La nuova idea del governo: far rientrare i capitali in Italia

Nonostante la proroga la "voluntary disclosure" ha incassato meno del previsto. Così si pensa a riproporla. Padoan: "Il debito è un mostro"

Il tempismo non è dei migliori. Una voluntary disclosure presentata dopo la pubblicazione della lista dei Vip con capitali nei paradisi fiscali ha varie controindicazioni dal punto di vista dell'immagine, ma le esigenze della finanza pubblica pesano molto nel 2016. Per questo si fanno sempre più insistenti le voci di una riedizione della regolarizzazione dei capitali italiani detenuti all'estero.

Indiscrezione circolata già nelle settimane scorse e mai confermate dall'esecutivo. Il governo è convinto che la voluntary del 2015, i cui termini sono stati prorogati fino alla fine dell'anno, non abbia fatto emergere tutto il dovuto.I dati ufficiali dell'Agenzia delle entrate sono ancora quelli del dicembre scorso. Nelle casse dello Stato sono entrati circa 3,8 miliardi di euro, gettito creato dagli oltre 59 miliardi e 500 milioni di euro rientrati e da 129 mila domande. Le verifiche da parte del Fisco delle singole posizioni sono ancora in corso e andranno avanti per tutto l'anno. Ma si pensa a un altra edizione, che potrebbe riguardare gli stessi contribuenti che l'anno scorso hanno riportato i capitali da paesi con un fisco più favorevole. Del dossier si starebbe occupando, come nella prima versione, il viceministro dell'Economia Luigi Casero.

Le eventuali risorse aggiuntive non sarebbero contabilizzate nel Def, il Documento di economia e finanza che sarà presentato entro lunedì dal governo. Ma potrebbero servire nel 2017, se le previsioni di crescita del Pil e gli obiettivi di finanza pubblica non fossero rispettati.

D'altro canto, per fare quadrare i conti dell'anno in corso si farà ricorso proprio alla contabilizzazione delle entrate extra della precedente versione del rientro dei capitali. È ormai ufficiale che le previsioni di crescita per i 2016 saranno riviste al ribasso. Intorno allo1,4% rispetto all'1,6%.

Il viceministro dell'Economia Enrico Morando ha assicurato che non ci sarà una manovra correttiva, ma si recupereranno risorse per via «amministrativa». Tradotto, verranno ripescate proprio le risorse della voluntary disclosure 2015 e i risparmi sul costo del debito pubblico. Debito «mostro» che, ha assicurato ieri il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, «stiamo domando», anche grazie ai tagli alla spesa.

Tesi non condivisa da Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera che ha risposto citando l'ultima nota di aggiornamento del Def: «Dal 2014 al 2016 la spesa pubblica in Italia è aumentata da 826,2 miliardi del 2014 a 840,4 miliardi del 2016: +14,2 miliardi». Nel 2019 «la spesa pubblica italiana supererà gli 866 miliardi di euro. Altri 24 miliardi di spese in più. È così che hanno in mente di fare Spending review Renzi e Padoan?».

Altro dato che non accenna a cambiare è quello della pressione fiscale. Ieri l'Istat ha certificato che quella del 2015 si è attestata al 43,5%, in calo di 0,1 punti su base annua ma in rialzo di 0,2 punti sulla stima precedente. A fare salire, secondo l'Istituto di statistica, le risorse del fondo salva banche, contabilizzate come imposte.

Sempre dall'Istat sono arrivati i dati sul potere di acquisto delle famiglie, aumentato per la prima volta da otto anni. Lo scorso anno è aumentato dello 0,8%: si tratta del primo rialzo dal 2007 quando segnò l'1,3%. Merito dell'inflazione bassa, che però rappresenta un problema per la finanza pubblica, ma anche per l 'economia reale dell'Italia e degli altri stati dell'Unione monetaria come ha ricordato ieri Peter Praet, membro del board della Bce.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 05/04/2016 - 08:37

ora se lo dice padoan, tutto a posto. se lo diceva Berlusconi, non era a posto! ma , idioti di sinistra, cosa cambiava tra i due? l'idea è la stessa, i problemi gli stessi! come fate a non capire questo, resterà veramente un mistero! la spiegazione però è molto più banale di quanto si voglia credere: i cre.tini di sinistra sono gente stupida, pure con la laurea in tasca (a proposito.... l'avete conseguita al CEPU????)

franco-a-trier-D

Mar, 05/04/2016 - 09:21

si si, buona idea, fate una scappatina a Panama e andate a controllare gli italiani che hanno soldi lì? oppure li prendete ai poveri pensionati?

franco-a-trier-D

Mar, 05/04/2016 - 09:21

si si, buona idea, fate una scappatina a Panama e andate a controllare gli italiani che hanno soldi lì? oppure li prendete ai poveri pensionati?..

grazia2202

Mar, 05/04/2016 - 09:36

hanno capito che loro e gli amici hanno tutti i conti a Panama. corrono ai ripari e l'idea sempre osteggiata a Berlusconi diventa furbizia: facendola passare come cammeo politico. se non fosse che stiamo in mutande sarebbe meglio di una barzelletta. una sola cosa sarbbe possibile da questo momento chi ha fatto il furbo esca da ogni incarico pubblico e/o governativo. già c'è tanto schifo non rendetevi complici

glasnost

Mar, 05/04/2016 - 09:45

Secondo voi qualcuno si può fidare delle promesse di un governo dei sinistri e riportare soldi in Italia (per vederseli confiscati)?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 05/04/2016 - 10:05

Certo che quando Berlusconi fece rientrare i soldi dall'estero la sinistra fece subito rimostranze dicendo che erano regali,mentre se è fatto da loro è tutto perfettamente giusto.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 05/04/2016 - 10:06

mettete meno tasse sui capitali in banca e vedrete come tornano indietro soldi. Poi un'IVA al 10%. Meno tasse sulla compravendita delle case. Non è possibile che uno con i soldi propri compra una casa e deve essere tassata la transizione, mentre una parte del Paese la casa ce l'ha gratis oltre non pagare nessuna tassa, ma un esiguo affitto quasi simbolico se non a zero canone. Smettiamola che chi ha i soldi debba pagare più di tutti, fate lavorare tutti, così si procurano un reddito, invece di fare i lavativi. Ma questo Stato li protegge i lavativi, invece di invogliarli a lavorare? Un controllo per uno stipendio giusto per tutti,che non ci siano molte divergenze. Qui è da decidere siamo uno Stato sociale o uno Stato dove ognuno fa i cavoli propri? Lo Stato non deve essere presente solo per le tasse.

Duka

Mar, 05/04/2016 - 10:53

E L'IDEA DI TAGLIARE LA LORO STRAGRASSA BUSTA PAGA ...... QUELLA NON VIENE MAI.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mar, 05/04/2016 - 11:18

Ma questi sono fusi, ma fusi al quadrato. Non basta chiedere di far rientrare i capitali, serve crearne le condizioni. Quelle attuali sono grossolanamente: fate rientrare i capitali, non vi facciamo niente, poi una volta rientrati li tartassano al 45/50%. Ma sono normali o pensano che siano tutti al loro livello mentale??? Servono soldi? Comincino ad eliminare tutti gli enti inutili, tutta quella sterpaglia di gente che viene strapagata senza lavorare, ridurre le pensioni ai versamenti fatti, comincino a non raddoppiare le buste paga dei commessi della Camera e Senato.Buffoni

gigetto50

Mar, 05/04/2016 - 12:14

....una volta utilizzato fino in fondo questo bancomat, ci saremo di nuovo. Va bene la voluntary disclosure, va bene la lotta all'evasione ma é anche sulla famosa e sempre orfana spending review che il governo deve battere. Andrebbe messo un fondo a questo pozzo senza fondo che é la spesa pubblica.

Franco40

Mar, 05/04/2016 - 12:19

I nostri grandi politici e tecnici non hanno ancora capito che i soldi non li debbono cercare tra gli evasori - ne trovano pochi - bensì su quelli detenuti legalmente all'estero in Paesi europei perfettamente white list (questi sono tanti e continuano ad aumentare). Chi ha proprie attività, regolarmente dichiarate in Europa, ben se ne guarda di portare i dividendi in Italia, se non lo stretto necessario, mentre il grosso dei mezzi finanziari se li tiene, legalmente, all'estero. Perché non chiedere il rientro, non obbligatorio, di questi capitali/dividendi, mettendo una tassazione leggera (non al 26% o più se c'è quota di maggioranza che permetta anche di recuperare i bolli - di montiana memoria)?.

moshe

Mar, 05/04/2016 - 12:37

... idea fantastica ed originale! avete mangiato pesante prima di andare a dormire?

risorgimento2015

Mar, 05/04/2016 - 14:07

E` tutto il contante che I finti inmigrati & zingari spediscono alle loro nazioni no ce` lo METTANO !!

unosolo

Mar, 05/04/2016 - 14:55

il governo pensa solo ad incamerare entrate , non paga i debiti , questo vuol dire falsare il bilancio o no ? ecco che si spigano le differnze tra entrate e uscite , mancano le uscite importanti.,