Ora il Pd tende la mano al Movimento 5 Stelle: "Sì al decreto Dignità"

La componente renziana è contraria, ma Orlando e altri big dem spingono per l’asse con i pentastellati

Votare sì al Decreto Dignità per mettere i primi (?) mattoncini della convergenza tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, incrinando così l’asse di governo tra i pentastellati e la Lega. È l’idea, più che concreta, del Pd, o meglio di una sua parte. Quella che fa capo ad Andrea Orlando e Michele Emiliano. La cosa, però, non sconfinfera Renzi e i suoi che si dicono contrari all’eventuale mossa del partito. E anche l'attuale segretario Maurizio Martina boccia l'idea e il Dl: "Non penso che il decreto dignità sia votabile per i contenuti annunciati. Non affronta i veri nodi ancora aperti in particolare per sostenere sul serio il lavoro stabile".

A raccontare il retroscena è Maria Teresa Meli sul Corriere della Sera, che spiega come i dem siano – nuovamente e ovviamente – spaccati in merito alla legge di Luigi Di Maio, approvata dal consiglio dei ministri ma non ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Perché? Perché non essendoci (ancora) le coperture, non è arrivato l'imprescindibile beneplacito della Ragioneria dello Stato.

Il Decreto Dignità piace al Pd

L’ex ministro della Giustizia Orlando dice: "Noi dobbiamo fare da sponda ai grillini quando fanno cose di sinistra, perché dobbiamo puntare a staccarli dalla Lega. E questo decreto incide negativamente sulla base sociale del Carroccio, perciò per quale motivo dovremmo cavargli le castagne dal fuoco dicendogli solo dei ‘no’?". Il piddino, dunque, aggiunge: "Ormai quando vai alle assemblee di partito e dici che bisogna confrontarsi con i 5 Stelle scattano gli applausi. Prima i nostri erano contrari, ora anche i renziani battono le mani".

Ed è d’accordo anche uno come Francesco Boccia, vicino al governatore della Puglia Emiliano: "Ci sono parti di questo decreto che non si possono non votare. Certo poi ci vorrà una norma transitoria che riguardi la stretta sui contratti a termine. Noi invece di opporci al provvedimento dovremmo proporre questa norma transitoria e favorire l’accordo tra il governo, la Confindustria e i sindacati".

Commenti
Ritratto di Camaleonte48

Camaleonte48

Mer, 11/07/2018 - 11:57

Il bello del PD è la coerenza e l'unione che hanno al loro interno. Non sono per niente propositivi e ciò che conta è andare a quel servizio al prossimo. Continuate così che la maggior parte del popolo Italiano apprezza. Poveri iDioti.

fenix1655

Mer, 11/07/2018 - 12:00

Il PD si potrebbe alleare pure con il diavolo pur di tornare al potere e ridistribuire poltrone e denari. Quello che succede all'interno del partito stesso è la prova più evidente!!

moichiodi

Mer, 11/07/2018 - 12:20

PD tende la mano. Martina: invotabile. Quindi secondo il giornale, che conosce sempre bene i suoi polli, il signor PD (Paolo Diacono?, Pierluigi Donati?..???) tende la mano, mentre il segretario del PD no! Fate voi commentatori.......

kayak65

Mer, 11/07/2018 - 12:28

pd non piu' partito democratico (e quando mai lo e' stato) ma partito diviso...

dagoleo

Mer, 11/07/2018 - 12:44

Il PD non sa più cosa inventarsi per recuperare l'emorragia di voti che ha perduto nelle ultime elezioni, ed ormai cerca di compiacere i 5 stelle per sperare che si accorgano che esistono anche loro. Ridicoli.

ectario

Mer, 11/07/2018 - 13:11

Tutto è pronto per un prossimo e vicino cambio di rotta. Già avvisaglie sempre più decise contro la politica anti clandestini da parte di figure M5S; lecchinaggio e sirene dai soliti lordi rossi; il Mastella che è li ad aspettare l'occasione o a provocarla quatto quatto; infine il nostro Salvini costretto a far saltare il tavolo. Il giorno dopo un bel governo 5S+Comunisti e frattaglie+ soliti di FI alla Alfano e fino al prossimo 2023 non si vota. Senza un elemento dirompente (chissà mai quale) qua saremo sempre vassalli in patria e zerbini sputacchiati in Europa e nel mondo. E lor signori si ingrasseranno sempre più.

ilpassatore

Mer, 11/07/2018 - 13:55

Credo che il pd, da questo anno in poi, commemorera' il 2 Novenbre.

Duka

Mer, 11/07/2018 - 14:33

CHI tiene mano sono tutti i fannulloni di mestiere (la stragrande maggioranza) ai quali scotta il seggiolone. Veramente più del seggiolone in se stesso è ciò che rappresenta cioè la BUSTA PAGA da capogiro EU 15.000 mese per fare danni o nel migliore dei casi senza nulla fare non li prenderebbero mai da nessuno; + benefit + vitalizio a fine "carriera"

Ritratto di malatesta

malatesta

Mer, 11/07/2018 - 14:37

I dipendenti del Gruppo Mediaset al 31 dicembre 2016 erano pari a 5.519 unità, di cui 5.418 a tempo indeterminato!!.A quanto pare a Mediaset non sanno neanche cos'e' quella schifezza infinita del JabsAct..ma attenzione, la Gelmini sta bocciando invece di sostenerlo un decreto che finalmente potrebbe riportare dignita' ai giovani che iniziano un lavoro ..naturalmente confindustria dovra' rinunciare agli immeritati foraggiamenti..basta precariato..si segua l'esempio di Mediaset..

Ritratto di malatesta

malatesta

Mer, 11/07/2018 - 14:52

Cosa capisce di lavoro Martina?..per favore..

Giorgio1952

Mer, 11/07/2018 - 15:48

Il Pd tende la mano al M5S sul Decreto Dignità, è la conclusione più naturale nonostante Renzi, che è un problema per il partito, vuole farsene unol suo ma ormai è troppo tardi perché mettendosi in proprio raccoglie solo un 4%. Il Csx si ricompatterà attorno al M5S vedi De Masi che ha lasciato i 5stelle per passare a LeU, i dinosauri comunisti abbasseranno la cresta se non vogliono estinguersi, sia i vecchi come Bersani che i giovani D’Attorre e Fassina. Il Cdx che ha sempre vissuto la stagione delle coalizioni “farlocche”, il cui unico intento era vincere le elezioni sia politiche che amministartive, come dimostrano Maroni e Fontana in Lombardia, Toti in Liguria e ora sono arrivati Musumeci in Sicila e sull’onda leghista Fedriga in Friuli; ma dicevo il Cdx ha imbarcato tutti dal ’94 in poi Lega, UDC, AN/MSI, Udeur, Pensionati, MPA di Lombardo, Grande Sud di Miccichè, Samorì chi? Abbiamo visto che fine hanno fatto.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 11/07/2018 - 15:48

@moichiodi - neppure loro del PD sanno cosa vogliono se non la cadrega. Tu e compari che li votate meno che meno. Finirete in 1000 rivoli di partitini incazzosi fra loro. Le varie correnti lo stanno dimosrtando, mentre i beoti l iinneggiano sempre e li votano ancora. Ci sei anche tu di sicuro?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 11/07/2018 - 15:57

E la Boldrini spera nell'unità. Ma quale? Manco l'omonimo giornale esiste più.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 11/07/2018 - 16:37

Ma cosa incrinano? Ci provino ad andare col pd: dopo un mese sono politicamente morti! Ma cosa pensano, che il favore di cui gode Salvini e la Destra in generale, in Italia e in tutta europa, sia solo un dato teorico che non abbia conseguenze pratiche sulla politica?

Paparella48

Mer, 11/07/2018 - 16:44

Giorgio1952 Il cad ha imbarcato tutti quelli che hai citato ,il csn partendo Partendo dal PCI è diventato pds,imbarcando,Margherita,comunisti italiani,user,asinello,sel, radicali, partito partigiani,psi,dimentico il partito di Bertinotti e tanti altri ex sindacalisti e allora che fine hanno fatto.?

Ritratto di Finfurfen

Finfurfen

Mer, 11/07/2018 - 17:00

Poveretti quattro (5?) polli che dicono si ma peró domani no domallatro anzi no se tu vai io resto^^

Ritratto di Finfurfen

Finfurfen

Mer, 11/07/2018 - 17:11

Una volta guardavo dall'alto un pollaio. Ad un certo punto arrivó il mangiare per sti polli: prima erano tutti "Polli Divisi" ma poi becca qui che becca lá si erano riempito il gozzo.. Ma il gozzo adesso é vuoto e allora?

Ritratto di ateius

ateius

Mer, 11/07/2018 - 17:24

un pd penoso aspira al governo pur avendo perso le elezioni.. renzi è il solo che mantiene un po' di dignità auspicando l'opposizione. ma la sinistra si sa.. senza il potere non sa stare...non ci dormono la notte. ci vorrà un'ennesima batosta elettorale per vederli SCOMPARIRE Definitivamente. Salvini risolvi il problema immigrati e poi si torni al Voto. grazie.

Ritratto di Finfurfen

Finfurfen

Mer, 11/07/2018 - 17:53

Dai Salvini dopo l'estate torna da Mattarella rimetti il mandato e andiamo prima della fine dell'anno alle elezioni. Vedrai che a dicembre si vota. Sti Polli Deviati si uniranno ai 5 Stalle e ne vedremo delle belle. Unico rischio é che senza il Salvini Ministro arriveranno poi 2 milioni o piú clandestini per invadere definitivamente il Bel Paese. Buona fortuna

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 11/07/2018 - 17:57

Per forza che ai trinariciuti piace, sembra un decreto partorito dalle loro ECCELSE menti.

Anonimo (non verificato)

Giorgio1952

Mer, 11/07/2018 - 21:02

Paparella48 si sono auto estinti, io non sono mai stato comunista ma il PCI era un partito con gli attributi, poi ci ha pensato "la gioiosa macchina da guerra di Occhetto" a fare harakiri, favorendo nel ’94 l'ascesa di Berlusconi, fino ad arrivare al 2013 con Bersani che è arrivato primo ma non ha vinto facendosi prendere per i fondelli dal M5S, se avessero puntato su Renzi il PD avrebbe preso quel 40% delle Europee del 2014, il M5S si sarebbe fermato al 18/20% e il Cav sarebbe stato spazzato dal voto degli italiani, Salvini non era ancora segretario della Lega ex-nord dopo il plebiscito delle primarie contro il fantasma Bossi, 81,66 a 18,34 per cento vale a dire 8.162 contro 1.833 ovvero circa 10.000 votanti su 15/16.000 aventi diritto, questa è la “democrazia” leghista decisa da qualche migliaio di persone, così come quella “diretta” del M5S sulla Piattaforma Rousseau 140mila iscritti 40mila attivi.