Renzi prova a cambiare rotta con il rimpasto di governo

Il premier pronto a chiudere la partita: "Non si andrà alle calende greche". Per gli Affari Regionali in pole Costa (Ncd). Ecco chi sale e chi scende

"Non vi muovete da Roma". È il messaggio che Matteo Renzi ha "spedito" a chi entrerà nella compagine di governo. Si tratta solo di mettere a punto gli ultimi aggiustamenti per completare l'esecutivo. Secondo la Stampa, dopo aver incontrato il ministro dell'Interno Angelino Alfano a margine del consiglio dei ministri, il premier potrebbe dare un'accelerata alla pratica. La sola regola da tener presente è il rispetto dei complessi equilibri delle diverse anime della maggioranza.

Nelle prossime ore l'operazione dovrebbe essere chiusa, anche con la nomina di Carlo Calenda, attuale sottosegretario al ministero dello Sviluppo Economico, quale rappresentante dell'Italia a Bruxelles. Al posto di Calenda dovrebbe andare Guido Sottanelli, proveniente anche lui da Scelta Civica. A essere promosso ministro degli Affari Regionali dovrebbe essere Enrico Costa, con l'ex sindaco di Milano Gabriele Albertini, oggi senatore Ncd, a sostituirlo nel ruolo di viceministro della Giustizia. Enrico Zanetti, attuale sottosegretario all'Economia, sarebbe promosso viceministro, mentre Antimo Cesaro potrebbe prendere il posto della Barracciu quale sottosegretario alla Cultura. Nico Dascola, in predicato per un ruolo a via Arenula, si "accontenterà", probabilmente, della presidenza della commissione Giustizia del Senato. Nomine anche alla Farnesina dove potrebbe arrivare Enzo Amendola del Pd nel ruolo di viceministro. Renzi, in questo caso, potrebbe optare per uno schema a quattro, con la dem Lia Quartapelle secondo viceministro, o sottosegretario, assieme a Benedetto Della Vedova e Mario Giro.

Fonti di governo danno come imminente il rimpasto, forse se ne parlerà venerdì nel corso di un consiglio dei ministri ad hoc. Renzi non conferma questa ipotesi e si limita a sottolineare che, comunque, "non si andrà alle calende greche". Intanto, Palazzo Chigi si prepara a ricevere la prima donna a capo dell'ufficio diplomatico. Si tratta di Maria Angela Zappia Caillaux, ambasciatrice italiana presso il Consiglio Atlantico di Bruxelles. Una nuova nomina "forte", dopo quella di Calenda, con la quale il presidente del consiglio intende rafforzare il governo sul fronte estero, con particolare attenzione all'Europa.

Annunci

Commenti

Tarantasio.1111

Gio, 21/01/2016 - 10:24

Continuano a sorreggersi...non vogliono perdere la poltrona, devono arraffare e portare nel loro portafoglio personale il più possibile... lo sanno che dopo questo governo, per loro, politici golpisti di sinistra e venduti di destra sarà la fine.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 21/01/2016 - 10:25

i ricatti di renzi continuano, nonostante tutte le deficienze del governo di sinistra!!!

unosolo

Gio, 21/01/2016 - 10:39

soltanto loro sanno chi li adopera e manovra , certo hanno anche il loro rientro ma sicuramente sono solo dei burattini che si mettono in mostra sapendo di essere coperti a tutti i livelli.

unosolo

Gio, 21/01/2016 - 10:45

è in corso il comizio del PCM in diretta TV , le domande meritano solo opinioni personali del PCM che ad ogni domanda comizia a lungo e senza risposta diretta su quello che fa veramente il governo , comiziare senza rispondere.

Mobius

Gio, 21/01/2016 - 11:05

Anche i supermercati, ogni tanto, cambiano la disposizione delle merci per instillare nei clienti il senso della novità. Questi sinistroidi pseudo governanti hanno proprio la mentalità dei bottegai.

Iacobellig

Gio, 21/01/2016 - 11:56

...IL GOVERNO, È SOLO QUESTIONE DI POLTRONE E PER DURARE PIÙ A LUNGO POSSIBILE. UNO SCHIFO! A TUTTO CIÒ SERVE ILCAMBIO DI POLTRONE DA UNO SCHIERAMENTO ALL'ALTRO, VEDASI IL CASO VERDINI E AMICI E ALTRI. DA QUESTA ALCHIMIA IL BUFFONE OTTUENE FOTI FAVOREVOLI IN PARLAMENTO TANTO POI ALLA LUNGA AL REFERENFUM GLI ITALIANI PER DIMENTICANZA O PER PAURA VOTERANNO "SI", PENSA RENZI, MA SPERIAMO CHE GLI ITALIANI RICORDINO VOTANDO "NO".

maurizio50

Gio, 21/01/2016 - 11:58

Spewro che trovino una sedia, magari anche solo da bidello, per quel fenomeno di Librandi, ex tirapiedi di MarieMonti ed ora in quota PD, comunq

Mr Blonde

Gio, 21/01/2016 - 12:01

un pò come il mercato di riparazione di gennaio...se entra albertini è un acquistone

agosvac

Gio, 21/01/2016 - 13:24

Forse Renzi non si rende conto che, quando la "pasta" è acida, un rimpasto non conclude niente: acida era ed acida resta!!!!!!

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Gio, 21/01/2016 - 13:25

Una stampella lì, una stampella là, speriamo che io me la cavo pensa Renzi. Questo è un puro esercizio di alta acrobazia!!!!!

Italianoinpanama

Gio, 21/01/2016 - 13:43

che schifo

maurizio50

Gio, 21/01/2016 - 13:59

Riscrivo: Spero che trovino una sedia,magari anche solo da bidello, per quel fenomeno di Librandi, ex tirapiedi di MarieMonti ed ora in quota PD, comunque sempre da tirapiedi!!!!!

unosolo

Gio, 21/01/2016 - 15:23

eppure cambia parecchio si stringe la cerchia mentre si spostano di lato intralci , vicino solo i fidati o quelli messi al suo controllo, qualcuno manovra dietro le quinte , loro sono solo la facciata.