Niente bidet, per favore Siamo giapponesi...

La nuova toilette 2.0? Sempre più raccolta e tecnologica E nella vasca da bagno virtuale, ora ci si sdraia vestiti

Anna Caldera

Il bagno 2.0, come sarà? Sempre più raccolto e tecnologico, «purchè la tecnologia sia ben integrata e in armonia con gli arredi del bagno» come ha recentemente dichiarato il designer Roberto Palomba, tutto per un maggior wellness personale. A cominciare dal tradizionale bidet. Presto verrà soppiantato dai sistemi shower toilet, comunemente utilizzati nel Paese del Sol levante. Un esempio è quello presentato al Salone da Grohe. Sensia Arena incorpora il know how, non a caso, giapponese di LIXIL mentre il design è del brand tedesco. Funzione bidet integrata, per una naturale e piacevole cura dell'igiene personale. Come quello di Laufen, Cleanet Riva shower toilet è un capolavoro di ingegneria svizzera e recentemente vincitore del prestigioso premio Red Dot Award 2016. E se il bidet sparisce, la vasca da bagno evolve e diventa un luogo quasi virtuale dove l'acqua serve per un'esperienza di completo rilassamento. Prodotto da Starpool, Zerobody è il lettino per il dry floating di ultima generazione e di design che offre i benefici delle vasche a immersione, annullando il peso corporeo, senza la necessità di doversi bagnare. Come funziona? Sdraiandosi, anche vestiti, si viene avvolti da un materasso ad acqua riscaldato che da la sensazione di essere sospesi e fluttuare su una nuvola. Durante la floating experience l'organismo smette di regolare la temperatura corporea e l'assetto gravitazionale. A questo si aggiungano i percorsi in audioguida dell'app Nu Rèlax, e il relax è assicurato. Anche gli altri accessori che comunemente compongono un bagno, come i soffioni per la doccia, subiscono il fascino 2.0 e diventano sempre più avveniristici. Il programma Shower di Graff, ad esempio, propone il sistema Aqua-sense che, grazie al comando touchpad, permette di vivere un'esperienza multimediale, affiancando le funzioni doccia ai comandi elettronici, alla visione di video, all'ascolto di musica e alla cromoterapia. Il soffione Ametis Ring, invece, dispone della doppia funzione di cascata e pioggia unite alla cromoterapia, per coloro che ricercano un alto contenuto estetico e grande innovazione tecnologica. Cambia anche il materiale utilizzato per realizzare lavandini, vasche e sanitari, non più solo ceramica ma vengono utilizzati prodotti nuovi o innovativi, come nel caso del rivoluzionario Saphirkeramik, la ceramica zaffiro, molto più sottile e leggera della ceramica tradizionale, è dotato di straordinaria durezza e robustezza e di notevole resistenza alla flessione. Restano comunque validi, altri materiali naturali come il legno ad esempio. Il lavabo Giunone, prodotto da Edoné, è realizzato in legno idrorepellente.

www.lacasainordine.com