"No lepenisti", "Vecchi minestroni". È guerra di veti tra Alfano e Salvini

Centristi e Lega si escludono a vicenda dalla possibile alleanza politica

Roma - Se Stefano Parisi a Roma inizia il suo giro di analisi e perlustrazione del partito e ragiona su come riaggregare la galassia dei moderati, il suo incarico continua a provocare più di una fibrillazione dentro Forza Italia. L'affondo più diretto viene portato da Altero Matteoli che sul Corriere della Sera fa sentire la sua. «Io dal signor Parisi non mi faccio certo radere al suolo... Tabula rasa la fa a casa sua, non nella casa di tutti perché Forza Italia ha una classe dirigente migliore dell'immagine che se ne dà - spiega - Per cui, se Stefano Parisi vuole dare una mano a tutti noi, ben venga... Ma nessuno lo consideri l'unto del Signore che, da solo, risolve i problemi. Comunque ben venga Parisi se sa prtare nuove forze». Qualche perplessità viene espressa anche da Giovanni Toti, preoccupato soprattutto della riproposizione di un «modello Marchini» e favorevole piuttosto al format adottato in Liguria e in Lombardia. «Ero già confuso prima, ma dopo aver letto le interviste e i discorsi di Stefano Parisi mi sono confuso ancor di più. Però può darsi che non abbia capito io» dice ospite della festa della lega di Milano Marittima. «Non so qual è il mandato che Berlusconi ha affidato a Parisi anche perché si sono parlati solo loro due...». Di certo Toti punta a un centrodestra che si fondi su tre pilastri: Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia. «Ventilare coalizioni neocentriste non porta da nessuna parte. Lo dice l'aritmetica prima della politica. Senza la Lega il centrodestra non ha futuro. Salvini fa la sua parte, presidia un'area che noi di Forza Italia non possiamo coprire. Altro che lepenismo». Una posizione sposata anche da Matteo Salvini «contrario ai vecchi minestroni con ingredienti del calibro di Alfano, Cicchitto e Tosi». Di certo da parte di Angelino Alfano arriva una chiara apertura: «Il tentativo di Parisi può avere un buon esito se sarà consacrato dalle primarie e se metterà i lepenisti in condizione di non nuocere. Lupi ha sempre avuto uno sguardo rivolto in quella direzione e altri amici fondatori del nostro partito, come Lorenzin e Cicchitto, hanno sempre manifestato maggiore perplessità».

La richiesta di un metodo democratico per stabilire il candidato premier del centrodestra arriva anche da Gianfranco Rotondi. «Sulla premiership assistiamo a fughe in avanti: essa verrà fuori dalla battaglia referendaria. Dal fronte del no nascerà una specie di Ulivo: alleanza di opposti che scoprono un percorso nuovo» dichiara il deputato di Forza Italia e presidente di Rivoluzione Cristiana. «Forza Italia si organizza come crede: se Parisi ne è il capo, buona fortuna. Se è il candidato premier del centrodestra io mi contrappongo apertamente e chiedo un metodo democratico per decidere chi ha ragione tra me, lui, Salvini e chi si proporrà». E per annunciare le sue iniziative Rotondi per domani ha convocato una conferenza stampa: tra i temi all'ordine del giorno proprio il ruolo di Stefano Parisi.

Commenti
Ritratto di combirio

combirio

Mar, 02/08/2016 - 09:43

Parisi deve essere deciso e pragmatico! Le facce marce devono stare fuori! Adesso stanno logorando il governo, domani distrugerebbero di nuovo il centro destra. Il periodo dei giochini è finito! Non abbiamo più tempo ne risorse per l' Italia. Chi ha fatto una scelta ben precisa nel sostenere il Governo PD non porterebbe nessuna ventata di freschezza, la gente non capirebbe, piuttosto aumenterebbe il non voto. Il richiamo della foresta del tutti dentro appassionatamente non è la cosa migliore e poi servono dei programmi ambiziosi che riportano la gente ad avere più fiducia nella politica. Innanzitutto l' abbassamnento degli stipendi dei Parlamentari e togliere i loro benefit da Casta che gravano sui cittadini.

antipifferaio

Mar, 02/08/2016 - 09:47

Ok, mettiamola così...senza la Lega non si vince (+/- 15%) e con Alfano di perde di sicuro visto che la gente chiaramente odia gli inciuci e ancor più il traditore con un piede in tutte le scarpe e una lingua per tutti i cu.i. Quindi fate voi... Se volete continuare sulla "scia" del Comune di Roma ditelo subito perchè così votiamo direttamente i 5Stelle e risparmiamo tanti soldi per un inutile ballottaggio....

Ritratto di Situation

Situation

Mar, 02/08/2016 - 10:15

come sempre ci sono voti, controvoti, opposizioni e contrapposizioni dei soliti (vigliacchi e voltafaccia di professione) targati e marchiati a diverso titolo dalla CROCE e dagli ex PSI. Questo è il problema da sempre, questi sono i nemici da sempre..................sciò il Papa se ne vada ad Avignone!

giuseppe1951

Mar, 02/08/2016 - 10:35

No! assolutamente no con Alfano & C. nessuno di NCD deve entrare in FI, l'alleanza ideale è solo FI + Lega + FdI stop nessun'altro

Ritratto di NEVERLAND

NEVERLAND

Mar, 02/08/2016 - 10:46

Io sto con Salvini. se mantiene il punto di correre da solo, visto le ultime novità della Sig.ra Meloni. Vincere per poi non cambiare nulla come l'esperienza del passato ci insegna, non serve. Meglio creare un partito di opposizione valido ed utile per la nazione. L'opposizione se valida è UTILE A TUTI.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 02/08/2016 - 11:15

Comincio a rivalutare l'orso Yoghi. Forse non è così tonto come sembra.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 02/08/2016 - 11:17

-------------dove sta il tizio che parla sempre del CDU---centrodestra unito?------ahahhah ---questi sono allo sbando totale---hasta siempre

VittorioMar

Mar, 02/08/2016 - 11:30

.....sono discussioni inutili e dannose!!..non perdere né il tempo , né la calma e é la serenità di riflessione!!!

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Mar, 02/08/2016 - 11:31

ci manca il ritorno di un partito come udc che dopo avere appoggiato con tanto di ministri una coalizione bolscevica pensi impunemente di rientrare nella compagine di centro/destra, con questa mossa posso garantire (senza uso della sfera di cristallo) che gli astenuti dei moderati saranno di lunga superiori allo zerovirgola portato in dote da alf-ano, peggiorando di fatto il risultato finale.

Chattanooga

Mar, 02/08/2016 - 11:52

@antipifferaio. Sono perfettamente d'accordo con lei. Piuttosto che accettare l'inciucio con Alfano, voterò M5S. Vabbè che la politica è compromesso, ma c'è un limite a tutto.

Ritratto di NEVERLAND

NEVERLAND

Mar, 02/08/2016 - 11:57

elkid: completamente d'accordo. Si stanno litigando le poltrone, non il bene ed il futuro di questa nazione (NOI). un saluto

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Mar, 02/08/2016 - 12:15

Non è che Berlusconi stia facendo bella figura. Il suo alter ego telecomandato, stile manager decisionista, vuol forse scartare quelli che, nella cattiva sorte di FI, sono rimasti fedeli al Cavaliere, per aprire le porte ad Alfano, Lorenzin et similia? Tenga anche presente il "consulente" Parisi che la coerenza e la chiarezza anti-renziana di Salvini sarà sempre premiata da molti di noi.

cgf

Mar, 02/08/2016 - 12:44

Salvini sta regalando voti a M5S ed Al-Fano annaspa per cercare visibilità, ma lo 0,x che rappresenta....

Ritratto di NEVERLAND

NEVERLAND

Mar, 02/08/2016 - 13:24

cgf: forse Lei non conosce la storia romana(05.06.2016). L'on. Berlusconi sta regalando ai 5S il suo elettorato. non è colpa di Salvini, che rimane l'unico atleta che non gareggia al saltafosso, e non è ammaliato dal richiamo delle sirene. un saluto

conviene

Mar, 02/08/2016 - 13:44

Se Alfano ei suoi amici avessero dignità dopo le sberle di salvini si dimetterebbero da tutte le giunte di centro destra. Partiamo dalla lombardia sino all'ultimo piccolo comune poi vediamo la spocchia dove va a finire. Ma le poltrone fanno comodo. Vero Franco Massi