Napolitano ammonisce le toghe: "Ora basta con il protagonismo"

Dal Quirinale la richiesta di un atteggiamento più obiettivo e defilato. E basta allo "scontro frontale" con la politica

Non "mondi ostili, guidati dal reciproco sospetto", ma piuttosto due realtà che si riconoscano a vicenda. È questa l'immagine che il Presidente della Repubblica vorrebbe passasse del rapporto tra la politica e il potere giudiziario.

"È fondamentale l'azione repressiva affidata ai pm e alle forze di polizia", ha detto oggi Giorgio Napolitano in un discorso al Consiglio superiore della magistratura (Csm), ricordando la necessaria "autonomia" della giustizia e chiedendo di evitare "cedimenti a esposizioni mediatiche".

Una critica che si unisce al riconoscimento del "clima diverso, di superamento di logiche di conflitto frontale", che secondo il Quirinale il governo Renzi sta portando avanti e che "intende proseguire mediante una pluralità di interventi".

Napolitano ha ricordato anche "il problema più grave" che attualmente affligge la giustizia italiana, mettendo in chiaro che la durata del processo è ancora "insoddisfacente, specie nella giustizia civile", a fronte di qualche miglioramento che però non è ancora sufficiente.

Come per le lungaggini, così anche sull'obiettività c'è da lavorare, per non "farsi condizionare da logiche di appartenenza correntizia" e per superare gli "elementi di disordini e tensione" che esistono all'interno di alcune procure.

Commenti

obiettore

Lun, 22/12/2014 - 19:13

sentichiparla

jeanlage

Lun, 22/12/2014 - 19:15

Certo, ora che hanno distrutto il nemico, rientrino all'ovile. Non pretenderanno mica di disturbare gli affari delle COOP, di Prodi, di De Benedetti e compagnia rubando!

unosolo

Lun, 22/12/2014 - 19:26

la giustizia viaggia bene e veloce , una parte , l'altra ancora gira. Purtroppo sappiamo bene i motivi dello screzio tra politica e magistratura e chi lo manovra , altrimenti come avveniva anni dietro andava bene o quasi , oggi sappiamo dai fatti che è stato creato un clima di contrasto tra politica e magistratura per via di alcuni fatti strani.

filder

Lun, 22/12/2014 - 19:33

Il coccodrillo piange sentendosi la coscienza sporca.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Lun, 22/12/2014 - 19:40

Ma come lui ed il partito hanno permesse, anzi spronato l'ingerenza della magistratura nella politica, hanno permesso la politicizzazione della magistratura per bassi fini di convenienza ed ora si mette a fare il maestrino, che schifo, sembrava un buon presidente, ma gratta gratta vine fuori la verità, comunista era, comunista è, comunista sarà, con tutto quiello che questa infame ideologia si porta dietro.

Ritratto di Ulisse Di Bartolomei

Ulisse Di Bartolomei

Lun, 22/12/2014 - 19:46

Il problema non sono le toghe che fanno politica, ma un ordinamento ridicolo che consente alle toghe di fare politica tramite sentenze che invalidano l'operato dei governi. In italia governano tutti! Il giudice che blocca le opera pubbliche, governa! Chi consente a un docente di insegnare marxismo a scuola, invece di insegnare "a parlare" in un idioma corretto, governa! Il vigile che non multa uno che passa con il rosso o non rispetta le strisce pedonali, governa! Chi decide che ogni assassino è in primis una vittima della società, governa! Sei onesto? Sei un fesso... cosa aspetti a governare anche tu? Fa' qualcosa di sbagliato anche tu... insomma, fai politica!

Ritratto di bobirons

bobirons

Lun, 22/12/2014 - 19:58

Buffonescamente bugiardo. Chi ha voluto fare il protagonista per gli ultimi 8 anni e mezzo ? Chi ha conferito "incarichi esplorativi" a Marini e Bersani per non arrendersi all'evidenza che il popolo italiano voleva e vuole un governo di eletti ? Chi ha nominato tre primi ministri non eletti dal popolo ? Chi ha sputato opinioni derisorie su compagini politiche non da lui gradite ? Chi ha operato sempre e soltanto in funzione di una parte politica tradendo visibilmente lo spirito della Costituzione ? Chi ha tollerato lo scempio della Giustizia perpetrato da una casta sindacale di una minoranza di magistrati che, more stalinista, si sono appropriati delle posizioni di comando, definendosi anche democratici ? E questo vecchio satrapo ora si fa venire le lacrime agli occhi parlando con l'astronauta Cristofoletti ?

Gioa

Lun, 22/12/2014 - 21:07

FINALMENTE TI LEVI DI TORNO....PRIMA DI OFFENDERE LE TOGHE SAI CHE DEVI FARE? SPECCHIATI!!! DAVANTI ALLA SPECCHIO GUARDATI BENE PRONUNCIANDO QUESTA FRASE:..."AVETE RAGIONE ITALIANI IO SONO STATO IL PROTAGONISTA IMPEFETTO DI UNA VITA, MI FACCIO SCHIFO DA SOLO".

elgar

Mar, 23/12/2014 - 10:13

Che lo dica soltanto ora che sta per andarsene fa un po' pensare. Affermazione che suona tardiva e stonata. Peccato che in tutti questi anni abbia fatto il pesce in barile.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Mar, 23/12/2014 - 11:37

Fino al'ultimo Napolitano vuole dimostrare di essere stato imparziale, ma ha sempre difeso la magistratura, oggi che se ne va finge di bacchettarli. Quanti ipocrisie abbiamo dovuto assorbirsi