Nella decrescita in salsa grillina calano pure i soldi per l'Esercito

Nel programma del M5s l'intenzione di tagliare uomini, mezzi e stipendi dei militari. Nel momento in cui ce n'è più bisogno

Le armi preferite dai grillini sono, molto probabilmente, le forbici. Con le quali intenderebbero una volta arrivati al potere sforbiciare anche le nostre Forze Armate. In un'ottica di decrescita, non poteva che decrescere anche l'esercito. La spending review è una parola d'ordine che piace a tutti, ma in un momento così delicato per il nostro Paese sotto assalto dei migranti e con lo spauracchio del terrorismo internazionale magari sarebbe opportuno mettere nel mirino le risorse di altri settori meno legati alla sicurezza nazionale.

Il programma difesa del movimento 5 Stelle invece, coerentemente con tutti gli altri temi trattati dagli eruditi pentastellati, è permeato da una forte componente ideologica anticapitalista e pacifista. Gli anticasta iniziano il loro studio mettendo innanzi a tutto la tutela del personale che, secondo loro, passa attraverso una sindacalizzazione dei lavoratori: «Si parla tantissimo di forze armate europee ed esercito europeo, ma i militari italiani rimangono senza diritti, mentre in Europa ci sono circa 30 tra associazioni e sindacati di militari in 21 Paesi». Salvo poi, poche righe dopo, sostenere la necessità di un drastico taglio degli stipendi: «Oggi per gli stipendi delle Forza Armate si spende quasi il 75 per cento del bilancio della Difesa. Gli esperti internazionali parlano di un equilibrio al 50 per cento della spesa del personale: noi siamo completamente fuori!». E dunque? Dunque con una capriola circense si contraddice quello che è stato sostenuto appena tre righe sopra.

Stessa sorte toccherebbe anche al ministero, cui dedicherebbero «una riduzione o ottimizzazione dei costi di pertinenza ministeriale, in particolare alla gestione dei costi del personale». Poi dall'empito pacifista in una eterogenesi dei fini - si scatena una battaglia ad alzo zero nei confronti dell'industria bellica che, un po' come tutte le grandi industrie, ai grillini sta sulle balle. «L'Italia è tra i primi dieci paesi al mondo per fatturato legato alla produzione di sistemi d'arma, cioè di quell'industria che si occupa di navi, aerei, mezzi terrestri, sistemi informatici di sicurezza per il comparto Difesa nazionale ed internazionale». E uno dice: oh finalmente siamo d'accordo. Ma è d'uopo andare con i piedi di piombo, perché poi inizia una filippica sui «raggiri compiuti nel nome del profitto» (profitto nel dizionario grillino è qualcosa di molto simile a una bestemmia, ndr) da parte di aziende private o di partecipate statali». E l'idea dei pentastellati è «spostare buona parte degli investimenti pubblici, oggi impiegati nei programmi d'armamento tradizionali, verso lo sviluppo e la ricerca di strumenti più attuali come la cyber security e l'intelligence».

Certamente la sicurezza informatica è importante, ma il M5s, ancora una volta, sembra sacrificare il fattore economico (Finmeccanica, Fincantieri e Beretta - solo per citare alcune realtà - sono un patrimonio per il nostro Paese) in nome dell'ideologia. Solo che in questo caso il fattore economico rischia pericolosamente di combaciare con la sicurezza di tutti.

Ma sotto la motosega del Movimento Cinque Stelle non cadrebbero solo le buste paga di militari e dipendenti del settore bellico. Il patriottismo, si sa, non è esattamente nelle corde dei seguaci di Grillo e dunque vorrebbero «ottimizzare le risorse riguardanti le feste nazionali (vedi parata militare del 2 giugno)». Praticamente: ammainare la bandiera della Festa della Repubblica nel nome della spending review. Decresce tutto nell'universo a Cinque Stelle, pure l'orgoglio nazionale.

(4. continua)

Commenti
Ritratto di italiota

italiota

Gio, 03/08/2017 - 09:03

mannaggia...proprio adesso che stavamo per invadere l'Africa

colomparo

Gio, 03/08/2017 - 10:03

I soldi all'esercito e alle forze dell'ordine si possono tagliare senza intaccarne l'efficienza e l'operatività! Faccio 2 esempi: Si limitano le partecipazioni alle tante missioni all'estero quasi sempre del tutto inutili, si smetta anche con le tante azioni ripetitive per fermare e/o arrestare i delinquenti soprattutto quelli stranieri. Certamente bisognerebbe coinvolgere la magistratura buonista e fatiscente, che sistematicamente vanifica il lavoro delle ns forze dell'ordine !!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 03/08/2017 - 10:18

Belli i tempi in cui da pazzoidi ed utopie "incendiarie" di turno la società si difendeva utilizzando qualche piazza cittadina e un po' di paglia...

TitoPullo

Gio, 03/08/2017 - 10:18

KOMUNISTI ANTI-ITALIANI TRAVESTITI !! ANDATE A LAVORARE FANNULLONI BUONI A NULLA SE NON A FAR CASINO INUTILE !!

CarloDei

Gio, 03/08/2017 - 10:59

vabbè la festa del 2 giugno si potrebbe anche eliminare sempre che poi quei soldi vadano ai servizi ai cittadini e non finiscano in mille rivoli ministeriali. Anche il personale militare è inadeguato per i tempi attuali. Non servono più eserciti numerosi con tanto di caserme e addetti al nulla ma militari altamente specializzati. L'aviazione è importantissima per il controllo del territorio con i suoi piloti ma senza tutto il contorno di burocrati in divisa, l'esercito che non serve più a una mazza si potrebbe restringere ad un terzo degli addetti e così la marina.

Garombo

Gio, 03/08/2017 - 11:11

Nel momento in cui ce ne più bisogno? E che guerra volete fare? C'è sempre meno bisogno di forze armate dell'esercito c'è più bisogno invece di investire in antisismicità, sanità, pubblica istruzione, nel sociale.

veronica01

Gio, 03/08/2017 - 11:17

Ricordati Francesco Maria del Vico, che stai ridicolizzando, decine di migliaia di persone, quelle che hanno discusso e votato questo programma. Credo che nessuno di noi voglia continuare ad alimentare l'industria bellica, forse lo vuoi tu che scrivi su questo giornale? Si è deciso di tutelare i militari per evitare quello che è successo a molti di loro, ammalati a causa dell'uranio impoverito. Questo non è uno scherzo. Parimenti si è deciso di avere un esercito che tuteli i confini italiani con strumenti adatti. Si è deciso sì di tagliare come dici tu, quelle ruberie che sono presenti anche in questa struttura. Solo tu non ne sei a conoscenza. Se avessi letto bene e avessi ascoltato gli interventi, avessi letto i commenti, non avresti tratto le castronerie che hai scritto.

lawless

Gio, 03/08/2017 - 11:20

ma sarà vero? Se così fosse cadremmo dalla padella alla brace. Un fatto è certo, questi grillini sono gestiti da un comico che manovra una massa di personaggi scaturiti da centri di dubbia moralità e con esperienza di vita pari allo zero. Vanno bene solo per aprire scatolette (compito d'altro canto abbastanza facile)non hanno visione del futuro, messi alla prova si incartano di brutto vedasi roma!

carlottacharlie

Gio, 03/08/2017 - 11:44

Solo nelle fiabe ci sono grilli saggi, questi sono grulli ed ignoranti.

Marcello.508

Gio, 03/08/2017 - 12:32

colomparo - A parte che l'Italia è la penultima nazione in fatto di spese militari in Ue, per risparmiare basta ritirare tutti i militari che sono impegnati all'estero, fra Libano, Afghanistan etc. e fargli controllare i confini nazionali. Ma ridurre stipendi è solo una inutile cretinata con cui si demotiva il personale militare. E' una china pericolosa questa. Andare a intaccare certi santuari in cui i partiti "attingono ad abundantiam" lo avrei pure compreso come atto positivo (devo elencarglieli?), togliendo denari alla Difesa altro non siete che come la sinistra radicale, pacifinti e niente più. Quando però vi serve qualche intervento nelle pubbliche calamità, lodi sperticate. Passata l'esigenza.. Fate sul serio pena.

idleproc

Gio, 03/08/2017 - 13:53

C'è il "trucchetto" ma non lo vedono. Disarmare l'Italia del suo esercito nazionale e sostituzione dello stesso con uno slegato dal popolo italiano nella sostanza mercenario a livello europeo agli ordini di "chissachì". Lo stanno facendo anche dai Cugini. Un esercito snazionalizzato può essere usato contro chiunque nella cosiddetta europa che non ha neanche la tutela come popoli, di uno straccio di costituzione. E' una scelta errata e diametralmente opposta agli interessi del popolo italiano oggi come oggi e pure domani. Vale anche per gli altri popoli europei con questo genere di "europa".

dare 54

Gio, 03/08/2017 - 14:17

Stipendi: d'accordo sul 50% del bilancio Difesa per gli stipendi. Però a patto che l'Italia allochi per la Difesa la stessa percentuale di PIL che allocano le altre Nazioni Europee. Anche se in tal modo probabilmente gli stipendi aumenteranno questo è il giusto criterio. Criterio di allocazione percentuale "europea" che mi aspetterò venga applicato anche a Sanità, Giustizia, Istruzione, Enti Locali finanziati dallo Stato e tutti i restanti Dicasteri.

BRAMBOREF

Gio, 03/08/2017 - 15:41

GIGI88 Quando andranno al Governo? MAI !!!!

mazzarò

Gio, 03/08/2017 - 16:56

Intanto se non ci fosse il m5s Del Vigo sarebbe disoccupato.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Gio, 03/08/2017 - 18:26

L unica guerra che si rischia è quella tra il tuo cervello e il tuo ciuffo. Pirla!

Efesto

Gio, 03/08/2017 - 18:31

Una volta ho letto 1984-1985 con il Grande Fratello: fosse per caso Davide Casaleggio.

Ritratto di michageo

michageo

Gio, 03/08/2017 - 18:34

...se ci avete fatto caso, Grillo e l'erede Casaleggio (a quale titolo poi...)quando ci sono le grane , come nella mitica barzelletta "mandano avanti gli altri , perché a loro scappa da ridere". Si guardano bene dal prendere qualsiasi responsabilità ufficiale, solo parole, per i casini che mettono in piedi: questo si chiama cialtroneria, eppure quanti polli ci cascano......

venco

Gio, 03/08/2017 - 22:51

Per tagliare l'enorme debito pubblico taglieranno a tutti

neucrate

Ven, 04/08/2017 - 08:24

I grillini si devono dare una calmata, se tagliamo anche l'esercito, va a finire che alla casta rimane ben poco da rubare.

umbertoleoni

Mar, 22/08/2017 - 17:16

credo che di debba anche essere realisti: premetto che non condivido la convinzione grillina sugli F 35, ma sono assolutamente convinto che l'esercito, in generale, abbia bisogno di una congrua sfalciatina, magari condendola con un poco di sano servizio militare obbligatorio. Quello delle figure professionali è un vero e proprio ginepraio nel quale nessun media osa avventurarsi (figuriamoci i politici) : per esempio abbiamo una armata di imboscati in tutte le armi i quali non sanno neanche cos'è una pistola!!! Per non parlare degli ufficiali superiori : sono più numerosi dei militari di truppa !!!! Insomma : il tipico casino all'italiana! Una marea di gente che "piglia lo stipendio" scaldando mestamente una sedia. Termino con le loro pensioni: un'altra armata di pensionati a 55 anni che percepiscono il quadruplo di quanto versato di contributi !!!