Un No alla dittatura finanziaria dell'Ue

No alla costituzionalizzazione della dittatura finanziaria e No alla fine della nostra sovranità nazionale

Sono d'accordo con Silvio Berlusconi che invita a votare No al Referendum sulle riforme costituzionali per impedire a Matteo Renzi di avere il potere assoluto, controllando automaticamente il Senato che sarà designato dalle Regioni governate 17 su 20 dal Pd, contrastando l'efficienza della Camera che verrebbe monopolizzata dal partito che si aggiudica il 30% dei voti, di fatto pari al 15% degli elettori, ipotecando la formazione del governo, la designazione del presidente della Repubblica, la nomina degli enti di garanzia a partire dal Consiglio Superiore della Magistratura.

Sono d'accordo con Paolo Becchi, ordinario di Filosofia del diritto, ex ideologo del M5S, quando sostiene che «la riforma costituzionale e la legge elettorale, il cosiddetto Italicum, sono strettamente legate, e hanno un unico obiettivo: realizzare ciò che Napolitano si è prefissato già dal 2011, vale a dire l'instaurazione di un regime postdemocratico, in cui il potere sarà affidato a un primo ministro dotato, all'interno, di poteri pressoché assoluti e, all'esterno, completamente sottoposto ai diktat dell'Unione europea e della finanza globale».

Sono d'accordo con Gustavo Zagrebelsky, presidente emerito della Corte costituzionale, quando denuncia che «la riforma è stata approvata da un Parlamento eletto con una legge incostituzionale. Fatto senza precedenti». Sono d'accordo con Nino Di Matteo, pubblico ministero del processo sulla trattativa Stato-Mafia, che sottolinea che questo Parlamento «non ha la legittimazione morale per modificare la Costituzione».

Sono d'accordo con quanti rilevano che la riforma costituzionale fu sollecitata nel 2013 dalla banca d'affari JP Morgan: «I sistemi politici dei Paesi del Sud, e in particolare le loro costituzioni, adottate in seguito alla caduta del fascismo, presentano una serie di caratteristiche che appaiono inadatte a favorire la maggiore integrazione dell'area europea».

Sono d'accordo con quanti evidenziano che nel «disegno di legge costituzionale» del governo presentato al Senato l'8 aprile 2014 si anticipa che la riforma costituzionale si giustifica con «lo spostamento del baricentro decisionale connesso alla forte accelerazione del processo di integrazione europea e, in particolare, l'esigenza di adeguare l'ordinamento interno alla recente evoluzione della governance economica europea e alle relative stringenti regole di bilancio».

Sono d'accordo con quanti sottolineano che la modifica degli articoli 55, 70 e 117 trasformerebbe il rapporto dell'Italia con l'Unione Europea da un vincolo fondato su dei trattati a un vincolo iscritto in Costituzione, con la conseguenza di rendere impossibile al governo di modificare questo rapporto con una decisione politica, rendendo obbligatoria una nuova riforma costituzionale.

Per l'insieme di queste ragioni chiedo a tutti gli italiani, a prescindere dal loro orientamento politico, di votare No alla costituzionalizzazione della dittatura finanziaria promossa da questa Unione Europea e No alla fine della nostra sovranità nazionale. Se vogliamo continuare a poterla pensare differentemente dobbiamo votare No per salvaguardare la certezza di poter essere pienamente noi stessi dentro casa nostra, mettendo al centro la persona e non la moneta, gli italiani e non una umanità meticcia sottomessa alla grande finanza speculativa globalizzata, la civiltà laica e liberale dalle radici ebraico-cristiane e non l'ideologia relativista e multiculturalista con lo spettro dell'islam che avanza.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 04/12/2016 - 10:25

Ahhhhhhhh...appena votato...naturalmente un bel NO secco.

Ritratto di combirio

Anonimo (non verificato)

GMfederal

Dom, 04/12/2016 - 10:44

purtroppo temo che gli italioti voteranno Sì...

Ritratto di giuliano lodola

giuliano lodola

Dom, 04/12/2016 - 10:46

La dittatura finanziaria dell'europa non ci sarebbe oggi se nel 2011 quando il Sig. Berlusconi voleva fare uscire l'Italia dall'europa , avete fatto uscire lui e ora teniamoci le regole che hanno portato l'Italia alla rovina e gli Italiani alla fame , per fortuna ci sono i migranti che dicono essere la nostra ricchezza, spiegatela anche a me.

VittorioMar

Dom, 04/12/2016 - 11:03

...CHE SODDISFAZIONE!!!...entrare nel SEGGIO ELETTORALE ed esprimere il mio DIRITTO DOVERE di CITTADINO ELETTORE!!!...sappiamo bene che vinca il SI o il No non ci saranno stravolgimenti ma basta vivere in una "DEMOCRAZIA DITTATORIALE" non solo ma anche essere "INSULTATI"!!..ci siamo presi dell'IGNORANTE...ACCOZZAGLIA...di non saper VOTARE..e da pensionato anche dell'IMMORALE dopo una vita di lavoro!!!

antonio54

Dom, 04/12/2016 - 11:08

Secondo me, vincerà il il "NO" a prescindere della riforma costituzionale. Questo è un referendum per mandare via questo governo di non eletti, che ha riempito il paese di clandestini e la gente è incazzatissima. Quindi il "NO"" prevarrà alla grande...

INGVDI

Dom, 04/12/2016 - 11:11

Grazie Magdi Cristiano Allam. Spero che tutte le persone oneste (spero anche siano la maggioranza) seguano il suo invito. E' un dovere morale votare NO, contro un Governo e un'Europa immorali.

flip

Dom, 04/12/2016 - 11:12

consiglierei a tutti i scrutatori del NO, di fare una copia del verbale di chiusura del voto di oggi sul referendum. non si sa mai! fidarsi è bene. non fidarsi è meglio.

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 04/12/2016 - 11:17

@VittorioMar....concordo! Per me una gran bella soddisfazione mettere la X sul NO....autentico godimento sensoriale.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 04/12/2016 - 11:26

No in Italia alla dittatura della mafia e del fascismo. In Italia la deriva autoritaria della stupiditá, della ignoranza e della prepotenza di un apparato di burocrati al potere del Paese che violenta e distrugge le sue forze vitali imponendo sua "cultura" della vigliaccheria, dell´egoismo, della menzogna e dell´inganno, la sua psicopatia della "furbizia" al servizio della sevizia di qualunque forma di compassione, di coraggio e di intelligenza... ¿Come meravigliarsi della deriva del disperato fiume di suicidi e di quello enormemente ancora piú grande di tutti i giovani che sempre di piú espatriano dal Paese? ... ¿Si puó continuare tenendo gli occhi chiusi illudendosi di vincere con la violenza della demenza? ... (Aggiuta al primo invio non pubblicato: "Pensate che la censura sia qualcosa di intelligente? O meglio a voi, della intelligenza non importa niente?")

Ritratto di combirio

combirio

Dom, 04/12/2016 - 11:28

Caro Magdi di fatto i trattati con l' Europa sono stati già firmati! Bisogna allora nell' ipotesi che volessimo sganciarci ridiscutere la materia. A mio avviso siamo talmente ingessati da tutte le nostre regole che nessuno nemmeno il Premier attualmente è libero di attuare norme coraggiose come il blocco dei migranti ed altro. Come diceva il buon Silvio “ Poteva solo indire l' ordine del giorno “ ed agire sulle “ Tasse” ( questo l'aggiungo io ). Se per ipotesi il NO si affermerebbe si andrebbe per assurdo col proporzionale e ci vorrebbero altri anni per ridiscutere il tutto e chi governerebbe dovrebbe far approvare a colpi di fiducia nel parlamento perché le opposizioni farebbero peste e corna. Cosa vogliamo fare? Far crollare tutto e rischiare una recessione terribile con una guerra alle porte di casa? Vorrà dire che se occorrerà qualche limatura si farà. Nel Frattempo godiamoci Baffino, Bersanov, e altri 230 poltronari. Sempre un saluto a fratello Magdi.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Dom, 04/12/2016 - 11:29

...nemmeno un piccolo attacco contro l'islam? Caro Magdi, che è successo??? Comunque andrò a votare nonostante l'invito de Sig. Allam.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 04/12/2016 - 11:46

Egregio (si fa per dire) Magdi Allam, sono d'accordo nel respingere il progetto post-democratico di Renzi. Ma un pochino di coerenza da parte tua non guasterebbe. 1) Lo sai che con il NO (di cui auspico la vittoria) si difende la Costituzione attuale nella sua interezza, compresi gli articoli 10 e 11? Ovvero che la Repubblica Italiana è tenuta ad accogliere tutti coloro che provengono da paesi in cui non sono garantite le stesse libertà democratiche esistenti in Italia? 2) Che tale accoglienza non può essere concessa in modo discriminante per RELIGIONE? Ovvero che non si possono respingere i Musulmani? 3) In quanto alle radici Giudaico-Cristiane devo ricordarti che per gli Israeliti Gesù (CRISTO) è solo il frutto du uno stupro subito da Maria da parte di un legionario romano? 4) E sulle radici greco-romane dell'Europa hai qualcosa da dirci?

swiller

Dom, 04/12/2016 - 11:50

Siete Italiani ebbene c'è un solo voto NOOOOOOO.

Ritratto di MACzonaMB

MACzonaMB

Dom, 04/12/2016 - 11:53

Fermamente convinti di essere stati truffati con l'accoglienza a prescindere (intanto le coop si ingrassano), col cambiamento a prescindere mentre i pluri-stipendiati sono rimasti al loro posto e l'immeritato strapotere che detengono verrebbe ulteriormente rafforzato, con le riforme bancarie che hanno lasciato sul lastrico migliaia di famiglie di risparmiatori, con una tassazione alle stelle che non accenna a diminuire. Ora il ladro è nuovamente alle porte, travestito da galantuomo ed è doveroso vigilare una volta tanto e contrastarlo con uno strategico NO. E più da talune parti ci viene strombazzato di desistere, più è il caso di precipitarsi in massa alle urne. NO per non dimenticare.

buri

Dom, 04/12/2016 - 11:58

NO .. ancora NO .. speriamo .. sempre ia NO .. via Renzi, Juncker e quella strega della Merkel

carvan1234

Dom, 04/12/2016 - 12:08

Ma come si possono raggiungere certi livelli di irresponsabilità. Ci rendiamo conto che siamo un Paese indebitato fino al midollo ? Che gli unici che possano risollevare le sorti di questo Paese sono quello che voi chiamate i Poteri Forti? Il Mondo ormai è interconnesso, ed in tutti i Paesi, gente responsabile spera e sogna d'avere i Poteri Forti dalla loro parte. Noi, forse per la prima volta, abbiamo un Presidente del Consiglio che li ha dalla sua parte. I Poteri Forti, ficchiamocelo in testa, per una Nazione come la nostra sono i soli che possono creare ( o distruggere) i posti di lavoro tramite investimenti (o disinvestimenti). Nel 2011 ci siamo accorti o no di cosa significava avere i Poteri Forti contro di noi ?

AH1A

Dom, 04/12/2016 - 12:13

Ma nessuno s'interroga sul PERCHE' 17 regioni su 20 sono governate dal PD? Se il CDX invece di correre appresso alle gonnelline avesse fatto politica ora sarebbe diverso, continuando così, la prossima volta il PD prende 20 su 20!

Konrad2000

Dom, 04/12/2016 - 12:15

Concordo con tutto ciò che dice, Magdi Cristiano Allam. Un NO! secco e deciso alla rottamazione dell'Italia e della sua democrazia ad opera di un gruppo di persone mai elette ed inette.

Anonimo (non verificato)

pfanfan

Dom, 04/12/2016 - 12:30

Pur sforzandomi di essere equilibrato mi pare che il titolo di questo pezzo "sia puerilmente tendenzioso" (vio di tanti altri: il Giornale di una volta ne avrebbe fatto a meno.

squalotigre

Dom, 04/12/2016 - 12:49

Omar El Mukhtar - l'art. 10 fa parte della prima parte della Costituzione che non è oggetto di referendum. Forse lo ignora ma neppure Salvini o la Le Pen sono contrari ad ospitare coloro che fuggono dalle guerre, sono contrari ed in modo netto a mantenere quelli che vengono chiamati profughi ma che sono CLANDESTINI che noi andiamo a traghettare e mantenere con le nostre tasse a discapito dei milioni di italiani che versano in povertà e che debbono accontentarsi di alloggiare in macchina e mangiare con quello che trovano nei cassonetti. Che siano musulmani, buddisti, atei; neri, bianchi, africani o svedesi devono essere respinti. Questo in un paese normale che non può essere trasformato in un coacervo di persone di differente cultura e tradizioni che non avendo nulla da fare sono facile preda della criminalità e che stanno riducendo le nostre città a cloache.

Ritratto di bingo bongo

Anonimo (non verificato)

nerinaneri

Dom, 04/12/2016 - 13:19

...è la globalizzazione, bruttezza...

Ritratto di Riky65

Riky65

Dom, 04/12/2016 - 14:05

Per quanto riguarda l'islam ho sempre appoggiato le sue idee ,però questa volta ho votato si...tié!!!!!

Pietro2009

Dom, 04/12/2016 - 14:07

MARCELLO PERA è per IL SI:"La campagna referendaria sta anteponendo il giudizio sul Governo alla discussione sulla riforma costituzionale...È il caso di ricordare...che la stessa Forza Italia ha votato a favore nelle prime letture, dissociandosi solo dopo l’elezione del Presidente della Repubblica." ecc ecc - HO LETTO/CAPITO PERO' CHE QUESTA RIFORMA ASSOMIGLIA MOLTISSIMO A QUELLA DEL 2006, PRESENTATA DA FORZA ITALIA e GIUDICATA DALLE OPPOSIZIONI DI ALLORA PERICOLOSA PER LA DEMOCRAZIA, QUINDI DANDO CREDITO ALLE OPPOSIZIONI DI IERI E DI OGGI SIANO ESSE DI SX O DI DX è meglio NO. La coerenza però stà in quelli che si sono espressi per il NO ieri e oggi. PS Rimangono valide alcune ragioni del SI di ieri e di oggi. Buon voto a tutti...e comunque come ha detto la confindustria domani le fabbriche apriranno ugualmente.

Tuvok

Dom, 04/12/2016 - 15:37

OMAR lei estrapola una frase dal contesto dell’ART.10 in modo da STRUMENTALIZZARE il significato della frase stessa. L’ART 10 dice: L'ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute.La condizione giuridica dello straniero è regolata dalla legge IN CONFORMITÀ DELLE NORME E DEI TRATTATI INTERNAZIONALI.Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l'effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d'asilo nel territorio della Repubblica, SECONDO LE CONDIZIONI STABILITE DALLA LEGGE. Non è ammessa l'estradizione dello straniero per reati politici. In questo caso la NORMA INTERNAZIONALE di riferimento è la CONVENZIONE di GINEVRA che dice che SOLO I RIFUGIATI hanno diritto alla protezione internazionale In quanto ai mussulmani, non vanno respinti perchè mussulmani ma perchè non accettano le nostre leggi che vietano la POLIGAMIA, i matrimoni con minorenni eccetera.-

Rumore

Dom, 04/12/2016 - 17:32

" NO " smoking !

Una-mattina-mi-...

Dom, 04/12/2016 - 17:48

HO LA BOTTIGLIA IN FRIGO...

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 04/12/2016 - 18:00

Cari Fratelli, votate SI, e saremo salvi.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Dom, 04/12/2016 - 18:10

@Flip. sciaguratro ora basta cxxxxxxe. tutti prendono i dati e poi ci sono quelli del no e del si. Basta cxxxxxe .

Ritratto di Nahum

Nahum

Dom, 04/12/2016 - 18:33

Ma non è propaganda elettorale fuori tempo massimo nel periodo in cui è proibita?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 04/12/2016 - 20:49

buri strega la Merkel? E perchè? I vostri politici invece sono dei maghi? Non sapevo che la Merkel governasse anche in Italia.Perchè non vanno i vostri poltici a governare in Germania?

dakia

Dom, 04/12/2016 - 21:37

Di tutti questi sacrosanti privilegi di cui potevamo avvalerci, bastava fare una denuncia all'alta corte Eu e risparmiarci litigi, offese, baruffe pur coscienti che nessuno di questi signori, capo dello stato compreso è d'accordo con l'andarsene a sedere sulla poltrona di casa. Quindi ricuceranno come sempre a modo loro la pezza, chi perché è spavaldo, l'altro perché furbo, l'altro perché educato e umanista, e noi ci siamo presi la briga di farci affibbiare l'epiteto di populisti che più populisti di loro non ci saranno.Il galletto rignanese è andato a votare senza documenti,vediamo se mi riconoscono, dice il benefattore della ciurma dei grandi poteri...roba da pazzi.

piazzapulita52

Dom, 04/12/2016 - 21:52

Che vinca il No oppure vinca il SI non farà nessuna differenza! Il problema, tragico, è un'altro! Avete mai sentito parlare di SOSTITUZIONE ETNICA? E' quello che sta accadendo in tutta Europa; una cosa voluta dall'elite che porterà inevitabilmente alla fine dell'Europa e dei suoi popoli!