Dal nero alla donna Se essere i «primi» non salva dal flop

Essere i «primi» non significa essere per forza i migliori in assoluto. Anzi, a volte le «novità» sono un passo indietro rispetto ai precedenti. È accaduto con Barack Obama, acclamato come primo presidente nero della storia degli Stati Uniti. Un'icona, un simbolo di riscossa carico di molte aspettative. Peccato che siano state tutte disattese e a rimanere più scottati e delusi siano stati proprio gli afroamericani, che sognavano un paladino. Il rischio è che anche Hillary Clinton ripercorra la stessa china. Si è candidata affermando di voler diventare la prima donna presidente degli Usa, ma chi garantisce al mondo che la «first woman» alla Casa Bianca sarà meglio dei suoi predecessori maschietti?