La nuova giravolta dei 5 Stelle: "Sì ad alleanze con altri partiti"

Dopo la sonora sconfitta alle regionali in Abruzzo, il Movimento 5 Stelle pensa di abbandonare la lista unica, aprendo ad altri partiti

Le elezioni regionali in Abruzzo sono state un terremoto per il Movimento 5 Stelle, sonoramente sconfitto dal centrodestra e superato, non di poco, anche dal centrosinistra. Rispetto al 4 marzo, i 5 Stelle hanno perso 200mila voti. Tanti, troppi, per fare finta di niente. La candidata Sara Marcozzi si è fermata appena al 20%: una debacle impossibile da nascondere.

Ecco perché ora nei piani alti dei pentastellati si starebbe penando di rinnegare una delle regole auree del partito, ovvero quella di presentarsi da soli alle elezioni amministrative. Insomma, addio lista unica: i grillini sarebbero pronti ad aprire alle alleanze, su base locale, con altri partiti. Così da evitare altre figuracce e così da poter gareggiare, spesso e volentieri, anche per vincere.

L'indiscrezione la dà l'Adnkronos, che scrive come alcuni 5 Stelle sarebbero pronti ad aprire alle alleanze, rinnegando di fatto quel dogma tanto caro al fondatore Gianroberto Casaleggio. L'agenzia stampa riporta le parole di un pentastellato di "primo piano": "Non tanto le elezioni comunali ma quanto meno le regionali, altrimenti rischiamo di passare decenni prima di prendere il timone di una regione e vedere un governatore 5 Stelle. Ogni singolo candidato porta circa 200 voti, già che allunghi la lista son voti e voti in più. Oltre a garantirti più copertura territoriale". Si tratta, ecco, di un'ipotesi concreta, sulla quale in queste ore starebbero ragionando gli alti papaveri grillini.

Insomma, la discussione è aperta e la riflessione è in corso. Ma i 5 Stelle ortodossi, i cosiddetti "duri e puri", digeriranno questo ennesimo cambio di rotta? "Bisogna strutturarsi di più - spiega sempre all'Adnkronos una fonte di governo grillina - per quanto si disprezzi i partiti tradizionali, così andiamo alla guerra con le cerbottane, con le armi spuntate. E la guerra così non la vinci". E infatti in Abruzzo il Movimento 5 Stelle ha perso senza quasi combattere.

Commenti

buri

Lun, 11/02/2019 - 18:23

cosa hanno in mente ora? sicuramente niente di buono per oò paese

cir

Lun, 11/02/2019 - 18:35

a salvini comunque una risposta andava data.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 11/02/2019 - 18:35

ahahahah si certo ! ora!!!!! ma nel 2013 dicevano: no mai noi non faremo alleanze no no no!!!! adesso si sono venduti :-)

Altoviti

Lun, 11/02/2019 - 18:56

E ovviamente vogliono rifare il sciagurato PD che ha distrutto l'Italia! Non è che vogliono vincere per far qualcosa di buono ma per avere le poltrone come quelli della sinistra che pensano solo al proprio tornaconto a discapito del paese.

venco

Lun, 11/02/2019 - 19:16

Se cade questo governo lo faranno col Pd.

molesyo

Lun, 11/02/2019 - 21:19

ahhhhhperchè spacciare come sconfitta alle elezioni in abruzzo la vincita di TRE partiti contro uno ,quando la lega da sola non arriverà mai ai risultati del MOVIMENTO 5 stelle ,perchè e COME alterano i risultati di una pubblica elezione ????? COME....non ho nemmeno letto l'articolo perchè penso di questo si tratta

istituto

Lun, 11/02/2019 - 22:10

Venco 19:16@ esatto, questi ne sono capaci, come è capace il PD di rimangiarsi quello che aveva detto in passato ovvero che non si sarebbe MAI ALLEATO con i 5 stelle.

Divoll

Lun, 11/02/2019 - 23:10

E questa sara' la loro fine. Specialmente se si alleano col PD.

Gianni11

Lun, 11/02/2019 - 23:13

Gli "altri partiti" sono tutti sinistroidi. Questo non sarebbe uno sviluppo positivo.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 11/02/2019 - 23:16

--è tutto ovvio---si preparano all'atto finale---far cadere questo governo giallo verde e provare col giallorosso---vai magggika roma

manfredog

Lun, 11/02/2019 - 23:17

...e già..dal "brodo di coltura" al "brodo di cottura"..!! mg.

gianni59

Lun, 11/02/2019 - 23:18

Veramente già nel fare il governo hanno proposto di avere alleati...il PD è fuggito e Salvini ha accettato...dov'è la novità? Probabilmente faranno un contratto chiaro come hanno fatto con Salvini, che tra parentesi ha confermato che non cambierà nulla nell'alleanza di governo (bye bye Silvio)

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Lun, 11/02/2019 - 23:29

Per avere voti, bisogna essere RADICATI SUL TERRITORIO E NON DELUDERLO. La Lega per arrivare dov'e` ora ci ha messo almeno trent'anni. La differenza e` tutta qui. Chi presto viene, presto se ne va.

DemyM

Lun, 11/02/2019 - 23:42

Possono allearsi con il pdiota e simila, salvo non sprofondare ancora piu giu fino alla fine. La fogna!

Ritratto di filospinato

filospinato

Lun, 11/02/2019 - 23:59

Ora devono studiare il modo per restare un Movimento ma ancorati ad una poltrona.

celuk

Mar, 12/02/2019 - 00:05

questo sia di monito a tutti quelli che insistono con "Salvini stacca la spina": complice il pdr, è lui solo che decide, niente elezioni ma un governo 5s (fico) con il pd. Così il risultato sarà solo l'azzeramento di quel poco di positivo (sicurezza e immigrazione) fatto dalla Lega al governo. E per non perdere il posto durerebbe tutta la legislatura. Meditate.

senzaunalira

Mar, 12/02/2019 - 00:10

L' analisi del dato delle elezioni abruzzesi conferma in sostanza quello delle proiezioni nazionali che vogliono l' ipotetico centrodestra al 45%, ma un' eventuale governo inciucista di sola sinistra al 52%. Le affermazioni riportate nell' articolo e certe aperture di alcuni esponenti del PD non sono tranquillizzanti.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 12/02/2019 - 01:00

"..alcuni 5 Stelle sarebbero pronti ad aprire alle alleanze, rinnegando di fatto quel dogma tanto caro al fondatore Gianroberto Casaleggio..." Alcuni .. Casaleggio que pense, Grillo que pense? Fare un governo con quelli con cui hanno litigato per anni, che sono contro il rdc, la quota cento, che vogliono la tav etc., riaprire lo stargate migranti insieme appassionatamente (ce ne sono oltre mezzo milione pronti a partire e che costeranno 'na cifra agli italiani..). E pooi la giustizia, l'anac.. Siamo alle comiche che più comiche non potrebbero essere. Se questa è l'aria che tira annamo proprio bene! Provaci ancora Grilli: potrebbe andarti bene .. ahahaha ..

Ritratto di L'Informista

L'Informista

Mar, 12/02/2019 - 05:06

Io che la politica sostanzialmente la ho inventata, fa male vedere come possa essere frequentata da piccoli chimici il cui scopo è far scoppiare l'ampolla in laboratorio!!!

rokko

Mar, 12/02/2019 - 06:56

I 5S sono non alleabili, sono troppo inaffidabili e terrapiattisti. Giusto Salvini poteva imbarcarli; o si alleano con lui o non riusciranno a farlo con nessuno

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 12/02/2019 - 08:24

MI meraviglio della vostra meraviglia. Era ovvio che prima o poi ci sarebbe stato un tentativo di compattamento a sinistra e che, salvo qualche irriducibile, sarebbero tornati tutti all'ovile PD. Forse non si chiamerà più PD, ma l'ideologia post-comunista resta la base di coagulazione. Dopotutto era quello che Mattarella desiderava fin dal primo giorno successivo alle elezioni...Ancor più amaro il rammarico per il comportamento di Forza Italia che, se non avesse abdicato nel 2011, sarebbe ancora tra le prime forze del panorama politico...

MarioNanni

Mar, 12/02/2019 - 08:27

l'ho pensato appena visto l'esito elettorale abruzzese; il cdx ha vinto, ma non a sufficienza a scoraggiare possibili alleanze dei 5stelle con altri. il cdx doveva superare il 50% ma non vi è riuscito. mentre i 5S con il loro 20,16 può essere tentato alla ricerca di una maggioranza alternativa se Salvini per incanto smettesse di fare il coniglio. il cs col suo 31,34 più il 20.16 totalizzerebbe il 51.50%. la Lega continua a ridicolizzare Berlusconi, ma senza una affermazione netta di FI, Matteo Salvini resta in balia dei grillini con tutti i No allo sviluppo del Paese e la riforma della giustizia, cara a Ceausescu.

Ritratto di nordest

nordest

Mar, 12/02/2019 - 08:40

Se vogliono sparire completamente si uniscano pure ad altri come loro ; tra non molto ne vedremo delle belle.