Nascono i marziani in movimento:"Perché Renzi difende il sindaco M5S se ha scaricato Marino?"

I sostenitori dell'ex sindaco di Roma si costituiscono in associazione e sono pronti a sostenerlo se decidesse di candidarsi.

"Noi non siamo indifferenti. Noi non siamo rassegnati. Al contrario, di fronte all’umiliante spettacolo offerto dalla politica dei meschini giochi del potere per il potere, degli accordi sottobanco, del merito sovrastato dall’interesse, siamo più che mai certi e convinti che i cittadini non possano e non debbano più voltarsi dall’altra parte e subire passivamente". Inizia così il manifesto fondativo dell'associazione "Parte civile - marziani in movimento", nato per volontà dei 'fan' del gruppo Facebook "Io sto col sindaco Ignazio Marino".

"Abbiamo voluto darci un'organizzazione giuridica e siamo in attesa che Marino prenda le sue decisioni", spiega l giornale.it Marco Donati, uno degli amministratori della pagina Facebook nonché organizzatore delle due manifestazioni fatte in Campidoglio contro le dimissioni in massa dei consiglieri Pd che hanno portato alla caduta dell'ex sindaco. Ai 'mariani' duri e puri non è andato giù la frase di Renzi a sostegno del sindaco Cinquestelle di Quarto, Rosa Capuozzo che, secondo il premier deve restare al suo posto perché è stata votata dai cittadini."Sono rimasto sbigottito. Renzi - dice Donati -ha detto un qualcosa che ha dell'incredibile. Anche Marino non era stato votato dai cittadini eppure è stato mandato via proprio ora che avremmo potuto raccogliere i frutti del dei primi due anni di governo. Il suo era un progetto di medio-lungo termine eppure...".

Per il momento Ignazio Marino non compare né come promotore né come aderente dell'associazione che però è presieduta da Emilia La Nave, assessore in quota Lista Civica Marino nel mini-municipio del quartiere Parioli. Di certo c'è solo che i suoi sostenitori si stanno organizzando per ogni eventualità e il 7 febbraio terranno la prima assemblea fondativa dell'associazione cui hanno già aderito qualche centinaia di persone. Si tratta di un'associazione molto traversale ed eterogenea che raccoglie soprattutto delusi del Pd che non si riconoscono nel progetto del partito della Nazione di Renzi, ex Cinquestelle e uno sparuto gruppo di ex elettori di destra pronti a sostenere Marino sia in caso di corsa solitaria sia nel caso decida di partecipare alle primarie e sfidare Roberto Giachetti.

Un progetto che, però, per il momento, viene snobbato dai deputati del Pd. Da un lato il renziano Michele Anzaldi dice: "Un conto è stare su Facebook, un altro è candidarsi e prendere i voti, mentre Marco Miccoli, da sempre vicino all'ex sindaco, ribadisce che per lui le battaglie si fanno solo dentro il partito ma aggiunge che "Marino è una risorsa del Pd. Può dare un contributo anche se non si candida. C'è un pezzo di classe dirigente che con lui è stata leale. Potrebbe anche sostenere qualcuna di quelle energie".

Annunci

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 13/01/2016 - 18:22

ma che buffoni!!! e i cre.tini di sinistra che dicono? o fanno finta di non capire? :-) ci scommetto un baiocco bucato che ANDREA SEGAIOLO, oppure XGERICO, o magari solo un patetico PONTALTI scriveranno un sacco di scemenze per dimostra che il giornale scrive notizie false... :-)

maxxx666

Gio, 14/01/2016 - 09:11

Gli italiani, che siano di destra o sinistra, tifano per il proprio partito come fosse una squadra di calcio e votano di conseguenza, indipendentemente dall'operato dei politici della loro squadra-partito". Per quel che mi riguarda i veri idioti, buffoni, cxxxxxi, etc., sono quelli che ancora vanno a votare. Sui commenti del Giornale trovo sempre un sacco di gente del tipo: "dovremmo rompergli la testa, fare una rivoluzione, mandiamoli tutti a casa loro, etc." sperando sempre che ci sia qualcuno che faccia la marcia su Roma al posto loro.

Ritratto di alejob

alejob

Gio, 14/01/2016 - 12:54

Curridori, Il BISCARO non ha difeso Marino, perché era una costola del suo partito logorata, cosi lo ha lasciato andare. Deve invece difendere il sindaco (5 STALLE), perché di questi ha bisogno, (SE NON LO FANNO FUORI PRIMA). Non vuole fare nemici coloro un giorno potrà avere BISOGNO.