Ora anche Monti critica l'Ue: "Cambiare il Trattato"

Il Professore pungola la Merkel: "È il momento di parlare in Europa del significato economico del debito"

"Bisogna cambiare il Trattato". Ora persino Mario Monti mette in dubbio le regole Ue. Intervistato da Repubblica il Professore critica la gestione delle crisi da parte di Bruxelle: "In Europa ci piace pensare che le regole siano nel complesso rispettate, ma non credo si possa parlare di rispetto quando ci sono Paesi che anno dopo anno chiedono rinvii nel rispettare gli obiettivi e li ottengono senza difficoltà", dice l'ex premier, "Penso, quanto al Patto di stabilità, alla Francia e alla Germania nel 2003 e, negli ultimi anni, alla Spagna, di nuovo alla Francia, al Belgio. O ancora alla Germania oggi per i limiti agli squilibri macroeconomici eccessivi. E a tanti altri casi". 

Proprio la Germania è al centro dei pensieri del Professore: "La Germania per decenni ha avuto in Costituzione la regola aurea, la distinzione fra spesa corrente e spesa per investimenti. Poi è arrivata alle norme costituzionali di freno al debito, la Schuldenbremse , ma la Germania stessa cercò di far valere la regola aurea mentre si negoziava il Trattato di Maastricht nel '90-'91. E ora è il momento di parlare in Europa del significato economico del debito. Schuld in tedesco vuol dire tanto colpa che debito, d'accordo. Ma non ogni spesa pubblica finanziata con il debito è colpevole. In certi casi, come oggi con tassi di interesse molto bassi, può essere colpevole non preparare per le generazioni future infrastrutture materiali e immateriali adeguate". 

Per questo per Monti è necessario "migliorare alcune regole, in particolare considerando gli investimenti pubblici in modo più favorevole, sia pure a certe condizioni". Anche se qualcosa si sta muovendo: "Finalmente si sta iniziando a guardare agli investimenti, non solo privati ma anche pubblici, come ponte fra il presente e il futuro", dice il Professore, "A considerare la capacità degli investimenti, sia pure finanziati in debito, di generare crescita e perciò di fare fronte agli oneri del debito".

 

Commenti

Gioa

Mer, 10/12/2014 - 11:51

monti si è svegliato....ma quando eri nella stanza dei bottoni perchè non puzzecchiavi nessuno?....Salsina napolitana anche per te!!.

krgferr

Mer, 10/12/2014 - 12:08

Era l'adagio ironico di un mio vecchio e caro collega di lavoro e amico: "Abbiamo fatto ma hanno sbagliato". Saluti. piero

Ritratto di Amsul Parazveri

Amsul Parazveri

Mer, 10/12/2014 - 12:09

Dal loden al passamontagna....Ahahahahaha

Libertà75

Mer, 10/12/2014 - 12:19

Se esiste al mondo un'economista peggio di Brunetta, quello è Monti senza alcun dubbio.

elalca

Mer, 10/12/2014 - 12:20

cialtrone e incapace

km_fbi

Mer, 10/12/2014 - 12:27

Dicono che non è mai troppo tardi per pentirsi e per cominciare a capire, e questa uscita di Monti, di fronte a evidenze ormai inoppugnabili del disastro europeo che si sta profilando, determinato dalla protervia nel ribadire regole-capestro che seminano disoccupazione a piene mani, dovrebbe essere fatta con il capo cosparso di cenere, ed accompagnata dalla rinuncia al laticlavio a vita ed ai relativi emolumenti, letteralmente rubati a chi ha famiglia e non sa come fare a nutrire i figli. Questo sarebbe il minimo per dimostrare che dietro allo stolido, ottuso burocrate c'è un uomo consapevole delle conseguenze dei propri errori.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 10/12/2014 - 12:34

camerati attenti a non parlare male del possibile futuro presidente della repubblica.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 10/12/2014 - 12:44

Monti dice una cosa piuttosto ovvia, e cioè che lo Stato può effettuare investimenti pubblici anche ricorrendo al debito pubblico, misura arcinota in economia. Nulla di speciale quindi. Più interessante sarebbe invece discutere di come RIDURRE il debito pubblico italiano, magari con l'aiuto dell'Europa (eurobond, bilancio federale), visto che il fiscal compact rischia di essere solo una specie di karakiri economico, e considerato che fra Stati facenti parte della stessa Unione dovrebbe esserci anche solidarietà.

Ritratto di ohm

ohm

Mer, 10/12/2014 - 12:48

Che continui ad insegnare teoria che è meglio.....

gisto

Mer, 10/12/2014 - 13:06

Ma va a fare i compiti a casa!,poi non chiedere di andare a giocare in cortile,che nessuno ti vuole.

Ritratto di MAFIAcapitale

MAFIAcapitale

Mer, 10/12/2014 - 13:15

è professore questo? ma dove si è laureato in albania?

Agostinob

Mer, 10/12/2014 - 13:29

LIBERTA' 75 Stando a quanto scrive Lei, se si pone nella condizione di valutare e giudicare Brunetta come un economista che non vale nulla significa che lei ritiene di essere meglio di lui (sempre come economista). Beh, poichè Brunetta è un ottimo economista, non buono ma ottimo, mi vien da pensare che Lei sia ancora di più. Io invece sono certamente sotto Brunetta ed è per questo che non posso permettermi di criticarlo. Cordialità

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 10/12/2014 - 13:44

Aggiungo, non è che si sta mettendo in corsa per la successione al Kompagno giorgio?

@ollel63

Mer, 10/12/2014 - 14:25

ehi monticello! Vai a raccogliere patate nel tuo deserto di idee e rifugiati nel Sahara, il tuo ambiente naturale. .

buri

Mer, 10/12/2014 - 14:34

Meno male che il Professore, dopo anni di acquiescenza e di sostegno alla politixa rigorista di Angela Merkel scopre che il rigore è più dannosa che utile, che per caso abbia riscoperto le teorie keynesiane in materia di incentivo allo svillupo economico?

michele lascaro

Mer, 10/12/2014 - 17:08

È facile criticare la UE, dopo essersi assicurato ricchezze immeritate per la vecchiaia. Alla gogna!

vince50_19

Mer, 10/12/2014 - 20:21

"Penso, quanto al Patto di stabilità, alla Francia e alla Germania nel 2003 e, negli ultimi anni, alla Spagna, di nuovo alla Francia, al Belgio. O ancora alla Germania oggi per i limiti agli squilibri macroeconomici eccessivi. E a tanti altri casi". Adesso che è fuori dall'aula critica? Del senno di poi (ne) son piene le fosse! Buon sonno, "professore"..

giovannibid

Mer, 10/12/2014 - 21:03

IL TRADITORE SI E' SVEGLIATOOOOO? SI VERGOGNI E SI DIMETTA VERGOGNA ITALIANA

Accademico

Mer, 10/12/2014 - 21:19

Professore? De che ? Di educazione fisica? Un trombone sfiatato, una specie di cartoon apprettato da finto benpensante "tutto d'un pezzo", un incompetente in tutto, un elemento inviso a tutti. Un figuro da dimenticare.

Accademico

Mer, 10/12/2014 - 21:25

Di questo soggetto ricorderemo le splendide cravatte azzurro cielo, che indossava da pseudo-premier, che gli hanno portato una sphiga phottuta.

brunog

Mer, 10/12/2014 - 21:51

Il bel tacere non fu mai scritto. Per favore silenzio egregio fantoccio e parassita.

jeanlage

Mer, 10/12/2014 - 22:06

Monti in tre parole: squallido, svergognato, ridicolo. Il suonatore a vita, trombone sgonfiato, dopo averci buttato nel baratro scopre che la forza di gravità è pericolosa! Che cxxxxxo!

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Gio, 11/12/2014 - 07:02

Forse lo hanno sbattuto fuori dal club Bilderberg perché si sono accorti pure loro che è un incapace e per ripicca... fa il voltafaccia

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Gio, 11/12/2014 - 08:24

Ma senti chi parla! Al suo posto proverei vergogna. Purtroppo questo succede perché lo Stato non c'è. E soprattutto la giustizia. Altrimenti questi tipi e i loro mandanti starebbero già rinchiusi nelle patrie galere. Una domanda: "Come si fa a vivere con centinaia d'imprenditori morti suicidi sul groppo a causa di leggi criminali emanate, ed appoggiate anche dai piddini di Bersani e da Berlusconi col coinvolgimento del PdL"? E dire che Berlusconi, che ha provveduto a dare sempre gioiosamente l'appoggio a questi sedicenti governi, ha oggi anche il coraggio ipocrita di lamentarsi, come se lui non avesse colpe, di Monti, Letta e Renzi.

Gianfranco Rebesani

Gio, 11/12/2014 - 09:11

Le favole di Fedro: Una ragazza che sempre rifiutava di "passare" alle vie di fatto, accortasi che il fidanzato si stava "raffreddando" decise di concedersi,ma a cose compiute,da (ex)brava verginella gli disse: cosa mi hai fatto fare.Per Monti, quando sembrava il salvatore del paese(Patria non usa più),Maastricht,il 3%,l'euro salvifico rappresentavano il Vangelo. Ora dal dimenticatoio in cui si trova, sentendo profumo (per me,puzza)di presidenza della repubblica,dopo aver contribuito a rovinarci,rinnega il passato (si tratta di qualche anno, non di secoli fa!)e scopre quello che era sotto gli occhi di noi tutti, anche se non "bocconiani",come quella ragazza, non rinnega il passato,ma, per cercare di riemergere,certamente dice a se stesso :"cosa mi tocca fare": Per non essere volgare mi limito a scrivere: Monti, ma va in montagna con o senza loden.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Gio, 11/12/2014 - 10:16

Non si tratta di una "Iversione di marcia" ma di una sicura "Caccia ai Voti" alle possibili prossime elezioni P. Esperto come si qualifica ed "infilato" in quasi tutte le grandi Banche Internazionali,poteva benissimo farlo all'inizio del suo governo. Ora , si vede , ha imparato a fare il "Politico". Non c'è da fidarsi.