Ora la linea di Berlusconi conquista la Merkel: "Affrontiamo i temi evidenziati dai populisti"

Dopo il successo dell'estrema destra in Germania anche la Cancelliera la pensa come il Cavaliere: non bisogna mai sottovalutare i malumori dei cittadini

Roma - Angela Merkel resiste alla tempesta populista, pur pagando un prezzo alto all'onda lunga della destra di Afd, Alternative fuer Deutschland. E corregge la rotta e la comunicazione, inaugurando una sorta di strategia dell'attenzione verso le ragioni della protesta e il grido d'allarme proveniente da settori diversi della società.

«Ci sono problemi evidenziati dalla politica populista. E laddove si presentano problemi, questi vanno risolti» dice la cancelliera che poi si concentra sui possibili settori di intervento: «Si tratta di integrazione, immigrazione illegale, assistenza medica nei territori rurali».

Questa linea Silvio Berlusconi l'ha sposata da tempo dichiarando in più occasioni di non amare la parola «populismo» perché implica disprezzo verso il popolo. Una indicazione che ora anche la cancelliera sembra avere adottato. «Credo che uno dei peggiori errori che si possano fare, sia quello di parlare con sufficienza del cosiddetto populismo. La sufficienza snobistica con la quale la sinistra liquida il populismo, cioè le legittime preoccupazioni di molti cittadini, come se fossero un atteggiamento rozzo e retrogrado, è una tipica dimostrazione di miopia», disse il Cavaliere nello scorso aprile. «Per vincere spiegò il presidente di Forza Italia in un'altra occasione occorre un centrodestra unito e coeso, nel quale ci sia posto per le sensibilità di tutti, che sappia ascoltare le paure, la rabbia, il disagio di molti cittadini, quello che i signori della sinistra liquidano come populismo e che invece è un sentimento autentico, legittimo, diffuso. Ma soprattutto occorre un centrodestra chiaro nel suo profilo liberale e riformatore, fortemente ancorato ai valori cristiani, capace di esprimere progetti seri e realizzabili».

Forza Italia, insomma, si propone come argine al populismo, ma non perché si senta lontana dalle sue istanze, ma piuttosto perché intende ascoltarle e tradurle in misure concrete e realizzabili evitando così derive antisistema. Se il voto tedesco dimostra che il richiamo alla identità di «popolo», il sovranismo, il nazionalismo legato alla difesa dei confini e alla protesta contro l'immigrazione incontrollata e senza possibilità di occupazione e integrazione, è ancora un vento forte in Europa, il vantaggio per l'Italia, visto attraverso la lente forzista, è che nel nostro Paese Berlusconi è sempre riuscito a cucire la trama di un centrodestra responsabile e di governo. Non è un caso che il Ppe stia da mesi comunicando in ogni occasione utile il suo appoggio all'ex premier italiano in vista delle elezioni politiche e stia scolpendo il suo endorsement anche attraverso iniziative pubbliche.

È avvenuto a Fiuggi dove Antonio Lopez, segretario generale del Ppe, ha salutato «il prossimo presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi». Accadrà domani quando il presidente del Ppe Joseph Daul vedrà a pranzo, probabilmente a Palazzo Grazioli, il Cavaliere. Dentro Fi, c'è anche chi azzarda un parallelo tra quanto è emerso dalle elezioni tedesche e il voto delle Politiche in Italia. In sostanza il sogno sarebbe quello di raggiungere quel 33% conquistato dalla Merkel e lasciare agli alleati le percentuali ottenute da Afd. Per il momento gli azzurri osservano con attenzione il sondaggio Tecnè che assegna a Fi il 15,9% contro il 15,3 della Lega e il 5,1 di FdI. Percentuali che sommate insieme portano il totale del centrodestra al 36,3%. In sostanza il massimo storico raggiunto in questi mesi dalla coalizione unita.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 27/09/2017 - 08:43

siamo a 2/terzi dal successo manca Putin poi il triumvirato funzionerà a meraviglia...

antipifferaio

Mer, 27/09/2017 - 09:11

Ancora questi...i moderati... con le tasche piene che danno lavoro e case agli africani islamici non hanno capito niente. Si'illudono di andare incontro ai bisogni della gente quando i bisogni, la povertà l'hanno creata loro con l'euro e con questa politica che ammazza le tradizioni europee in favore di quelle degli africani. Insomma questi, i moderati con le tasche piene, ci prendono per il cu-o e anche assai... Tutti i loro sforzi sono inutili perchè ormai hanno innescato un ordigno a tempo che alla fine li spazzerà via e l'Europa sarà (di nuovo e purtroppo) teatro di scontri e guerre.

Ritratto di ateius

ateius

Mer, 27/09/2017 - 09:26

quanti discorsi berlusconi..! posizionamenti populismi.. basterebbe dire al popolo che vota ciò che si intende fare per contrastare la deriva sinistra che ammorba il Paese. il Centro è maleodorante di questi tempi.

jaguar

Mer, 27/09/2017 - 09:34

Forza Italia argine contro i populismi, però impegnata ad ascoltare e realizzare le istanze dei populisti. Un programma abbastanza incoerente tenere il piede in due scarpe, Salvini e Meloni hanno di che preoccuparsi.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 27/09/2017 - 09:34

Ma qualcuno ha dato la delega al nonno?

Fjr

Mer, 27/09/2017 - 09:38

Un'altro asse Roma Berlino?Ma il cav si è dimenticato dei sorrisetti e delle battutone che faceva con Sarkozy?

tosco1

Mer, 27/09/2017 - 09:48

Diffidare sempre della Merkel e' cosa buona e giusta. Come possiamo attribuire intelligenza ad una persona che, per cominciare a ragionare in base agli interessi dei cittadini,e con un minimo di logica, aspetta che qualcuno gli tiri un cazzottone in un occhio.? Un minimo di intelligenza avrebbe fatto capire che nessuno nasce populista.Si diventa di fronte all'evidenza dei fatti che occhi irresponsabili e ciechi, forse interessati, non vogliono vedere. Tutto qua.Dietro la parola populismo, ed anche xenofobia, c'e' un popolo sano, onesto, ma disgustato dall'operato della politica, e che ne ha le scatole piene.

Luigi Farinelli

Mer, 27/09/2017 - 10:48

Finalmente si ammette che occorre tenere conto dei temi cari ai "populisti". Significa quindi che anche i "populisti" non sono solo un'accozzaglia di "fascisti", "razzisti", "nazionalisti" e al contrario sanno proporre temi? E che i "populismi" costituiscono l'anima profonda delle nazioni che si vorrebbe estirpare a colpi di slogan e fake news (queste si VERE), con iniziative prese da personaggi e organizzazioni autoelettesi "guida del (loro) mondo"? Prima delle elezioni in Germania la situazione era così differente da spingere a demonizzare sempre e comunque il "populismo" che avanza in Europa?

Luigi Farinelli

Mer, 27/09/2017 - 11:01

Insomma, non ho capito: da una parte, "Ci sono problemi evidenziati dalla politica populista (quindi di cui tenere conto)" come pare ammesso da Merkel (su suggerimento precedente di Berlusconi); ma poi ecco che "Forza Italia si propone come argine al populismo" per poterlo addomesticare evitando "derive antisistema". Ma è proprio la Casta, l'Elite massonica e finanziaria, lo strapotere del Pensiero Unico imposto come solo Stati totalitari sanno imporre che il populismo combatte, ossia, combatte proprio il Sistema (che però si vorrebbe mantenere!) Qualcosa non torna! Forse è proprio il Sistema che, sentendosi in pericolo, cerca di salvare la faccia mostrandosi conciliante.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 27/09/2017 - 11:04

----berlusconi -tu una sorta di afd italico lo hai in casa --nella tua coalizione--l'appoggio alla merkel -che ti serve sostanzialmente per avere il via libera da strasburgo--ti allontana contemporaneamente dalla lega----tu sostanzialmente questi giochi di prestigio li puoi fare --tanto gli elettori destricoli non capiscono niente---swag ganja

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 27/09/2017 - 11:27

Cambiate foto...

VittorioMar

Mer, 27/09/2017 - 11:35

...POTREBBE ESSERE UNA BUONA IDEA : ORIGINALE !!...SE NE E' FORSE RICORDATO ??

vottorio

Mer, 27/09/2017 - 11:46

"il lupo perde il pelo ma non il vizio": fa l'occhiolino alla Merkel in attesa che arrivi il Sarkozy di turno per fargli il sorrisetto di scherno.

CALISESI MAURO

Mer, 27/09/2017 - 12:16

tutta fuffa, altre schiocchezze per far perdere tempo. non ci deve essere nessun moderatismo. a casa tutti quelli che hanno tradito la nazione e basta!

Ritratto di AlbertodaLecco

AlbertodaLecco

Mer, 27/09/2017 - 12:52

Io sono di destra / leghista e Berlusconi e la Merkel li vedo come un dito nell'occhio. Se spera nel mio voto, si attacca. Non è meglio di Renzi e dei suoi lecca*uli.

giovanni951

Mer, 27/09/2017 - 13:18

Silvio.....butta il fiasco....

jaguar

Mer, 27/09/2017 - 13:21

Posso capire che la destra se vuole vincere deve essere unita, ma alla Lega e Fdi questa pericolosa alleanza col Cavaliere toglierà voti, troppo ambiguo il programma di Berlusconi, con questo amore improvviso per la Merkel.

Marcello.508

Mer, 27/09/2017 - 13:32

Silvio, Silvioooooo .. basta raccontar storielle quando sora Merkel nel 2011 ti ha bastonato insieme al Sarkozy! Statte buono, su..

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mer, 27/09/2017 - 13:35

Quindi se ho ben capito non è più una culona?

Ritratto di Mike0

Mike0

Mer, 27/09/2017 - 13:39

Questo poteva andare bene prima che il PD legalizzasse l'invasione dei clandestini arrivando alla illegalità quasi totale di rom e clandestini (giunta a livelli intollerabili e difficilmente invertibile di tendenza). Ora non basta più questa linea ed è aperto lo spazio per l'estrema destra al potere; non si accontenteranno di mezze misure, ma agiranno in modo determinato. Se lo si fa velocemente potrebbe non essere un male, viceversa se si tergiversa ancora permettendo alla illegalità di dilagare finirà male. La storia con Hitler ce lo ha insegnato, ma, come sempre, viene ignorata!

zen39

Mer, 27/09/2017 - 13:41

Può darsi che la Merkel si sia fatta un'esame di coscienza. Ma non credo molto a queste riflessioni a caldo. Sono anni e anni che le ragioni dei "populisti" sono presenti a tutti i governanti e quindi le lacrime di coccodrillo rimangono tali. E' la paura che li ha svegliati ma non si doveva arrivare a tanto. Quindi non fidarsi e continuare a sottoporre i problemi sino a quando non vengono risolti. Il tempo delle parole è finito da parte di tutti gli schieramenti italiani,europei,americani ecc di qualsiasi colore politico. I popoli non vanno bypassati per gli interessi del NWO e fratelli vari e chi ne è complice andrebbe ghigliottinato come ai tempi della rivoluzione francese che potrebbe anche ritornare. Queste entità che agiscono nell'ombra vanno eliminate dalla faccia della terra prima che sia troppo tardi: sono il male del mondo.

Maver

Mer, 27/09/2017 - 15:31

Qualcuno abbia la cortesia di avvisare il Cavaliere che è mal consigliato. Poiché è chiaro ai più che eventuali ravvedimenti non sono nelle possibilità della Cancelliera saremmo grati se ci venissero risparmiate questa facezie. Rimane che FI deve decidere da che parte stare, se con il Sovranismo (per quanto temperato e con i piedi ben piantati per terra) o con i potentati progressisti della UE caratterizzati da inflessibilità strategico-politica. Tutto molto semplice da comprendere a al contempo molto difficile da tradursi in fatti concreti.

Marcello.508

Mer, 27/09/2017 - 16:35

Luigi Farinelli - 11:01 Forse Silvio proverà a rientrare in politica con questo "escamotage". Ma i suoi colleghi di viaggio che sono sovranisti, cioè antepongono gli interessi dell'Italia a tutti gli altri (specie se non di matrice italica), ci staranno? Dubito fortemente. L'arcorense potrebbe cercare sponda dalle parti di Rignano, visto che sora Merkel pare lo abbia perfino "benedetto". Un'altra fregatura in vista? Il voto non lo darò comunque a Silvio (mai votato finora), specie se i "giochi" si faranno dopo i risultati delle elezioni e non si dirà prima con chi si corre.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Mer, 27/09/2017 - 20:15

Non sapevo che la Merkel guidasse ruspe, sparasse sui barconi, cacciasse a calci nel sedere tutti i profughi e i rom, stampasse per or adoppia moneta e poi uscisse dall'euro e dall'Europa, che facesse elegger ei giudici dal popolo e...... Forse è salvini che ha convinto l'81enne plastificato. Ma fatemi il piacere . La culona come la chiama il nano non lo degna nemmeno di uno sguardo ,al limite di compassione.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 27/09/2017 - 22:49

grande la nostra regina Merkel.