Nel mirino c'è il banchiere Signorini: osò criticare il sussidio e "quota 100"

Il suo mandato scade domani: l'incarico potrebbe non essere rinnovato

È guerra su Bankitalia: il governo punta ad azzerarne i vertici. Lo hanno confermato ieri i due vicepremier all'assemblea degli ex soci di Veneto Banca e di Banca Popolare di Vicenza, in cui hanno poi rimarcato la mancata vigilanza degli organi preposti come causa della liquidazione coatta amministrativa delle due banche venete nell'estate del 2017 e della risoluzione applicata ad Etruria & C. di fine 2015. «Chiediamo discontinuità», ha sostenuto Luigi Di Maio, «La Banca d'Italia e la Consob andrebbero azzerati» ha rincarato Matteo Salvini.

Il rinnovo di Palazzo Koch potrebbe iniziare dal vicedirettore Luigi Federico Signorini (nel tondo) il cui mandato scade domani e che potrebbe non essere rinnovato nonostante la conferma arrivata a metà gennaio, come previsto dalla legge, dal Consiglio superiore della Banca d'Italia. Il fatto che il parere del governo sia vincolante è ancora da verificare, ma la direzione intrapresa dall'esecutivo appare chiara e potrebbe non fermarsi a Signorini portando a una rivoluzione quanto mai rapida. La vicedirettrice Valeria Sannucci e il direttore generale Salvatore Rossi sono infatti in scadenza a maggio. I tre, insieme al governatore Ignazio Visco (confermato a novembre 2017) e al terzo vicedirettore Fabio Panetta (confermato lo scorso ottobre), fanno parte del Direttorio, l'organo di autogoverno della Banca d'Italia.

«Non è una questione ad personam. Chi doveva vigilare le banche e non ha vigilato deve trarre le conseguenze» ha commentato Salvini. Signorini peraltro è forse il banchiere che maggiormente si occupa delle tematiche di finanza pubblica su cui, in più di un'occasione, si è scontrato con Palazzo Chigi. Nominato vicedirettore nel 2013, a 31 anni dal suo ingresso nell'istituto, Signorini infatti è il rappresentante di Bankitalia che partecipa alle audizioni parlamentari sui principali provvedimenti di politica economica. A iniziare dalla Finanziaria. E in questo ruolo ha sollevato perplessità sulle due leggi icone dell'esecutivo gialloverde: il reddito di cittadinanza e la cosiddetta «quota 100» che riforma, in ambito pensionistico, la Legge Fornero. A suo giudizio simili provvedimenti non sarebbero infatti in grado di spingere il Pil, tantomeno ai livelli «ambiziosi» inizialmente indicati in manovra (si parlava di una crescita del 3% del Pil nel 2019). A giudizio del tecnico: «l'aumento dei trasferimenti correnti, quali quelli connessi con la spesa sociale, così come gli sgravi fiscali, tendono ad avere effetti congiunturali modesti e graduali nel tempo. Stimiamo che il moltiplicatore del reddito associato a questi interventi sia contenuto». Non solo. Sul reddito di cittadinanza il banchiere aveva evidenziato la necessità che «il perseguimento dell'obiettivo di protezione sociale non disincentivi l'offerta di lavoro». Signorini ha poi più volte richiamato l'attenzione sulla necessità di un «controllo credibile della dinamica del disavanzo» sull'allungamento dei tempi di abbattimento del debito pubblico in seguito alla manovra e sui costi che il recente «conflitto con gli organi dell'Ue sul rispetto delle regole comuni» hanno comportato in termini di aumento degli interessi sul debito italiano «con un effetto in qualche modo comparabile a una stretta monetaria» che «rischia di vanificare tutto l'impulso espansivo atteso dalla politica di bilancio».

Commenti
Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Dom, 10/02/2019 - 08:58

signorina giornalista Cinzia Meoni, nel suo articolo ha dimenticato di dire una cosa importante: quanti soldi si prende al mese questo bel tomo per (non) saper fare i conti che la massaia di Voghera forse saprebbe fare meglio

Pigi

Dom, 10/02/2019 - 09:15

Naturalmente di ridurre gli stipendi a Bankitalia, che ha perso buona parte dei compiti finiti alla Bce, non ne parla. L'unica cosa che ha fatto è stato di ridurre gli sportelli, lasciando sguarnite moltissime zone del paese, creando difficoltà alle pubbliche amministrazioni, ma i superstipendi sono salvi. Però un sussidio ai poveri è insostenibile. Questi burocrati sono vomitevoli.

leopard73

Dom, 10/02/2019 - 09:22

Devono andare a casa questi buffoni bravi solo a criticare da capire sono di area komunista!!!

Ritratto di L'Informista

L'Informista

Dom, 10/02/2019 - 09:54

Azzerare tutto. Anche i caveau!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 10/02/2019 - 10:02

Via Nazionale è piena di "sepolcri imbiancati" che si credono, pensano di essere intoccabili. Sulla vicenda afferente le banche fallite (ndr. I cui cda vennero "salvati" da un'apposita leggina nell'era renziana) siamo certi che l'operato dell'Ivass (ex Ispes) sia stato il massimo che sia potuto fare come al tempo dichiarò lo stesso Signorini? Altro che le sue idee sul Rdc e quota 100 che sarebbero "scomparse" in un mare di critiche politiche e della Troika!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 10/02/2019 - 10:22

Il problema non è che ha criticato quota 100, il problema è che le banche falliscono e sta cricca di corrotti non controlla.

maurizio-macold

Dom, 10/02/2019 - 10:46

Una cosa e' certa: fino a quando nei palazzi del potere ci saranno incompetenti come Di Maio e Salvini questi burocrati avranno vita comoda.

moichiodi

Dom, 10/02/2019 - 11:10

"il fatto che il parere del governo sia vincolante è da vedere"..... Ma intanto il giornale imbastisce una delle sue....deve arrivare il 2019 per saper se è vincolante..

milano1954

Dom, 10/02/2019 - 11:35

Di Maio ha ragione, anzi è proprio un fatto personale: questi gerarchi del regime PD con FI ruota di scorta VANNO TUTTI EPURATI (come fece prodi a suo tempo).E Salvini dovrebbe svegliarsi ascoltando meno la quinta colonna Giorgetti...Chi è contro il Governo DEVE IMMEDIATAMENTE LASCIARE I PRESTIGIOSI E REMUNERATIVI INCARICHI: sembra ovvio ma per il regime pdidiota NON lo è!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 10/02/2019 - 11:41

maurizio-macold - 10:46 Con Berlusconi, Letta jr., Renzi, Gentiloni invece hanno avuto vita dura? Ma per piacere: nei ministeri chi comanda sono personaggi che albergano li dentro da una vita, messi apposta da uomini politici, cioè direttori generali e capi reparto, ergo trovi qualche altro motivo per criticare sto governo che non picae neanche a me, sia chiaro. Se vuole dia un'occhiata a questo link http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/verit-belpietro-verdini-tutti-bilanci-stato-sono-falsi-133063.htm. Certo arricchirà certe sue scarse conoscenze in questa materia.

Giovanmario

Dom, 10/02/2019 - 11:58

questa è la lezione che i grillini hanno imparato dal marxista domenico de masi.. tenere il potere come maduro e far fuori qualsiasi avversario che osi criticare il loro pensiero.. perchè in fin dei conti il loro è solo un pensiero.. di fatti concreti ancora niente..

Frenzy

Dom, 10/02/2019 - 12:03

@maurizio-macold, lei sta delirando. Ma posso capire che non vi resta molto altro da fare.

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Dom, 10/02/2019 - 13:00

Maurì, ma perchè non segui il consiglio di Alberto Sordi?

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Dom, 10/02/2019 - 13:10

.....maurizio-macold qui ad essere un mediocre incompetente è solo lei....si eserciti e rifletta prima di scrivere commenti alquanto demenziali

Ritratto di Silvano57

Silvano57

Dom, 10/02/2019 - 14:17

ERA ORA CHE QUALCUNO TUONASSE CONTRO QUEI CAZZONI SCALDAPOLTRONE PAGATI DA TUTTI NOI CON STIPENDI DA NABABBI E COMPLICI, INSIEME AI GOVERNI DI SINISTRA E PRIMA VOLTA NELLA STORIA, DEI VERGOGNOSI AZZERAMENTI DEI RISPARMIATORI CHE CONSIDERAVANO LA BANCA SICURA COME LO STATO, IN DISPREZZO TOTALE DELLA NS. COSTITUZIONE CHE CON L'ART. 47 TUTELA SOLENNEMENTE IL RISPARMIO DEI CITTADINI.

carlottacharlie

Dom, 10/02/2019 - 14:41

I grillazzi non ascoltarli mai e, però, cambiare i vertici di Bankitalia e Consob dovrebbe esser fatto. Son genti e gentaglie, incapaci e scorrette. Un paese serio non si lascia abbindolare da dei Dem-dementi che blaterano "d'indipendenza" degli Istituti. E' la stessa solfa dell'indipendenza dei giudici che comandano e decidono leggi del parlamento ecc..- I Dem-enti è dagli anni '70 che hanno svenduto per interesse personale i gangli importanti e decisionali del paese a delle ghenghe e, sarebbe ora mettere un po' d'ordine in queste aberrazioni. Sicuramente i grillazzi sono incapaci e niente capiscono, lasciar mettere mano a loro sarebbe grosso guaio già che lo fanno per raccattar voti dei soliti cretinetti ingnorantelli d'invidiosa indole.

razzaumana

Dom, 10/02/2019 - 14:58

C'é assolutamente bisogno di gente "SUPERPREPARATA" e NON importa se "SUPERPAGATA" detto questo -sono favorevole - ad un ricambio di persone con un contratto max triennale e rinnovabile(se di provata efficienza)

flip

Dom, 10/02/2019 - 17:38

certo che bankettitalia con commenti cpntro non è messa per niente bene! ma bankettitalia ha incominciato a rincretinirsi con l' arrivo di Ciampi (anni 80) ma Draghi non ha fatto meglio!

acquario13

Dom, 10/02/2019 - 17:39

La dittatura degli INCAPACI! Salvini ne è sempre più complice. Il mio voto a Salvini non era in questa direzione, purtroppo così adesso viene usato. Guai avere una testa e ragionare, vieni subito accantonato!

flip

Dom, 10/02/2019 - 17:42

anche il pd è un "banchiere"!

Ritratto di adl

adl

Dom, 10/02/2019 - 17:47

Troppo comodo far fuori chi critica e non si allinea. Se spoil system deve essere allora devono saltare tutte le teste della BUROCRAZIA PARALIZZANTE che ha massacrato l'Italia per decenni. Invece gli SGUATTERINI ROSSI VERDI E GIALLI si son fatti ZERBINI al cospetto di GRANDE SORELLA FATTURA ELETTRONICA.

Ritratto di fiorini53

fiorini53

Dom, 10/02/2019 - 17:50

Fuori tutti come una liquidazione totale per cambio gestione ,avrebbero dovuto lasciare di loro spontanea volonta' ,non possono stare in quei posti metterebbero sicuramente i bastoni fra le ruote al governo ,invece il bastone sapete dove gli andrebbe messo?? …. n

Ritratto di fiorini53

fiorini53

Dom, 10/02/2019 - 17:50

Fuori tutti come una liquidazione totale per cambio gestione ,avrebbero dovuto lasciare di loro spontanea volonta' ,non possono stare in quei posti metterebbero sicuramente i bastoni fra le ruote al governo ,invece il bastone sapete dove gli andrebbe messo?? …. n

Ritratto di moshe

moshe

Dom, 10/02/2019 - 17:51

Signorini cosa ha fatto per non vedere i buchi di decine di miliardi delle banche in rovina? NULLA ..... quindi, TACCIA !!!