Ora Conte tira dritto su Siri. La Lega: "Non è più arbitro..."

Il premier si prepara alla resa dei conti di mercoledì in Cdm. Intanto il Carroccio avvisa il premier: "Si è schierato coi 5 Stelle"

Il caso Siri continua ad agitare le acque del governo gialloverde. Il Movimento Cinque Stelle resta in pressing sulla Lega per chiedere le dimissioni del sottosegretario indagato per corruzione. E i grillini negli ultimi giorni hanno trovato una sponda a palazzo Chigi. Come è noto infatti il premier Conte ha chiesto lui stesso le dimissioni del sottosegretario del Carroccio ponendole all'ordine del giorno del prossimo Consiglio dei Ministri che molto probabilmente si terrà mercoledì. Il premier però non vuol sentir parlare di "conta" su un possibile passo indietro di Siri: "Ci vedremo mercoledì mattina in Cdm e anche questo problema troverà soluzione. Si ricomporrà tutto. Non andremo alla conta". Nel corso della giornaqta su questo fronte è arrivata anche un altro affondo da parte del ministro alle Infrastrutture, Danilo Toninelli che ha chiesto un passo indietro da parte di Siri prima del Consiglio dei Ministri: "La vicenda politica è andata avanti fin troppo, le dimissioni dovevano arrivare prima per tutelare le istituzioni e il governo. Spero che entro mercoledì ci sia passo un suo passo di lato, chiamiamolo un suo passo indietro, per evitare che ci siamo una inutile conta nel Cdm che vede il MoVimento 5 Stelle in maggioranza".

Ma a far discutere nelle ultime ore sono le parole del premier che di fatto dopo aver chiesto le dimissioni di Siri ha aperto un fronte di scontro con la Lega e soprattutto con Matteo Salvini. Il Carroccio fa quadrato attorno al sottosegretario. In questo senso vanno valutate in modo attento le parole del capogruppo del Carroccio al Senato che punta il dito proprio contro il premier: "Rischia di perdere quel ruolo da arbitro che lo ha sempre contraddistinto. Io mi sarei aspettato da Conte un atteggiamento più di mediazione tra le due posizioni, invece, chiedendo le dimissioni di Siri, si è schierato dalla parte del M5s". Secca la risposta di Conte: "Io non faccio l'arbitro ma il premier". Anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti ha commentato il caso Siri: "Mi sembra evidente che c’è un pò di clima persecutorio per Siri. Il momento è questo, è chiaro che prima di mercoledì qualcosa succederà. Mercoledì sarà chiaro a tutti come va a finire". Quantoall’informativa consegnata oggi dalla Guardia di Finanza di Milano al procuratore capo Francesco Greco relativa all’acquisto della palazzina a Bresso da parte di Siri, Giorgetti spiega di saperne "poco o nulla". E taglia corto "c’è una informativa, faranno le loro valutazioni e le indagini del caso". Insomma la tensione nel governo resta alta. Mercoledì scatta l'ora x.

Commenti

ermejodermonno

Lun, 06/05/2019 - 19:18

CAPITANO , MIO CAPITANO , NON CEDERE VAI AVANTI BARRA DRITTA AVANTI TUTTA FORZA, LASCIA CHE SI SBATTANO , TANTO CHE CHE NE DICANO SE LA STANNO FACENDO SOTTO . AVANTI A TUTTA FORZA E MANTIENI IL PUNTO.

Ritratto di Nahum

Nahum

Lun, 06/05/2019 - 19:20

Non è vero. Conte e superpartes e fa il suo lavoro. La lega minaccia e imbroglia le carte davanti ad un caso che è davvero diventato insostenibile ...

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 06/05/2019 - 19:22

Nessuna ora x. Mercoldì si rinvierà qualsiasi decisione, oppure ci sarà qualcos'altro a distrarre l'attenzione. Ormai il disperato tentativo di recuperare consensi da parte dei grillini è chiaro a tutti, ma non credo che ce la faranno.

HappyFuture

Lun, 06/05/2019 - 19:40

FINITELA AVETE STUFATO MALEDETTU

carlottacharlie

Lun, 06/05/2019 - 19:44

Povero il paese che si affida ai poveri di spirito, disgraziate le genti che scelgono i peggiori.

Ritratto di LongJohn

LongJohn

Lun, 06/05/2019 - 20:07

Ma come, non erano alleati seri e con cui si potevano fare tante belle cose? Caro Salvino, hai fatto proprio bene a metterti con i 5 stalle. A proposito, ma al sud nella lega avete imbarcato di tutto, alla faccia del rinnovamento.

diesonne

Lun, 06/05/2019 - 20:23

DIESONNE I 5 STELLE FINISCANO CON QUESTA CANTILENA CHE FA VOMITARE GLI ITALIANI:GLI ITALOIANI HANNO SCLETI RAPPRESENTANTI,NON IL CONTRATTO :LA POLITICA E' L'ARTE DEL POSSIBILE NON UN CONTRATTO FASULLO E PRIVO LA VALORE GIURIDICO ,SERVE PER INGANNARE I CITTADINI.STOPO

diesonne

Lun, 06/05/2019 - 20:26

DIESONNE IL VERO FASCISTA MODERNO CHE APPLICA L'IPSE DIXIT E' DI MAIO.IL DUCETTO IN CRAVATTA,CHE DICE TUTTO E IL CONTRARIO DI TUTTO

TitoPullo

Lun, 06/05/2019 - 20:35

Infatti, non deve essere un'arbitro bensi' un Presidente del Consiglio!! Adesso basta giocare con questa cooperativa dei "Vicepremiers"!!Comincia a far ridere ed anche danni!!

venco

Lun, 06/05/2019 - 20:43

A Siri gli sequestrino la casa da 580 mila euro che ha intestato alla figlia e si paghino parte del 1milione e mezzo di euro del fallimento che ha fatto.

ferdinando55

Lun, 06/05/2019 - 21:18

Il premier si è montato la testa e crede che ci siamo tutti dimenticati dei curriculum taroccati, con i master che non sono stati confermati né dalla Sorbonne a Parigi, né negli USA. Quando volete rinfrescarvi la memoria provate a digitare su google "Conte cv taroccati" e fatevi quattro sane risate. CONTE A CASA SUBITO!!!

kobler

Lun, 06/05/2019 - 21:36

Se lui non è più arbitro la Lega cosa pensa di essere? E' solo un pallone gonfiato che non accetta un'amara verità e per quello pone a rischio tanto altro... Governo compreso...conviene? Ci sono registrazioni... non basta? Dovrete anzi essere condannati per negazionismo!

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 06/05/2019 - 21:40

Conte ormai é quasi un ex presidente.

apostata

Lun, 06/05/2019 - 22:32

Conte ha fatto una scelta di campo, ha scelto secondo la convenienza personale, avrebbe preferito restare in mezzo a far finta di esistere, ma è stato costretto a schierarsi. Ha scelto i 5s perché sono preponderanti nella maggioranza e perché comunque vadano le cose, in futuro potranno dargli una contentino. Si è inimicata la lega perché sa che all'interno della lega non avrebbe prospettive.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 06/05/2019 - 23:06

A questo punto Salvini dovrebbe far dimettere Siri, poi a seguire tutto il governo. Giusto così per mandare a casa i fanfaroni dei 5S. Metà andrebbero a casa nelle prossime elezioni.

Gianni11

Mar, 07/05/2019 - 00:36

Mentre l'accusa iniziale di corruzione sembra senza merito, la storia della palazzina comprata con 585,000 euro da una banca san marinese senza ipoteca lasciano piu' che un po' perlessi. Salvini farebbe molto meglio a prendere le distanze fino a quando non si chiarisce la posizione del Sig. Siri.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 07/05/2019 - 01:05

Ho la sensazione che a Conte costerà caro quanto si appresta a fare. Non subito, però.. D'altro canto mi pare che, fin dall'inizio di questa legislatura, vi siano due governi che governano: quello di Di Maio/Salvini (ufficiale con un moderatore non votato) e quello del P.d.R. che ha ouitsider niente male: Conte stesso, Moavero, Tria e forse anche il ministro della Difesa. Come dire un governo critico verso un'Ue sbilanciata (pro Francia/Germania. Quest'ultima, che critica l'Italia, ha sforato 18 volte il patto di stabilità secondo Junker), l'altro inchinato o quasi alla Ue. A prescindere..

Duka

Mar, 07/05/2019 - 07:31

Se NON E' PIU' ARBITRO significa di fatto che non c'è un presidente del consiglio. Ora chi fa queste dichiarazioni ha il dovere di assumersi tutte le responsabilità e agire di conseguenza. Ciurlare nel manico significa avere la coda di paglia!

ferdinando55

Mar, 07/05/2019 - 09:08

Ha perfettamente ragione sig. Apostata: Conte, da perfetto opportunista (cv tarocco docet…), ha fatto una precisa scelta di campo e vedrete che otterrà importanti benefici "poltronistici" in futuro dai 5S.