Da Nord a Sud caos dentro il Pd in vista delle Regionali

Tra indagati e occupazioni di circoli il Pd è pronto a esplodere nei territori

“Le regionali sono una sfida che ha anche una dimensione nazionale”. Il vicesegretario Lorenzo Guerini, fissa l’obiettivo di “costruire un campo democratico ampio a livello nazionale con un processo non ancora concluso e che riguarda la trasformazione che il Pd sta vivendo, un partito al 40% che per la prima volta parla con segmenti della società con cui prima non parlava”. Guerini, che è anche il responsabile dell’organizzazione territoriale del partito, non ha eluso i problemi a livello locale: “Penso che nelle prossime ore o al massimo nei prossimi giorni insieme ai livelli territoriali del partito la situazione sarà risolta ad Ercolano così nelle poche realtà dove ci sono situazioni di difficoltà". Dentro il partito, soprattutto nel cerchio magico renziano, in molti confidano che Guerini trovi una soluzione ma, a guardare la geopolitica del Pd in vista delle Regionali, pare difficile poter sostenere che situazioni difficili siano presenti solo in altre “poche realtà”.

Il vicesegretario parla dalla Liguria dove si è recato per sostenere la candidatura di quella Raffaella Paita che, con la sua vittoria alle primarie, ha decretato la fuoriuscita di Sergio Cofferati dal partito che sta con il candidato civatiano Luca Pastorino. I problemi del Pd, a livello locale, infatti, investono tutto lo stivale, ma si concentrano prevalentemente al Sud. Il caso più emblematico è appunto la Campania dove Renzi non è riuscito a imporre un suo candidato e ha dovuto mal digerire la candidatura dell’”ineleggibile” Vincenzo De Luca che, se vincesse, decadrebbe subito dalla carica di presidente in virtù della legge Severino. Desta, poi, scalpore che una parte del partito abbia deciso di votare il candidato di centrodestra Stefano Caldoro, mentre la corrente di Forza Italia vicina a Nicola Cosentino presenta una lista civica, alleata col centrosinistra, a sostegno di De Luca. Ad Ercolano, invece, le primarie sono state annullate dopo che i due candidati alle primarie a sindaco sono stati indagati per corruzione e turbativa d’asta. In questo caso il Pd nazionale ha imposto un suo uomo, ovviamente di fede renziana, e si è visto occuparsi la sede dai suoi stessi militanti e iscritti. Sempre in Campania, a Giugliano, il terzo comune della Regione per numero di abitanti, il vincitore delle primarie rischia di doversi fare da parte dopo essere stato rinviato a giudizio per associazione a delinquere.

In Sicilia le cose non vanno certo meglio dato che è ancora tutto da risolvere il nodo del candidato sindaco di Agrigento, città in cui le primarie sono state vinte da un candidato di centrodestra con il beneplacito dell’ormai ex presidente regionale del partito, Marco Zambuto, che si è dimesso dopo che è scoppiato lo scandalo. La scelta del nuovo candidato sindaco era poi ricaduta, per volontà dei vertici nazionali, sull’ex presidente della Regione Angelo Capodicasa che però ha ritirato la sua candidatura. A Enna, infine, c’è la scomoda candidatura dell’ex parlamentare Vladimiro Crisafulli, più volte indagato anche per reati di mafia, e che ora, nonostante gli inviti a farsi da parte, vuole diventare sindaco della sua città.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

Anonimo (non verificato)

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Lun, 13/04/2015 - 19:17

Invece tutto va bene in Farsa Italia, va benissimo. Cosa volete che sia essere passati dal 38% dei voti nel 2008 al 12% odierno!!!!!!!!! Avranno cambiato il responsabile di tale disastro? Noooooooo, quando mai!!!!!!!!!!! Il responsabile è il PADRONE del partito ...........

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Lun, 13/04/2015 - 19:19

E' vero, devo dare ragione al giornalista: il PD non riesce a schiodarsi dal 38% e va malissimo mentre Farsa Italia è in ripida discesa verso il 10% e non si ha il coraggio di dire che va benissimo .......

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 13/04/2015 - 19:19

Quando la smetterete di guardare in casa altrui e vi occuperete del caos che regna in un CentroDestra mai così diviso? L'ex leader è ormai un vecchio stanco, completamente plagiato da quattro ragazzotte che di politica non sanno nulla. Riesce a guardare solo al passato e non si è ancora reso conto che quei giorni sono finiti e non torneranno più. Crede di essere ancora il punto centrale, il faro del CentroDestra, mentre il partito gli si sta squagliando letteralmente fra le mani. Rifiuta le primarie di coalizione e vuole imporre a tutti i costi omuncoli del suo partito come candidati governatori o sindaci. Risultato: ognuno corre per sè e il pd vincerà dovunque. E quando finalmente potrà tornare a far politica attiva non cambierà assolutamente niente, perché il suo carisma è ormai solo un ricordo.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 13/04/2015 - 19:24

grazie al PD per l'ottima pubblicità elettorale che sta facendo a berlusconi ed a FI :-)

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Lun, 13/04/2015 - 19:30

A cospetto di queste enormi lacerazioni , le piccole incomprensioni che pare ci siano a destra sono cose risibili.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 13/04/2015 - 19:46

Oggi, sul MATTINALE, il Nobel Renato Brunetta smaschera le panzane dell'ebetino e fornisce, finalmente, un dato chiaro e irrefutabile sulle elezioni regionali: partiamo da un 4 a 3 per noi, ma non è vietato sperare un 5 a 2. E lo fa con la forza dei numeri e del ragionamento. Il PD è allo sbando, la sconfitta elettorale porterà alle dimissioni dell'ebetino, ecco perché le regionali non sono solo amministrative ma fortemente politiche. Che il PD sia allo sbando lo dicono i sondaggi!!! Silvio, calando l'asso Poli Bortone ha aggiunto la Puglia al nostro bouquet. Meno male che SILVIO c'è!

Sylviothebest

Lun, 13/04/2015 - 20:53

PD allo sbando ma mai stato così forte nei sondaggi. Forza Italia coesa ma vicino a percentuali a 1 cifra. Come diceva Toto': ma mi faccia il piacere

antonioball73

Lun, 13/04/2015 - 21:58

spero che il pd esploda oggi stesso insieme a quel berlusconiano mascherato di renzi,ma voi siete al limite dell'autismo.basta leggere libero,non il fatto quotidiano,x vedere il bordello totale in cui si trova f i, e voi non avete niente di meglio da opporre se non un infantile "specchio riflesso". vi rimane solo il povero mortimermouse, sulla cui identita' di bananas non garantite nemmeno voi,avendolo definito "anonimo non verificato" dopo 5000 commenti tutti uguali

VittorioMar

Lun, 13/04/2015 - 22:39

..è un modo per confondere l'elettorato(se ne sentiva la necessità)e farlo desistere a non andare a votare per vincere facile come la passata votazione!!!Se ci dessero la possibilità del voto elettronico,non dovrebbe essere difficile!Ci contano gli euro che abbiamo in tasca,non molti.Fate felice l'elettore!!!Grazie!

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 14/04/2015 - 00:17

andrea626390 F.I. al 12%? Lei è veramente molto ottimista!

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 14/04/2015 - 00:19

Ma questo perSilvio46 è vero, o solo un ologramma? Di cosa sta parlando?