"Niente anniversari in chiesa, turbano"

La richiesta della Curia per "motivi di delicatezza" verso le persone separate e sole

Milano - Una famiglia felice può urtare la sensibilità delle persone sole? L'esperienza di una coppia solida è irrispettosa per chi vive suo malgrado solitudine e sofferenza? Probabilmente sì per la Chiesa di Milano. Per «motivi di delicatezza e rispetto», infatti, la Curia ambrosiana ha chiesto ai sacerdoti di non celebrare gli anniversari di matrimonio proprio oggi, nella giornata dedicata alle famiglie. La raccomandazione è scritta nero su bianco in una lettera del Servizio per la famiglia della Curia, ed è inserita in un paragrafo intitolato «Alcune attenzioni». «Nella giornata che celebra la Festa della Famiglia unita - si legge - non possiamo dimenticare le tante situazioni di sofferenza e fatica di persone che vivono la solitudine, la vedovanza, l'abbandono da parte del coniuge, i figli divisi tra papà e mamma, ecc.; e che è bene ricordare nella preghiera dei fedeli». «Per motivi di delicatezza e rispetto - si legge ancora - nel condividere la gioia della festa con le tante belle famiglie che oggi si ritroveranno a celebrare insieme l'Eucaristia, è opportuno evitare di far coincidere con questa giornata la celebrazione degli anniversari di matrimonio». Il documento è stato firmato dai responsabili del servizio e - in vista della festa odierna - è stato pubblicato sul sito ufficiale della Curia, scatenando qualche critica. La raccomandazione precede un altro invito: «Può essere un segno di attenzione proporre la partecipazione alla Comunione nella forma della comunione spirituale a tutti coloro che per varie ragioni vivono l'impossibilità di accostarsi al Sacramento». Uno no all'eucarestia. Questioni delicate, dibattute nella Chiesa e dai fedeli, ma per qualcuno la scelta dell'Arcidiocesi fa il paio con rinunce simili, e frequenti in Occidente, dove non si espongono simboli e valori della tradizione cristiana per non urtare le altre fedi. Per i cattolici conservatori della «Bussola quotidiana», per esempio, la scelta di oggi è «sconcertante» e testimonia che oggi sono le famiglie «regolari» e «cristiane» a «destare scandalo».

Commenti
Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Dom, 29/01/2017 - 09:12

Non c'è più speranza, l'idiozia ha invaso il campo!

maurizio50

Dom, 29/01/2017 - 09:13

Signori: notoriamente la Curia milanese è filoislamica. Quindi anche quanto riferito rientra nel normale percorso intrapreso per integrare il mondo cattolico tra i seguaci del Profeta!!!!!!!!

sparviero51

Dom, 29/01/2017 - 09:22

SI SONO BEVUTI DEFINITIVAMENTE IL CERVELLO !!!

Giulio42

Dom, 29/01/2017 - 09:50

Non posso dire di essere stato un frequentatore assiduo della Chiesa ma che facciano di tutto per allontanare la gente non c'è dubbio. Tutte queste regole, prima si, poi no, poi forse, cosa hanno a che fare con la fede ? Non mi pento di non essere più andato in Chiesa cerco di vivere secondo coscienza e non secondo il pensiero variabile di questi personaggi.

Happy1937

Dom, 29/01/2017 - 09:57

A Firenze, sul muro che circonda l'ospedale psichiatrico di San Salvi, c'e' una lapide che reca " non tutti (sottinteso i matti) son qua dentro". L'estensore di questa raccomandazione sembra essere uno di quelli.

steacanessa

Dom, 29/01/2017 - 09:59

Nuova belinata clericale.

Tuthankamon

Dom, 29/01/2017 - 10:13

Siamo all'invidia sociale fatta "correttezza politica"! Meno male che i ragli degli asini non arrivano a nostro Signore!

VittorioMar

Dom, 29/01/2017 - 10:45

....ma si rendono conto che :STANNO CACCIANDO I FEDELI DALLE PARROCCHIE E DALLA CHIESA ???

Bruno Pamfili

Dom, 29/01/2017 - 10:46

Con tante cose ben piu` gravi su cui la chiesa (al minuscolo perche` non si tratta di questioni di fede) dovrebbe meditare (e per carita` cristiana preferisco nemmeno nominare) la piu` grande diocesi del mondo si perde in simili cretinate? In tal modo non si dovrebbe neppure fare l'omelia perche` a qualcuno potrebbe dare fastidio, o nemmeno ditribuire la Comunione perche quelli che non possono o non vogliono farla, ne sarebbero turbati. Cerchiamo di affrontare le vere emergenze ed i veri problemi dei fedeli (soprattutto i fedeli e dopo tutti gli altri) ma temo che molti preti e gran parte delle gerarchie non sanno neppure dove stanno di casa i veri bisogni (anche spirituali) del loro gregge.

killkoms

Dom, 29/01/2017 - 10:48

idiotismo clericale!

Cheyenne

Dom, 29/01/2017 - 10:53

DEMENZIALE.

Ritratto di gian td5

gian td5

Dom, 29/01/2017 - 11:23

Scola è un bergogliano, per cui ha più dimestichezza con il Capitale di Marx e con il Corano ma se leggesse anche il Santo Vangelo troverebbe la conferma che ha detto (o ha fatto dire) una sciocchezza, San Paolo scriveva ai romani di "gaudere cum gaudentibus et flere cun flentibus" (rm 12.15) , da cui si evince che per un cristiano è tanto doveroso partecipare sia alla gioia che al dolore del prossimo, estremizzando lo scolapensiero si dovrebbero pure abolire i funerali pubblici perché rendono tristi le persone felici.

baronemanfredri...

Dom, 29/01/2017 - 11:40

QUESTO POTREBBE ESSERE UNA IDEA BELLISSIMA, AL CONTRARIO DEL SERVILISMO E SOTTOMISSIONE NEL DIRE QUESTO NO PERCHE' I CULI IN ARIA SI TURBANO. MA POI C'E' DA RILEVARE I FAMOSI MATRIMONI DI RICORRENZE DOVE LI DOVRANNO FARE NEI MINARETI? IDIOTI VESTITI DI BIANCO

arkangel72

Dom, 29/01/2017 - 11:47

nei Paesi islamici esiste il divieto di baciarsi in pubblico per le stesse motivazioni che adduce la Curia in questa occasione! Io le chiamerei "delicatezze islamiche"!!!

giosafat

Dom, 29/01/2017 - 12:19

Sono gli ultimi farneticanti starnazzi dei mercanti che hanno invaso il tempio del Signore e che lo faranno, inevitabilmente, crollare...

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 29/01/2017 - 12:24

Con l'arrivo del papa nero, detto Bergoglio, la Chiesa ormai sragiona, come il suo capo del resto. Una malattia pericolosa, per altro, anche se la maggioranza dei fedeli segue ingenuamente le chiacchiere del megalomane argentino, un uomo dal perfido passato. Intanto l’Islam, che secondo nuove “teorie” non significherebbe più “SOTTOMISSIONE” ma “PACE”, dopo 14 secoli è diventata una “religione sorella”. Sono cattolico, ma questo è lo spettacolo che abbiamo sotto gli occhi: un papa comunista e filoislamico. Così è "anche se non" vi pare … e Pirandello mi perdoni.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 29/01/2017 - 12:36

gian td5 Bravo. Complimenti. Ciao

Ritratto di bandog

bandog

Dom, 29/01/2017 - 12:39

Una domanda sorge spontanea:Non è che ,come in magistratura ci sono infiltrati comunistardi,nella chiesa ci siano infiltrati muslims??

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 29/01/2017 - 12:44

Con l'arrivo del papa nero, detto Bergoglio, la Chiesa ormai sragiona, come il suo capo del resto. Una malattia pericolosa, per altro, anche se la maggioranza dei fedeli segue ingenuamente le chiacchiere del megalomane argentino, un uomo dal perfido passato. Intanto l’Islam, che secondo nuove “teorie” non significherebbe più “SOTTOMISSIONE” ma “PACE”, dopo 14 secoli è diventata una “religione sorella”. Sono cattolico, ma questo è lo spettacolo che abbiamo sotto gli occhi: un papa comunista e filoislamico. Così è "anche se non" vi pare … e Pirandello mi perdoni. QUALCOSA MI DICE CHE ANCHE IL NOSTRO PADRE DAI CIELI MI PERDONERA'.

lilli58

Dom, 29/01/2017 - 12:53

per rispetto di chi usa ancora il cervello allontanate questi "grandi dotti"

46gianni

Dom, 29/01/2017 - 13:52

ma questi sono fuori completamente .bergoglio ci sei o ci fai

batpas

Dom, 29/01/2017 - 14:06

per sviare dalla cruda drammatica realtà in cui vive la chiesa, anche la Curia di adegua e se ne inventa di tutti i colori.

antipifferaio

Dom, 29/01/2017 - 14:13

Nella mia ormai ex parrocchia quest'anno hanno fatto un presepe con manichini in miniatura neri. Al posto della grotta c'era una barca rovesciata mezza rotta a simboleggiare uno sbarco di fortuna. La Madonna e San Giuseppe, scuri in volto, (li avranno anneriti con un pennarello). Dulcis in fundo, per mangiatoia c'era un salvagente di plastica arancione del tipo d'emergenza in dotazione sulle barche. Si avete capito bene...un salvagente di plastica! Faccio notare che prima ancora del 6 gennaio il bambinello, che non ho visto ma sicuramente era nerastro, non c'era più. Forse per non offendere gli islamici. Aggiungo infine che questa chiesa alcune domeniche non dice messa, oppure lo fa nel tardo pomeriggio con un decina di persone e nella penombra...quasi come una vergogna. Questa è la situazione (finale) della chiesa. Amen!

Marcello.508

Dom, 29/01/2017 - 14:55

No comment

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 29/01/2017 - 15:33

In Italia, anche in Chiesa la allucinante deriva della demenza prepotente ... Ormai non c´é chi si salva dal degrado generale nella sozza patria della mafia e del fascismo nel mondo.

buri

Dom, 29/01/2017 - 16:06

anche la chiesa è vittima delle stupidità della burocrazia, avanti così e le chiese, già semi deserte, fra poco saranno del tutto vuote, dato che si fa di tutto per allontanare i fedeli