"Non rompere", "Sei un fighetto". Chiusure domenicali, insulti tra Sala e Di Maio

Il sindaco milanese: "Una follia". La replica del ministro: "Chi se ne frega". Interviene Salvini: "Sala irrispettoso"

"Non rompete le palle a Milano". Il sindaco Giuseppe Sala si schiera contro le chiusure domenicali nei negozi all'ombra della Madonnina. E al ministro Di Maio manda un messaggio chiaro: "Mi sembra una follia".

"Perchè dovrebbe fermarsi chi gestisce i negozi, e non ad esempio non i giornalisti? Qual è il senso?", si domanda Sala. Che difende la sua città: "Se vogliono chiudere i negozi la domenica in provincia di Avellino, lo facciano. Ma a Milano è contro il senso comune. Pensassero alle grandi questioni politiche, non a rompere le palle a noi che abbiamo un modello che funziona e 9 milioni di turisti".

Immediata la replica del ministro per lo sviluppo economico. Luigi Di Maio replica su Facebook: "Per il sindaco di Milano Sala i diritti delle persone sono una rottura di palle. Nessuno vuole chiudere nulla a Milano nè da nessun altra parte, ma chi lavora ha il diritto a non essere più sfruttato". E conclude: "Questo rompe le palle a un sindaco fighetto del Pd? E chi se ne frega!".

Nel pomeriggio arriva anche il commento dell'altro vicepremier, Matteo Salvini. "Se fossi il sindaco Sala, più che di occuparmi del governo o di Avellino, mi occuperei di alcune zone della mia città assolutamente fuori controllo". Per il capo della Lega, Sala è stato "irrispettoso".

Commenti
Ritratto di tomari

tomari

Sab, 10/11/2018 - 16:25

Parla proprio il bibitaro! Lui che ha lavorato prevalentemente di domenica, allora chiudiamo tutto, ferrovie, ospedali, polizia, stadi ecc...ecc... Ma come farà a campare di maio (rigorosamente minuscolo) quando, molto presto, se ne tornerà a vendere bibite al San Paolo?

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Sab, 10/11/2018 - 17:01

Ahahahah... gli ha dato del "fighetto". Mah, francamente Sala al massimo si potrebbe definire "pacioccone con ambizioni senza speranza".

lorenzovan

Sab, 10/11/2018 - 17:30

certo che i due sono veramente in simbiosi di amorosi sensi..capisco la delusione della Isoardi

Ritratto di JOLLY ROGER

JOLLY ROGER

Sab, 10/11/2018 - 18:43

Questo è il livello di discussione tra due politici che dovrebbero rappresentare il meglio delle istituzioni. Li meritiamo, evidentemente.

Reip

Sab, 10/11/2018 - 19:11

...Una volta tanto (l’unica) sono daccordo con Sala!

sparviero51

Sab, 10/11/2018 - 19:11

GARA FRA TITANI !!!

stefano1951

Sab, 10/11/2018 - 19:23

Salvini è meglio che la smetta di menarla contro la sensibilità popolare che sta già mostrandosi insofferente alle sue posizioni pro grilline in fatto di giustizia, a voler ignorare l'incompetenza sulle opere (vedi Genova) e alle chiacchere senza risultati sull'invasione clandestina. A breve, se non inverte la rotta, farà compagnia a renzi.

carlottacharlie

Sab, 10/11/2018 - 19:33

Salvini, se stavi zitto avresti fatto bella figura. Certo che Sala non è il meglio a fare il sindaco, però ha detto una cosa giusta: Milano non è Avellino.- Questi 5 sono bestie che snobbano il lavoro e vorrebbero che tutti fossimo lazzaroni, per legge. Prenderlo a calci sarebbe la salvezza del nord. Del sud, chi se ne frega, decidano loro cosa vogliono diventare ma lascino stare il settentrione che non è più disposto a dar retta agli sfruttatori.

Ritratto di Laura51

Laura51

Sab, 10/11/2018 - 21:34

"Che difende la sua città", Come, mettendo le palme in Piazza Duomo e gettando una che era una stupenda città nel degrado più assoluto?? Meglio non difenderla, a questo punto.

gio777

Sab, 10/11/2018 - 21:36

le commesse lavorano tutti i giorni della settimana. La domenica hanno diritto di vivere la loro vita. Di andare a messa (se sono credenti) di stare coi figlioli se sono mamme, di stare con la famiglia o col fidanzato. Polizia, Carabinieri, Medici, Ferrovieri non sono mestieri comuni, sono di primaria importanza per la collettività ed inoltre sono organizzati in turni.

maricap

Sab, 10/11/2018 - 21:36

lorenzova Sab, 10/11/2018 - 17:30 Ma si Lorenzo va a ca gà. Se non hai la carta igienica, usa pure la bandiera rossa, quella che " La trionferà " .

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 10/11/2018 - 22:00

Insulti tra nullità.

lavieenrose

Sab, 10/11/2018 - 22:58

ma noi italiani cosa abbiamo fatto di male per meritarci dei burinacci del generre? Ah si, sono stati votati, ma a quando un soprassalto di amor patrio e di dignità prendendoli a calci nel popò?

Ritratto di massacrato

massacrato

Sab, 10/11/2018 - 23:00

SBAGLIATO CHIUDERE DI DOMENICA. libertà di scelta. MA per i dipendenti LA LEGGE deve prevedere TURNIFICAZIONI OBBLIGATORIE con normalizzazione del monte ore lavorative. TROPPO DIFFICILE_??

frabelli1

Dom, 11/11/2018 - 01:16

Questa volta il sindaco Sala ha espresso le opinioni della stragrande maggioranza dei cittadini non solo di Milano ma di TUTTA la Lombardia. Legiferare queste cose è pura follia. Stia attenta la Lega, sta tirando troppo la corda, e di figurati c’è solo un certo DiMaio.

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Dom, 11/11/2018 - 07:08

Per un vicepremier che bacia l'ampolla contenente il sangue di San Gennaro, ridurre o eliminare le chiusure festive significherebbe solo mandare più cristiani a messa. Salvini, ex adoratore del dio Po, cattolico opportunista, dovrebbe essere d'accordo con lui.

Ritratto di Nahum

Nahum

Dom, 11/11/2018 - 07:31

Gigi torna al divano e lascia che Milano sia una città europea ....