO: PRESIDENTE DELLA CORRUZIONE ITALIANA

Ritratto di gian td5

gian td5

Mer, 10/12/2014 - 19:21

Ma Napolitano ha cambiato partito? Se priva i DS di faziosità, luoghi comuni e distorsioni, alla ex gioiosa macchina da guerra di occhettiana memoria cosa resta? Per finire un consiglio al vecchio bolscevico, nel colpire quelli che non rigano dritto, cerchi di non farsi troppo male, anche strapazzare la Costituzione è un reato.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 10/12/2014 - 19:27

Mi permetta, signor Presidente, di non essere d'accordo con quanto da lei sostenuto. Il tutto da lei denunciato e quanto di cui si lamenta è figlio purtroppo dei vari comportamenti personali dei politici e del malcostume e della corruzione regnante ancora tra gli stessi e nei vari partiti da questi rappresentati. Insomma, è stato causato dalla sedicente "politica". Possono costoro, facenti parte della sedicente anti-politica, essere definiti dei criminali? Io non direi, proprio. Semmai son criminali coloro che l'hanno determinata.

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 10/12/2014 - 19:30

SEMBRA CHE LA CORRUZIONE SIA UNA NOVITA' ITALIANA PER NAPOLITANO. E POI L'ANTIPOLITICA, LUI E' UN ESPERTO DI ANTIPOLITICA, HA CREATO 3 GOVERNI CHE HANNO DISTRUTTO L'ITALIA, 3 GOVERNI SENZA VOTO POPOLARE, PIU' ANTIPOLITICA DI QUESTO. BISOGNA COLPIRE I CORROTTI, SAI CHE NOVITA' VUOL DIRE CHE FINORA L'HANNO FATTA FRANCA TUTTI, COMUNISTI PER PRIMI. CHE SCHIFEZZA.

fustigatore2014

Mer, 10/12/2014 - 19:53

Egregio Presidente quanto accaduto e soprattutto l'incapacità della politica, mi sia consentito, di cambiare, non fanno ben sperare per il futuro. Siamo increduli di fronte al tentativo di coprire tutto e tutti.Altra occasione persa. Ce ne saranno molte altre? speriamo di si

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Mer, 10/12/2014 - 20:18

Ecco risvegliarsi il grande presidente Napolitano, dimenticandosi che la politica ha avuto il suo imbarbarimento dalle sue decisioni antidemocratiche che hanno portato ben tre governi illegittimi, MONTI, LETTA,RENZI privando l'italiani di scegliersi da chi voleva essere governato. E LUI IL GRANDE MANOVRATORE A SEMPRE SCELTO IL CENTROSINISTRA. ORA SI FACCIA UN GRANDE ESAME DI COSCIENZA, A PROPOSITO NON E' ANCHE IL PRESIDENTE DEL CSM? E COME MAI NON HA MAI PRESO POSIZIONI SU ABNORMI DECISIONI DELLO STESO CSM?

Ritratto di manasse

manasse

Mer, 10/12/2014 - 22:06

ma perchè prima di parlare non si guarda allo specchio