Non accetta di essere lasciato: malmena la ex e il suo cagnolino

Il ragazzo, 24, anni, è stato denunciato per maltrattamenti

Non accetta di rimanere single, di essere lasciato dalla fidanzata, e così dà vita alla sua vendetta: va sul suo profilo Facebook per capire dove passerà la serata, la pedina, la ferma con una scusa banale e le scarica addosso tutta la sua rabbia. Non finisce qui. Torna indietro e se la prende anche con il suo cagnolino. Per questo, un ragazzo di 24 anni è stato denunciato dalla polizia di Siracusa per maltrattamento di animali, percosse e ingiurie. È accusato di aver picchiato per ritorsione il cagnolino della fidanzata con cui non voleva interrompere la relazione.

Gli agenti della squadra Volante hanno incastrato il giovane nella notte tra venerdì e sabato mentre attraversavano in auto via Luigi Cadorna. Qui notavano una ragazza che, piangendo, abbracciava un cagnolino. La giovane raccontava come, stanca dell'aggressività del fidanzato, avesse deciso di lasciarlo ma lui, contrario alla fine della loro storia, l'aveva ingiuriata e percossa violentemente. E dopo si era avventato contro il cane, che immediatamente medicato, se la caverà con qualche benda. Da lì all'identificazione sono passati pochi minuti e il 24enne, rintracciato, è stato denunciato. La donna è stata invece medicata nel vicino ospedale Umberto I. Per i medici la prognosi è di tre giorni.

Siracusa violenta. La scorsa settimana i carabinieri erano intervenuti per sedare un'altra accesa lite, stavolta tra marito e moglie. Lite scaturita per motivi relazionali e sulle diverse vedute sull'educazione dei figli, causa che aveva spinto l'uomo a malmenare la moglie. Al momento dell'arrivo dei militari in casa la vittima era stesa per terra e presentava vari segni di percosse sul corpo. A quel punto i carabinieri hanno accompagnato la vittima al Pronto soccorso per le cure del caso e l'hanno invitata in caserma per sporgere denuncia. Sempre a Siracusa, furibonda rissa fra sei persone del luogo nel giorno di Pasquetta che solo per miracolo non è sfociata in tragedia. In quell'occasione, per placare gli esagitati animi dei contendenti, accesi per un banalissimo sorpasso che tre di loro, a bordo di un furgone, avevano effettuato a dei cavalli in strada per la festa religiosa della famiglia di San Giuseppe, è stato necessario l'intervento dei vigili urbani che con molte difficoltà erano riusciti a ripristinare la calma e l'ordine nelle vie del paese.