Nicholas e Jessica, innamorati a 20 anni E Andrea viaggiava verso la sua famiglia

La coppia con i tre amici, l'uomo che aveva chiuso il bar ad Argegno

Andrea Cuomo

Nicholas era bello e con l'aria un po' da maledetto, lo sguardo da impunito. Aveva vent'anni, l'età in cui non c'è bisogno di sentirti immortale. Lo sei. Salvo refusi del destino, naturalmente. Jessica era bella anche lei, magra, un'aria un po' dark da rockstar. Di anni ne aveva ventisei e non è che solo per quei sei anni in più il destino bastardo di cui sopra debba sentirsi meno in colpa. Nicholas e Jessica erano innamorati, la pagina facebook di lui è piena di selfie in cui si baciano, si abbracciano, fanno le faccine. Quelle cose per cui si ha un due davanti alla voce: età.

Ora non ci sono più. Sgretolati su una strada di montagna. Jessica era alla guida della Panda che si è schiantata contro la 500 X, Nicholas uno dei passeggeri malgrado tra i due l'appassionato di auto fosse lui. Entrambi erano di Tirano, lui lavorava per una pensione per cani, la Dog House, e di cani era appassionato. Il suo profilo è pieno di fotografie di quattrozampe festosi e fintamente aggressivi, di cucciolate in mezzo alla segatura e di frasi sentimentali a loro ispirate. Appena ventiquattr'ore prima di morire aveva postato la foto della sua cagnolina Chloe (potrebbe essere uno Staffordshire Bull Terrier ma non ci metteremo la mano sul fuoco) con uno dei cuccioli avuti in estate . Jessica, detta «Jeje», lascia una figlia piccola del quale si prenderà cura la nonna, dipendente di una casa di riposo di Tirano. «Resterai la mia cugina fuorissima buon viaggio Jeje un giorno staremo di nuovo insieme, ti voglio e ti vorrò sempre bene», si legge in uno dei tanti ricordi comparsi sulla pagina Facebook della ragazza. E un altro messaggio: «Riposa in pace, piccola Jeje».

Con loro su quella Panda, forse quella che si è immessa contromano su quella maledetta bretella da poco aperta di innesto tra la provinciale Valeriana e la Statale 38, c'erano anche tre amici. Due erano anch'essi di Tirano: Giada Zerboni, 33 anni, della quale qualcuno ha rubato una foto su un profilo social, che la ritrae in posa spiritosa davanti a un'opera d'arte contemporanea: e Cristian Magaroli, di 36 anni. La cittadina della Valtellina piange adesso quattro giovani vittime. Ieri il sindaco di Tirano, Franco Spada, ha proclamato il lutto cittadino per il giorno in cui si svolgeranno i funerali, mentre il prefetto di Sondrio Giuseppe Mario Scalia, invita a fare lo stesso tutti i sindaci di Valtellina e Valchiavenna. Una tragedia simile da queste parti non se la ricordavano da molto tempo.

Di Bologna invece era Simone Silvagni, il quinto occupante della Panda e il più «vecchio» del gruppo di amici; si fa per dire, con i suoi 42 anni. Di lui nel momento in cui chiudiamo si sa pochissimo.

Ne aveva 52 invece Andrea Gilardoni, che era alla guida della Fiat 500 X del quale era per fortuna l'unico occupante. Era il titolare di un bar di Argegno, piccola località sul lago di Como. Aveva chiuso il locale e si era messo alla guida per raggiungere la moglie e i due figli adolescenti che erano in vacanza a Livigno, quasi al confine con la Svizzera. Ma la sua strada e la sua vita si sono fermati molto prima.