Oggi verrà ufficializzata la candidatura. Ncd tentenna e pensa all'alleanza col Pd

Wanda Ferro, candidato alla presidenza per la Calabria

Dalle parti di Piazza San Lorenzo in Lucina si scommette che qualora il vincitore dovesse essere il giovane Gianluca Callipo, gli alfaniani si alleeranno con il centrosinistra. Se, invece, sarà Mario Oliverio opteranno per il centrodestra. In ogni caso Forza Italia a questo punto, nella giornata di oggi scioglierà le riserve.

«Se vogliono stare con noi sono i benvenuti» spiega Giovanni Toti «purché la smettano di fare la politica del doppio binario. Tra poche ore formalizzeremo la nostra candidatura. Se davvero Ncd è una forza antagonista della sinistra, come propugna in ogni occasione utile, lo dimostri con i fatti, con una cristallina collocazione nello schieramento di centrodestra».

Forza Italia è decisa a puntare con decisione sulla già presidente e oggi commissario uscente della provincia di Catanzaro, una amministratrice molto stimata anche da Silvio Berlusconi. Fratelli d'Italia ha già dato il suo assenso mentre Ncd - che sconta un feroce scontro interno tra le sue componenti locali guidate da Antonio Gentile da una parte e Giuseppe Scopelliti dall'altra - si è riservato di dare una risposta definitiva nel corso delle prossime ore. «Wanda Ferro è il profilo perfetto per una sfida del genere» commenta Alessandro Cattaneo. «Una amministratrice che ha dimostrato la sua competenza e capacità di ascolto dei cittadini. È una scelta giusta e naturale per recuperare il legame con il territorio».

Più complesso individuare il candidato per l'Emilia Romagna, l'altra regione chiamata alle urne nel prossimo novembre. «La volontà è quella di mettere in campo una candidatura coraggiosa e innovativa e dimostrare che qui non stiamo facendo casting ma vogliamo far emergere talenti» dice Cattaneo. L'ideale, ovviamente, sarebbe scovare un nuovo Andrea Romizi, ovvero un outsider capace di scompaginare le previsioni, ma non essendoci il ballottaggio nelle Regionali ripetere uno schema di quel tipo è praticamente impossibile. L'importante, però, sarà mettere in campo volti nuovi (tra le varie ipotesi circola quella di Fabrizio Toselli, sindaco di Sant'Agostino, nel Ferrarese) e dimostrare di sapere e poter pescare amministratori capaci anche in quel territorio.

FdF