Emiliano impugna la Buona scuola. La Puglia contro il decreto di Renzi

Secondo l'avvocatura ci sono aspetti che rischiano di ledere i poteri regionali. "Non c'è critica politica, ma dobbiamo tutelarci"

A sentire l'avvocatura regionale non c'è nessuna critica politica dietro la scelta di rinviare il decreto alla Corte Costituzionale. Ma sta di fatto che la giunta regionale in Puglia ha scelto di approvare il ricorso contro la cosiddetta Buona scuola, convinta che apre dei conflitti da valutare.

La regione governata da Michele Emiliano, democratico ma da tempo su posizioni distanti da quelle di Renzi, è ricorsa alla Consulta perché pensa che siano lese alcune attribuzioni del governo regionale. "Ha un carattere meramente tecnico - spiegano da Bari -. La motivazione non è fondata su una critica di natura politica, ma sul mero intento di tutelare la Regione Puglia su alcuni aspetti del dimensionamento scolastico".

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 12/09/2015 - 22:53

TRANQUILLI la consulta dichiarera IDONEO il decreto!!! SCOMMETTIAMO??? Buenas noches dal Nicaragua FELIX

claudioarmc

Dom, 13/09/2015 - 07:13

Emiliano e Renzi mi ricordano tanto il film scemo e più scemo

Iacobellig

Dom, 13/09/2015 - 08:17

Esattamente come ha fatto il governatore Zaia prima di Emiliano, che ha dovuto sottolineare non essere atto politico...da buon comunista!

VittorioMar

Dom, 13/09/2015 - 09:41

....ancora oggi, le Regioni sono nella incertezza delle loro attribuzioni se si deve ricorrere all'avvocatura dello Stato.Quindi oltre ad essere degli stipendifici onerosi e dispendiosi,dopo tanti anni ,non sanno quali siano le loro competenze!Che "Stangata"...

antipifferaio

Dom, 13/09/2015 - 10:08

Ormai i pidioti vanno in ordine sparso e questa la dice lunga sul destino che li aspetta. Ieri invece in Calabria l'assessore alle politiche sociali (ovviamente per conto del loro monovratore) ha fatto sapere che la legge non presenta criticità e che non faranno opposizione proprio per rimanere nei diktat del pd nazionale...ergo siamo agli sgoccioli e dobbiamo fare quel che ci dice Roma...ovvero ormai siamo commissariati. In pratica il sistema pd si sta sgretolando pezzo per pezzo. Per ora l'ncd è il mattone più debole che si sta sfarinando...poi verrà giù tutto il resto!

igiulp

Dom, 13/09/2015 - 10:30

Emiliano sbaglia. Faccia come il suo amico Chiamparino che già si è messo in riga, anzi a 90°, di fronte al saputello fiorentino che gode di tutti gli appoggi istituzionali.

giovanni PERINCIOLO

Dom, 13/09/2015 - 11:52

""Non c'è critica politica, ma dobbiamo tutelarci""! Certamente, é un provvedimento trinariciuto. Vorrei vedere se si fosse trattato di un provvedimento di Berlusconi!

agosvac

Dom, 13/09/2015 - 12:55

Ma emiliano non è un Pd doc????? A questo punto viene spontaneo chiedersi: ma se anche alti esponenti, istituzionali, del Pd sono contrari a questo Governo, che ci sta ancora a fare questo Governo???