Non solo migranti, spunta la super-Troika per «commissariare» i Paesi che sgarrano

Polemica sul nuovo Fondo salva Stati. Sanzioni a Mosca, l'Italia si accoda ai 27

Lo spettro Troika si aggira per l'Europa e, soprattutto, sull'Italia. Mentre l'attenzione di tutti era concentrata sul tema dei migranti, ma nella seconda e conclusiva giornata del Consiglio Ue si sono svolti negoziati tra i Ventotto anche su altre questioni importanti: dalla riforma dell'eurozona alle sanzioni alla Russia, per concludere con la partita della Brexit.

Prima di partire per Bruxelles, Angela Merkel era stata chiara: la riforma dell'eurozona, con l'obiettivo di modificare il Fondo di stabilità europeo in una specie di Fondo monetario europeo a protezione da eventuali nuove crisi come quella greca faticosamente superata, sarebbe stata una sua priorità, da conseguire d'intesa con la Francia. Ma ieri mattina, in sede di negoziazione, il premier italiano Giuseppe Conte ha giocato ancora una volta il ruolo dell'oppositore attivo.

«C'è stata una discussione molto vivace - ha detto il premier -: confesso che a un certo punto ho bloccato l'adozione del documento, abbiamo dovuto fare una pausa e, dopo una lunga negoziazione, abbiamo approvato un testo». Era un passaggio sul rafforzamento del Meccanismo europeo di stabilità (Mes, il Fondo salva-Stati) a risultare inaccettabile a Conte. L'ostacolo è stato superato istituendo il common backstop, «un meccanismo di sicurezza - ha spiegato lo stesso premier - che prevede la condivisione del rischio con riguardo al sistema bancario».

«Un disastro per l'Italia, frutto di dilettanti allo sbaraglio andati a trattare nel vertice europeo degli ultimi anni senza alcuna preparazione», ha chiosato Renato Brunetta di Forza Italia facendo riferimento al proposito di riformare il Mes «operando sulla base di tutti gli elementi indicati nella lettera del presidente dell'Eurogruppo». Questa missiva, datata 25 giugno, prevede il «principio di condizionalità»: gli Stati in difficoltà, per ottenere aiuti, dovranno sottostare al coordinamento del Mes, dell'Ue e della Bce. Una vera e propria Troika governata da Bruxelles, Francoforte e Berlino.

Un altro punto difficile per la delegazione italiana a Bruxelles era quello del rinnovo delle sanzioni europee alla Russia per il suo ruolo nella guerra in Ucraina e per l'annessione illegale della Crimea. Nonostante il leader della Lega Matteo Salvini avesse insistito sulla contrarietà italiana alla loro proroga, il Consiglio Europeo ha approvato all'unanimità - dunque anche con l'assenso italiano - l'estensione delle sanzioni per altri sei mesi. Salvini ieri ha ricordato che il no alle sanzioni contro Mosca figura nel contratto di governo con il M5S, e ha promesso di «far valere i nostri no anche su questo: riusciamo a dirne solo due o tre alla volta». Il documento dei Ventotto - che il Cremlino ha subito deplorato - cita anche la richiesta di misure restrittive sulle armi chimiche dopo il caso dell'avvelenamento con gas nervino di una ex spia russa in Inghilterra, un piano d'azione europeo contro la disinformazione di cui la Russia è accusata, e il pieno sostegno alla risoluzione dell'Onu sull'abbattimento del volo di linea malaysiano MH17, abbattuto sull'est dell'Ucraina nel 2014.

Infine la Brexit. Il presidente del Consiglio Ue Donald Tusk ha detto diplomaticamente che «c'è ancora molto lavoro da fare», ma i leader europei si stanno preparando a un esito fallimentare dei negoziati che hanno come deadline il 19 marzo prossimo.

Commenti

Divoll

Sab, 30/06/2018 - 10:53

"Crisi greca superata"??? Forse per i maledetti banchieri, e solo per loro, mentre il popolo e' in ginocchio. Al diavolo la Germania e tutta la UE!

Mokelembembe

Sab, 30/06/2018 - 11:01

Cosa succede ''Onorevole'' Sig.Salvini? -e la scritta No sanzioni alla Russia, che tanto campeggiava sulla sua maglietta,è venuta via al primo lavaggio?....non ha usato ACE gentile?...che peccato anche per la collezione di ulteriori danni che questo causerà all'economia italiana

flip

Sab, 30/06/2018 - 11:11

sempre più convinto che l'europetta è un mega cesso. prima ne veniamo fuori eglio è! ed il nostro debito è tutto per loro.

Una-mattina-mi-...

Sab, 30/06/2018 - 11:14

MA QUALCUNO DEI FIGLI DI TROIKA E' STATO IN GRECIA RECENTEMENTE?

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Sab, 30/06/2018 - 11:17

Usciamo da questa banda di delinquenti.

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Sab, 30/06/2018 - 11:18

Chiedo lumi,Conte avrebbe accettato la condizione che per avere aiuti,i governi nazionali dovranno accettare le decisioni di UE,MES e BCE?Cioe' loro decideranno su chi dovra' essere scaricato il costo per avere quegli aiuti?Qualcuno mi faccia capire per favore:il sistema bancario europeo,elargisce prestiti senza garanzia e se quel debito non viene onorato,invece di mandare in galera e sequestrare tutto a chi ha prestato quei soldi,la BCE decide come e da chi recuperarli?No perche' se cosi' fosse,questo vuol dire che e' meglio ritirare tutti i soldi,vendere tutto e scappare dall'UE il piu' in fretta possibile;per chi non lo avesse gia' fatto ovviamente.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 30/06/2018 - 11:20

---zio putler ringrazia--swag

rudyger

Sab, 30/06/2018 - 11:22

Tutti i partiti hanno un programma che equivale a dei propositi. Nominatemi uno che li abbia pienamente realizzati ? Abbiamo giocatori eccezionali nel pallone, eppure siamo stati squalificati. L'eliminazione dell'allenatore non ha risolto il problema della sconfitta. E' così purtroppo la politica.

d_amod1

Sab, 30/06/2018 - 11:34

Tutte le fakes lette approvate e sottoscritte! Di questa Europa,(siamo a 27 ma arriveremo a trecento giovani e forti ma tutti morti), ad essere giudaico non è il lontano passato ma l'attuale presente. Ecco perché di Costituzione Europea non si parla più. Il resto sono chiacchiere e tabacchiere di legno, fakes appunto.

Rottweiler

Sab, 30/06/2018 - 11:35

Solo le banche tedesche e francesino possono dire di aver superato la crisi greca (anzi ci hanno guadagnato). Il loro malaffare e' stato spalmato su tutti i cittadini europei. Grazie a Monti.

Egli

Sab, 30/06/2018 - 11:38

Si salvi chi può. Per gli italioti si avvicina il tempo delle ghiande.

Ritratto di saggezza

saggezza

Sab, 30/06/2018 - 11:46

L’Europa se ne frega di noi e noi freghiamoci di quello che dice l’Europa e facciamo quello che conviene al nostro popolo. E si comprende anche che un governo formato con una maggioranza di partiti diversi è impossibile attuare al 100% il programma di un solo partito.

kobler

Sab, 30/06/2018 - 11:55

Comincino a colpire quei 3/4 della UE che fanno i furbi respingendo gli emigranti con varie scuse non attinenti le regole europee! Poi le sanzioni alla Russia... colpiscono solo la popolazione mentre chi "governa" neppure la sente! Vogliamo dare respiro alla gente anziché alle mosse bancarie o lobbistiche occulte?

Anonimo (non verificato)

Blueray

Sab, 30/06/2018 - 11:56

Sulle questioni gravi di politica estera è noto che il Consiglio europeo vota ancora all'unanimità, escludendosi la maggioranza qualificata. Bastava un no dell'Italia e il Consiglio era in ginocchio. Io capisco che Conte non se la sia sentita: se noi chiudiamo i rubinetti a loro, loro li chiuderanno a noi. Ergo non posso dargli torto, l'importante però è tenerli alla graticola, almeno fino a quando, come accaduto per la Grecia, avremo bisogno di loro, poi ci ridurranno in mutande.

Ritratto di capcap

capcap

Sab, 30/06/2018 - 11:56

Le sanzioni contro la Russia fanno male alla nostra economia. Qualcuno è in grado di spiegarmi perchè CI FACCIAMO DEL MALE per soddisfare le invidie INFANTILI e gli interessi altrui SENZA TORNACONTO?

Ritratto di capcap

capcap

Sab, 30/06/2018 - 12:00

Questo Conte non doveva farlo, inteso come aggregarsi ai 27 per le sanzioni contro la Russia. SALVINI dove sei?

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Sab, 30/06/2018 - 12:01

Ogni cosa a suo tempo, tenendo conto che Salvini deve lavorare secondo un "contratto" stipulato con i penta-stellati. Del resto i più recenti sondaggi dimostrato che i consensi per la lega aumentano sempre di più. Naturalmente bisogna fare i conti anche con qualche insulso italiano che, solo per polemica contro Matteo, fa il tifo per questo sconcio che si chiame Unione europea. il riscatto di questo paese da ogni sudditanza fa male agli schiavi di Macron, Merkel, Sanchez e compagnia.

stedo54

Sab, 30/06/2018 - 12:07

Ma questo Conte è cxxxxxo o ci fa? Le sanzioni alla Russia andavano tolte, tan'è che lo stesso Trump riconosce la Ctrimea come territorio russo. Ho la sensazione che i 5S siano proprio degli imbecilli.

Ritratto di abj14

abj14

Sab, 30/06/2018 - 12:08

Mah, io avrei detto che l'Italia non è d'accordo e se gli altri vogliono continuare con quest'idiozia delle sanzioni economiche che vadano avanti senza di noi e, comunque, ci rimborsino i danni economici già subiti ed a subire.

carlottacharlie

Sab, 30/06/2018 - 12:08

Vergogna sempre, in un modo o l'altro, siam destinati ad esser servi. Inutile far roboanti proclami quando poi la realtà ci bastona. Servi della gleba, non sarebbe ora di far cadere questo carrozzone? Mai più ci saranno così allettanti occasioni come adesso, cogliere l'attimo è difficile? Lo è perchè incapaci e perchè ci sono troppi che vogliono Europa. Paese di scemi.

tosco1

Sab, 30/06/2018 - 12:11

Minacce,imposizioni, super Troike , volontarieta' improbabili, accordi inesistenti, soffocamento dell'economia,ruberie commerciali, soffocamento delle volonta' popolari, volonta' impositoria di distruzione della civilta' italiana ecc.ecc. Signori , e' una situazione talmente inaccettabile che diventa esplosiva.Finiamola una volta per tutte con questa UE e con l'Euro.Un pernacchione, e tutti a casa sua. La Germania e la Francia con le ossa rotte, noi, sicuramente in grande risalita politico,morale, economica.Distruggiamo il mostro che avanza. Al prossimo vertice Conte si deve fare accompagnare da Salvini e Di Maio.E' giunta l'ora delle grandi decisioni.(questa frase l'ho gia' sentita..)

AngeloErice

Sab, 30/06/2018 - 12:13

Questo argomento secondo cui le sanzioni alla Russia danneggiano l'economia italiana è puerile. Danneggia le economie di TUTTI i paesi che le adottano! Arroccarsi a certi NO è di interesse specifico come nel caso dei migranti ma, ripeto, puerile fare uno contro 27 per queste sanzioni. É come se su decreto a maggioranza di 27 di chiudere i negozi la domenica, il 28° dica NO perché lo danneggia... Capito?

AngeloErice

Sab, 30/06/2018 - 12:20

É chiaro che sia la pacchia e sia la musica sono cambiate. Utile che cambi pure il nostro atteggiamento verso questi nostri nuovi governanti. Hanno bisogno di tempo anche per farlo capire ai loro omologhi internazionali. Non si tratta semplicimente di andare a Bruxelles a far casino. Quello le voleva fare Grillo che ha fatto bene a farsi da parte compresa una bella calmata.

Ritratto di Quasar

Quasar

Sab, 30/06/2018 - 12:23

I commissari della super Txxxa in carcere li metterem..

gianrico45

Sab, 30/06/2018 - 12:31

l'Italia non è la Grecia, che produce solo fichi secchi e uva sultanina,pertanto la Troika, se non voglio che crolli tutto,la possono solo minacciare.Dai! che questo lo sa anche chi ha scritto l'articolo.

nerinaneri

Sab, 30/06/2018 - 12:33

...tempi duri per i vecchietti...

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 30/06/2018 - 12:35

Salvini dovrà bacchettare di brutto questo imbranato di Premier Conti che dorme da piedi e dimostra di non essere all'atezza del suo compito. Sulle sanzioni alla Russia si è comportato da vero idiota.

grandeoceano

Sab, 30/06/2018 - 12:37

Quando il gioco è truccato l'unica soluzione è alzarsi e andare via. Al diavolo l'Europa, la Germania e la Francia. I loro interessi sono contrapposti ai nostri. Nulla di buono da loro.

Eurocrimine

Sab, 30/06/2018 - 12:41

È tutto rinviato a dicembre, non c'è stata alcuna decisione ieri sulla riforma della governance economica dell’Ue. Grazie all'opposizione dell'Italia è stato rinviato a "ulteriori discussioni" sia il bilancio comune (a cui teneva Macron) sia il ministro unitario delle Finanze (caro alla Germania). Per ora non c'è nessuna super Troika, anche se Francia e Germania ci ritroveranno perché le loro multinazionali e loro banche non vedono l'ora di bacchettare ancora di più sui nostri istituti di credito e sulle nostre aziende in difficoltà.

venco

Sab, 30/06/2018 - 12:52

Il commissariamento sul problema migranti non è accettabile, ogni Stato deve gestirli come gli pare.

tosco1

Sab, 30/06/2018 - 12:53

Una guerra crea macerie. 10 anni di guerra partecipando all'UE, perdipiu' perduta, ne lasciano sicuramente altrettante.E' ora di iniziare un nuovo dopoguerra:: e' fatto di sacrifici, mancanze, difficolta' economiche, me anche di gioia di vivere, senso di liberta', rinascita,voglia di ricostruire e ripartire, condivisione,gioie e dolori. E' un tempo magico che io ho vissuto negli anni'50, ed e' una pura gioia di vivere. Indescrivibile ed indimenticabile. Vorrei che l'Italia lo rivivesse ancora. Vorrei che riaccendesse ancora nelle piazze, nelle strade , nei paesi di montagna, i falo' i San Giuseppe, che rendevano magica la notte e lo spirito delle persone, e che ormai non usano piu',sepolti dal'ipocrisia del vivere moderno. Questa sarebbe la salvezza, la rinascita, la primavera dell'Italia. Andiamocene dall'UE della morte cerebrale.

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 30/06/2018 - 12:53

Che succede, siamo in UNA DITTATURA, FRANCO-ALLEMANNA, DI CARATTERE NAZZISTA???

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 30/06/2018 - 12:57

E' una gara a chi arriva prima, se la UE con la Super Troika o Savona con il "piano B". Io dico che vincerà Savona e la UE manderà la sua Super Troika da qualche altra parte. Nella UE non hanno ancora capito che le minacce non fanno più presa perché adesso noi siamo SOVRANI e siamo PADRONI IN CASA NOSTRA. Savona sta lavorando in silenzio, ed un Venerdì sera sentiremo la bella notizia che tutti attendiamo e per cui abbiamo votato: Da Lunedì la nostra moneta sarà la Lira e ce ne saranno in abbondanza per tutti! Abbiamo finito di fare sacrifici per accontentare i burocrati UE, la finanza mondiale e Soros!

Gianni11

Sab, 30/06/2018 - 13:49

L'UE e' il gabbione politico della NATO e degli usurai internazionali per ridurre tutte la nazioni europee al vassallaggio e alla miseria. Fino a quando non ci liberiamo il nostro destino e' la Grecia. Sembra che non riusciamo a pensare al di fuori dell'UE e dell'euro, ma solo fuori dall'UE e dall'euro potremmo avere un futuro sia come nazione che come popolo. Il piano dell'UE e annullare la nostra nazione e il piano degli usurai internazionali (la BCE )e' di ridurci alla poverta' e diventare i nostri padroni.

lavieenrose

Sab, 30/06/2018 - 13:52

ma torni a rovinare i suoi studenti all'università che per noi italiani è un flagello divino. Salvini se hai un pò di buon senso stacca la spina. Sti fighetti di periferia fanno solo danni, vabbè tu non sei gran chè ma se stacchi la spina almeno servi a qualcosa

altair1956

Sab, 30/06/2018 - 16:34

Si, va bene, ma cerchiamo di usarlo questo 'veto' ogni tanto.

QuebecAlfa

Sab, 30/06/2018 - 18:12

Ritengo praticamente certo che, nel medio termine, si arriverà al commissariamento della politica economica italiana. A via XX Settembre si parlerà tedesco.

oracolodidelfo

Sab, 30/06/2018 - 18:56

Quanti figli ha generato questa Super Trojka.......

oracolodidelfo

Sab, 30/06/2018 - 18:57

Ma quanti figli ha messo al mondo la Super Trojka?

ARGO92

Sab, 30/06/2018 - 20:48

PRIMA DISOTTOSTARE ALLA SUPER TROIKA C E L ITALEXIT

nerinaneri

Dom, 01/07/2018 - 09:27

...prima bisogna bloccare il pagamento delle pensioni, così ridiamo...