Oggi Mattarella scioglie le Camere Poi Gentiloni ufficializzerà il voto il 4 marzo

Roma - L'annuncio ufficiale potrebbe arrivare oggi pomeriggio o domani mattina. Ma è l'unico dettaglio ancora incerto in un'agenda già ampiamente determinata per la fine della diciassettesima legislatura.

Stamani, nel consueto scenario dell'auletta dei gruppi di Montecitorio, Paolo Gentiloni traccerà davanti alla stampa parlamentare il bilancio del suo anno di governo, il terzo dopo le elezioni del 2013. Un bilancio con molti punti all'attivo, inclusa la buona popolarità raggiunta dal premier. La legislatura, spiegherà, ha esaurito il suo compito con gli ultimi adempimenti, legge di Bilancio in testa. E dunque, con un lievissimo anticipo «tecnico» sulla scadenza naturale, verrà dichiarata chiusa prima della fine dell'anno.

Poi la parola passerà al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che convocherà al Quirinale i presidenti di Camera e Senato per le formali consultazioni di rito, e annuncerà il decreto di scioglimento del Parlamento, che dovrà essere controfirmato da Gentiloni stesso. Toccherà poi al premier convocare il Consiglio dei ministri che stabilirà la data delle elezioni, ufficiosamente già individuata nel prossimo 4 marzo. Solo dopo questo passaggio Paolo Gentiloni, accompagnato dal ministro dell'Interno Marco Minniti, salirà al Colle per firmare il decreto di indizione delle elezioni, con il quale poi verrà fissata anche la data della seduta inaugurale delle nuove Camere, che - in base all'articolo 61 della Carta - dovrà svolgersi non oltre il ventesimo giorno dalle elezioni. Secondo questo timing, in pratica, il 24 marzo 2018.

Gentiloni gestirà dunque le elezioni non da premier dimissionario (né tanto meno sfiduciato), ma nei pieni poteri. «Il corretto funzionamento delle istituzioni non ammette vuoti», ricordano al Quirinale, e dunque il presidente del Consiglio resterà in carica fino alla convocazione delle nuove Camere. E sarà dunque in grado di far fronte a quegli «importanti impegni internazionali» che stanno a cuore a Mattarella: dal decreto con cui il governo porterà truppe italiane in Niger ai prossimi importanti vertici della Ue e della Nato. A marzo un vertice del Consiglio europeo discuterà la proposta Merkel-Macron di modifica della zona Euro, tra febbraio e marzo si discuterà del tema migranti, per non parlare del capitolo Brexit. Serve dunque, ricordano al Colle, «un governo che governi», e il timing istituzionale studiato da Mattarella lo garantirà. Fino alla costituzione di una nuova maggioranza.

Commenti
Ritratto di anticalcio

anticalcio

Gio, 28/12/2017 - 08:27

e chi fa lo pseudo sciopero della fame,alterno,continui a farlo fino a marzo....quei ridicoli,inutili edannosi

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Gio, 28/12/2017 - 08:30

È il primo atto legale della presidenza di don Mattarella: sciogliere il parlamento degli abusivi incostituzionali... Sarà pure che i neo-stalinisti alla presidentA la dichiarano la "piubbella del mondo", ma pare proprio che della "kostituzzione" anche a loro ne frega ben poco, visto che l'hanno ignorata per cinque anni.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Gio, 28/12/2017 - 09:03

Avanti tutta verso le elezioni. Ne vedremo delle belle. Cari cattocomunisti, l'Italia intera vi augura l'estinzione, politica e non solo.

Gianni000

Gio, 28/12/2017 - 09:03

quindi c'e' ancora tempo per la sinistra per fare altri danni

Ritratto di nordest

nordest

Gio, 28/12/2017 - 09:16

Questa legislatura passerà alla storia per i danni ,la povertà e gli imbrogli . La si potra’ paragonare ad Attila.Complimenti a voi comunisti.

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Gio, 28/12/2017 - 09:29

Da qui a marzo c'è molto lavoro da fare per convincere il popolo a votare destra. La sinistra (tra M5S, PD e affini) è purtroppo ancora numericamente prevalente. Ma non disperiamo.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Gio, 28/12/2017 - 09:50

Vorrei poterci credere. In fondo, si tratta di una promessa e delle promesse di codesti innominabili cialtroni, non mi sono mai fidato. Ha da passà a nuttata......

Ritratto di tangarone

tangarone

Gio, 28/12/2017 - 09:58

A me il voto fa molta paura. Basta leggere gli articoli del FQ, notoriamente allineato ai 5stelle, per leggere qualsi ogni giorno qualche articolo pro-clandestini. Di maio recentemente ha detto che cercheranno alleanze. Non vi fa paura? Il partito dei ladri e dei clandestini, unito ai 5s... batte la destra

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 28/12/2017 - 10:00

non cantate vittoria troppo presto. le zecche rosse e il mondo cattocomunista radical chic è pieno di risorse per boicottare il voto degli italiani

giuliana

Gio, 28/12/2017 - 10:39

Non devono andare a casa, devono arrestati e processati per usurpazione di potere, a cominciare da Mattarella. Eletti nel 2013, nel gen. 2014 la Corte Cost. ha dichiarato incostituzionale la legge con la quale sono stati eletti e da quel momento la legge non esiste più. La convalida dei politici eletti (richiesta dall'art.66) è avvenuta a luglio 2015. Sono stati convalidati i politici eletti con una legge che non esiste più, quindi la convalida non può esistere. Il gen Pappalardo ha consegnato le diffide (perchè procedano all'arresto) a diverse procure, questure e comandi provinciali dei carabinieri.

Ritratto di ateius

ateius

Gio, 28/12/2017 - 10:42

pare sia un triste momento per la boldrina per manconi per renzi saviano e la sinistra TUTTA. eppure da sempre il Voto popolare li entusiasmava.. dicevano di fare gli interessi degli italiani chiedendogli il voto che spesso ottenevano.- adesso pare abbiano terrore di essere bastonati.. o presi a calci nel sedere..- chissà perché.

Ermanno1

Gio, 28/12/2017 - 10:42

DOPO UN PRESIDENTE ELETTO DA UN PARLAMENTO ABUSIVO, E QUASI 7 ANNI DI GOVERNO VICINO HAI POTERI FORTI, PREPARIAMOCI AD ALTRI 5 ANNI DI GOVERNO NN ELETTO!! QUESTO SUCCEDERÀ ALL'ITALIA! L'ITALIA È STATA PRIVATA DELLA SOVRANITÀ DEL POPOLO

daniel66

Gio, 28/12/2017 - 10:49

Ci sono in ballo grossi interessi e un bell'osso ancora tutto da spolpare. Non mi fido di questa gente e a volte i colpi di coda di una bestia ferita sono altrettanto pericolosi. Guardatevi e guardate sempre con sospetto gli utili idioti, il ventre molle di questo Paese, i tirapiedi dei traditori che ci hanno danneggiato in nome dell'ideologia.

curatola

Gio, 28/12/2017 - 10:54

e mi raccomando cari concittadini , basta sinistri nelle sedi importanti ,niente più vitalizi e senatori a vita, basta vecchie facce e basta soldi pubblici ai giornali, basta imposizione estorsiva e unificazione delle tasse e tributi. Chi vuole uno stato ingombrante vuole costosa inefficienza ma vuole anche una schiera infinita di politicanti che amministrano i soldi pubblici.

Tarantasio

Gio, 28/12/2017 - 11:12

il mio cane ha morso un cattocomunista immigrantista... io gli ho dato un bello osso

Ritratto di pravda99

pravda99

Gio, 28/12/2017 - 11:32

Per fortuna le Camere sono state sciolte solo adesso, altrimenti I MILLE avrebbero dovuto rinunciare alla loro remunerazione pensionistica per questa legislatura...

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 28/12/2017 - 11:32

@tarantasio 11.12...ha fatto benissimo...ahahahah. Proverò ad incitare la mia gatta a fare altrettanto,magari graffiandolo.

Ritratto di nordest

nordest

Gio, 28/12/2017 - 11:36

Io penso che se un cane morsica un comunista ; il cane muore con la rabbia che trasmettono questi gente.