Nella Lega cresce il malumore e Salvini si ritrova con Fitto

La strategia di rottura con Forza Italia piace sempre meno ma solo Bossi e Maroni lo dicono. E il leader molla Berlusconi anche a Torino

«Non capisce niente di politica. Si è messo con i fascisti, con la Le Pen. Mai con i fascisti, mai!». Alle cene di partito Umberto Bossi non perde occasione per accusare Salvini di aver mandato in malora gli ideali della Lega, di essersi in messo in testa di essere lui il capo del centrodestra, «un coglionazzo...». Ma se Bossi è ormai isolato nel Carroccio, altri pezzi della Lega non vedono l'ora che Salvini inciampi per metterne in discussione la leadership. Impossibile finché le percentuali della Lega salviniana raddoppiano, se non triplicano, quelle precedenti.

Tra i non allineati della vecchia guardia c'è Roberto Maroni, uno dei pochi che può permettersi di contestare le scelte del segretario federale, come la rottura su Bertolaso. «A Roma Forza Italia è il partito maggiore del centrodestra, bisognava lasciare a Berlusconi la scelta del candidato, le battaglie non si vincono facendo la guerra agli alleati» dice Maroni, convinto che ora il centrodestra può scordarsi il ballottaggio. Risposta del leader: Maroni non si immischi, pensi a fare il governatore, «a ognuno il suo mestiere». Il presidente lombardo e così i suoi in Regione - non sopporta la linea politica di Salvini, scelto peraltro da lui come suo successore alla guida del partito. Il rapporto tra i due è conflittuale (uno scontro pesante c'è stato sulle nomine nella sanità lombarda) anche se nelle dichiarazioni fanno il tifo l'uno per l'altro. Per Maroni, che governa con una maggioranza che comprende anche Ncd, gli strappi di Salvini (cui si aggiunge Torino, dove la Lega ha poco da perdere e non appoggerà il candidato Fi Osvaldo Napoli mentre rumors rilanciati da Avvenire parlano di una alleanza con Fitto a Roma) possono risultare vincenti mediaticamente, ma non portano lontano. I fedelissimi del segretario federale invece sospettano che il governatore giochi una partita tutta sua per la riconferma in Lombardia o addirittura l'investitura a candidato premier con l'appoggio di Berlusconi e delle forze del centrodestra con cui invece Salvini litiga.

Difficile trovare altri nel Carroccio disposti a uscire allo scoperto, vige il terrore di essere fatti fuori (alcuni leghisti, una volta frequenti ospiti di talk show, raccontano di un veto posto sulle loro presenze tv, non gradite dalla segreteria federale). «Per il partito va bene staccare il cordone ombelicale con Berlusconi, ma non in questo modo, non facendoci male alle Amministrative» spiega sottovoce un importante parlamentare. «L'operazione a Roma è esclusivamente strumentale dice un altro leghista non allineato - l'obiettivo di Salvini è segare Berlusconi per avere campo libero alle elezioni politiche. Al militante la cosa può anche eccitare ma chi fa politica nella Lega sa che per vincere c'è bisogno di tutti».A lavorare per evitare una rottura su Roma, fin quando è stato possibile, è stato l'eterno mediatore e pontiere Giancarlo Giorgetti, consigliere di Salvini che ha suggerito una via unitaria per il Campidoglio. Ma poi quando la situazione si è incartata, è stato proprio Giorgetti (vecchia scuola bossiana) a ispirare lo smarcamento da Bertolaso e soprattutto da Arcore. L'altro generale, Luca Zaia, anche lui governatore (Veneto) con una coalizione di centrodestra Lega-Fi-Fdi, si tiene fuori dalla mischia. Ma «il Doge» è un contrappeso potenziale a Salvini, con tutt'altro stile di governo («democristiano»), a cui l'anima del partito guarda come alternativa futura a Salvini. Per il momento Zaia si limita ad esercitare il suo potere in Veneto, senza mettere bocca sulla linea politica della Lega nazionale. Nella sua terra, però, Zaia fa valere il proprio peso anche rispetto a Salvini, che nella segreteria della Liga Veneta puntava a far nominare il fedelissimo Lorenzo Fontana, ora a Strasburgo, mentre poi è passato Gianantonio Da Re, uomo di Zaia.

E anche su altre segreterie, come quella lombarda, il partito si mosso autonomamente rispetto ai desiderata di Salvini. E Calderoli? «Galleggia, come sempre» ti rispondono nella Lega, anche se tra l'ex colonnello e Salvini non c'è alcun feeling. Intanto Salvini annuncia di puntare al ballottaggio con la Meloni, e che in alternativa che voterà Cinque stelle. «Mi dispiace di avere un po' litigato con Silvio Berlusconi. Dovevo andare a Canale 5, domani mattina (oggi, ndr), ma adesso mi hanno detto di non andare...» dice Salvini. «A Berlusconi avevo chiesto di candidare persone nuove, pulite ma lui fa fatica a capire che èimportante». In realtà in serata Mediaset precisa: «Nessuna preclusione per nessun leader, tanto meno Salvini. L'invito resta valido. Se vuole può venire domani (oggi, ndr) a Mattino 5 come è stato spesso gradito ospite nelle ultime settimane».

Commenti
Ritratto di bracco

bracco

Gio, 17/03/2016 - 08:50

Con la coerenza che lo contradistingue non ci sarebbe da meravigliarsi che facesse pure l'alleanza con Alfano

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Gio, 17/03/2016 - 08:52

Se molla Berlusconi per mettersi con Fitto, non ha capito veramente nulla.

linoalo1

Gio, 17/03/2016 - 09:04

Diamo tempo al tempo!!!Tra non molto,tutti i nodi verranno al pettine!!Ma,ormai,sarà troppo tardi per pentirsi!!!!Salvini e Meloni,dopo questi fatti,spariranno nel nulla!!!!Esattamente come Bossi,Fini e Casini!!!!

Duka

Gio, 17/03/2016 - 09:04

QUESTO E' ANCHE PIU' PERICOLOSO DEL SUO OMONIMO.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 17/03/2016 - 09:06

se salvini continua cosi, farà la fine di SEL, che non conta nulla, però fa danni! e attraverso ricatti sottobanco, tengono la maggioranza per le palle... e, nel contempo, questi ricatti creano problemi all'italia, perché il governo è impedito! lo dimostrano anche le vicende di renzi con alfano, e con le minoranze del PD! senza contare, poi, i professionisti della politica come fitto, che hanno sempre fatto danni proprio grazie ai tornaconto personali!!

Duka

Gio, 17/03/2016 - 09:12

UNITE NEL NOME E NELLA MEGALOMANIA- Entrambi soggetti pericolosi perchè incapaci senza arte ne parte. Avventurieri giunti al potere a causa dell'ottusità di altri. Spero che entrambi facciano la fine che si meritano.

tuttoilmondo

Gio, 17/03/2016 - 09:36

Salvini... pensa a Fini, non a Fitto. Un flop e Zaia ti caccia via.

carpa1

Gio, 17/03/2016 - 09:47

Salvini non ha mai fatto nulla se non vivacchiare con parole roboanti alle spalle degli altri. Se esiste la lega non è certo merito suo ma, checchè se ne dica, di un certo Bossi che ha saputo circondarsi non solo di opportunisti, come succede sempre in politica, ma anche di elementi validi che ora lo possono degnamente sostituire. Detto questo, spero solo che Maroni non venga messo in condizioni di "non nuocere" alla sx, poichè potrebbe essere un validissimo elemento in grado di prendere le redini di un cdx alle prossime politiche, ammesso che ci si arrivi con questi dittatori che, da anni, in nome di una democrazia calpestata e di una carta costituzionale strappata un giorno sì e l'altro pure le rimandano come fece a suo tempo un certo scalfaro. (p.s. dimenticavo: non solo elezioni indette a proprio piacimento, ma pure un complotto per far cadere un governo legittimamente eletto per sostituirlo con tre PDC nominati e non eletti).

cicero08

Gio, 17/03/2016 - 09:59

oltre ai 5stelle anche Fitto e così i resti di quello che fu il primo partito d'Italia ripiegano, cercano asilo ma anche un nuovo capo. Finalmente...

nerinaneri

Gio, 17/03/2016 - 10:06

...azz! questo sta diventando un nuovo nemico...come riuscite a sfornare nuovi nemici voi, non ci riesce nessuno...qual'è il vs segreto?...

buri

Gio, 17/03/2016 - 10:22

ci nancava solo Salvini per tornare ai fasri della prima repubblica con la sua voglia si protagonismo regalerà Eoma alla sinistra

Petru52

Gio, 17/03/2016 - 10:32

Ricordo che prima di Salvini la Lega era al 4%, ora veleggia al 15%, secondo i sondaggi di regime aggiungerei. Quindi prima di bollarlo come un becero ignorante che parla a vanvera ci penserei un attimo. Credo sia sempre questione di idee, come anche in questo forum.

adalberto49

Gio, 17/03/2016 - 10:40

NIENTE NEMICI A DESTRA

carpa1

Gio, 17/03/2016 - 11:12

Vede caro Petru52, chi può negare che politici, amministratori, magistratura ci hanno circondati di criminali d'ogni specie e clandestini fancazzisti (lasciando da parte chi scappa dalle guerre e farebbe bene a non disertare ma combattere e chi ha altri diritti per chiedere asilo, mentre i nostri buonisti incapaci concedono loro la possibilità di richiederlo e pure di fare ricorso se respinta la richiesta) e criminali? Salvini ha solo deciso di cavalcare l'onda. Si è mai speso in prima persona candidandosi da qualche parte? In conclusione: facile raccogliere punteggi a doppia cifra cavalcando la protesta, altro è mantenerli amministrando!

Petru52

Gio, 17/03/2016 - 12:04

Caro Carpa1, la sua puntualizzazione è legittima, però le ricordo che Salvini, neppure da molto tempo, è il segretario della Lega, non credo sia il caso per lui di candidarsi ad altre cariche lasciando il suo incarico. Salvini mira ad essere il leader di una destra comunque di stampo Lepenista, ben distante dalle idee in verità un po' confuse di FI, e ha affermato più di una volta di voler governare, non di sedersi ai margini di Berlusconi. Detto questo per prendere voti bisogna in ogni caso cavalcare l'onda del malcontento del popolo, e Salvini in questo momento mi sembra l'unico che, toni beceri o meno, cavalchi e prenda le difese del popolo italiano, che poi alla fine è quello che vota.

Maver

Gio, 17/03/2016 - 12:26

Salvini sembra vedere più lontano di quanto si creda; non ne ho ancora la piena certezza ma sembra proprio così. Nell'intervista al "Messaggero", precisa che è in fase di creazione una Destra euro-scettica sulla linea lepenista. Ovviamente chi ha gli occhi miopi e vede solo l'orticello di casa tutto si riduce ad uno scontro per la classica poltrona ma questa sembra piuttosto la linea di Berlusconi che in ogni caso dovrà a breve schierarsi: o dalla parte della Merkel e dei poteri bancari o dalla parte di chi non vuole l'invasione e si batte perchè le democrazie siano ancora espressione della volontà popolare (con Lega e Fratelli d'Italia). Berlusconi pendi bene da che parte vuole stare.

cicero08

Gio, 17/03/2016 - 12:56

X Petru52: per aver parlato di "idee" anche se "in verità un po' confuse in FI" ritengo che lei non possa che essere un inguaribile ottimista... X Petru53: parlare di "idee" anche se "in verità un po' confuse di FI" mi induce a qualificarla come un inguaribile ottimista X

Ritratto di alejob

alejob

Gio, 17/03/2016 - 14:28

LEGHISTI ora avete capito che il SALVINI, non è un LIDER che può COMANDARE un MOVIMENTO e portarlo alla VITTORIA. Lui è semplicemente un PICCOLO, PICCOLO OMENICCHIO, che vuole essere in prima FILA senza avere le CARATTERISTICHE e quando non è, si BUTTA dove qualcuno può lavorare per lui e portarlo alle GRAZIE del suo PARTITO.

roberto zanella

Gio, 17/03/2016 - 15:01

bravo Salvini nonostante di boicotteranno anche i cosidetti amici dei giornali vicini sta tranquillo che non sei 1l 14,6 ma di più perchè fino all'ultimo la corrente di pensiero democristaina e forzaitaliaota , diranno che sei vicino alla Le Pen a Trump....fai una cosa parla delle tua politica e quella di Berlusconi che io non ho ancora capito qual'è..e chi ce lo dovrebbe spiegare sta zitto ....

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 17/03/2016 - 16:41

Come ho gia scritto vincere a Roma attualmente per il CDX non servirebbe a niente. Il S/governo NON gli lascierebbe fare niente, NIENTE eliminazione dei campi ROM (forse solo se gli si costruiranno le case e gli si dara un POSTO STATALE come vuol fare Bertolaso) e vi sembra un attuare di DESTRA questo??? Niente STOP al RIEMPIMENTO di Roma di FINTI PROFUGHI, le COOP e ONLUS LORO amiche devono continuare a "MANGIARE" soldi agli Italiani (eppoi c'è un FRESCONE che ha scritto che la Lega ha rubato milioni allo stato)Niente TERMOVALORIZATORE (perche LORO sono NO TUTTO, quindi il solo "potere" rimarra quello di TAPPARE LE BUCHEEE!!! Capirai che soddisfazione!!! Se vedum.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 17/03/2016 - 17:28

Proprio ieri sera commentando dopo cena con altri amici Italiani qui residenti accennavo a quel pezzo di F.I. staccatosi da Berlusconi "capitanato" da Fitto. Premesso che NON lo conosco personalmente al contrario del nostro Matteo, ma per quanto sto segundo la politica da piu di 25 anni mi sembra il "PIU PULITO" dell'ormai EX PDL. Se son rose fioriranno. Se vedum.