La nuova rotta di Agrigento: sbarchi in spiaggia

Agrigento Le coste dell'Agrigentino sotto assedio con già tre sbarchi di clandestini in altrettanti giorni. Dopo Realmonte e Torre Salsa, riserva naturale in territorio di Montallegro, è stata la volta di Palma di Montechiaro.

Sembra che all'interno della piccola imbarcazione ce ne fossero una trentina, ma ne sono stati bloccati soltanto sette, gli altri hanno fatto perdere le loro tracce. Disidradati e con un principio di insolazione, gli immigrati sono stati trasferiti al pronto soccorso dell'ospedale di Agrigento. Hanno dichiarato di essere libici, presumibilmente come il resto dei migranti che si sono dati alla fuga. La Polizia ha setacciato la zona per ore lavorando anche nel raggio di 40 km, ma dei fuggitivi nulla.

Ma come dicevamo sembra che gli scafisti per sorprendere i diversi pattugliamenti nel Mediterraneo, avrebbero cambiato percorso, non più seguendo la rotta di Lampedusa bensì la costa agrigentina. Una indagine è stata aperta anche perché due giorni fa erano approdati in 90 a Torre Salsa e, malgrado fossero stati visti da una motovedetta della Guardia di Finanza, erano riusciti a seminarla dopo un inseguimento. Tre giorni fa invece, 11 immigrati magrebini avevano raggiunto indisturbati la spiaggia di Realmonte. In questo caso è stato un diportista a lanciare l'allarme, ma degli immigrati, all'arrivo delle forze dell'ordine, nemmeno l'ombra. La situazione è molto seria tanto che si stanno studiando delle contromisure perché il mare continuerà ad essere piatto anche nei prossimi giorni. In questo modo, si sa per certo che gli arrivi aumenteranno.