Prima osannati e poi scaricati. Ecco la "discarica" dei grillini

Da De Dominicis a Becchi passando per Farage, Di Pietro, Pizzarotti, Rodotà e altri ancora

Da santi ad appestati il passo è breve nel mondo pentastellato. Ne sa qualcosa il magistrato Raffaele De Dominicis passato nel giro di 24 ore da "persona di primissimo piano e di alto profilo e da magistrato che ha sempre combattuto per la legalità e la trasparenza" a persona priva dei requisiti previsti dal M5s. Una storia che rispecchia fedelmente una sorta di peccato originale grillino che poggia le basi sul principio del c'eravamo tanto amati. O dell'usa e getta, se volete.

Uno dei primi a subire questo genere di trattamento fu Antonio Di Pietro. Che venne addirittura indicato da Beppe Grillo come candidato al Colle salvo poi essere scaricato. Era il 2012 e, dopo salamelecchi reciproci e allenze annunciate, il leader del M5s mise la parola fine: "Antonio Di Pietro ha la mia amicizia, ma il Movimento 5 Stelle non si alleerà né con l’Idv né con nessun altro". Amen. E che dire di Federico Pizzarotti? Quando venne eletto sindaco di Parma, un post di Grillo sul suo blog recitava un titolo da tifoso: "Forza Federico". Poi fece la fine registrata dalla cronache: espulso per l'indagine per abuso d'ufficio e la mancanza di trasparenza.

La liason con Farage non terminò con una espulsione bensì con un'incredibile capriola proprio nel momento in cui gli inglesi erano a chiamati a votare il referendum sulla Brexit. "Il Movimento Cinque stelle è in Europa e non ha nessuna intenzione di abbandonarla". Goodbye Farage. Al diavolo tutte le volte in cui Grillo ha annunciato un referendum anche in Italia sulla permanenza nell'euro e pazienza se i grillini abbiano dato vita in Europarlamento al gruppo di euroscettici proprio con Farage. Cambiano le idee e le etichette. Ne sa qualcosa pure Paolo Becchi, per mesi ospitato sulle colonne del blog pentastellato e invitato nei talk show come ideologo del Movimento e poi scomunicato e consegnato al pubblico ludibrio della rete: "Becchi non rappresenta in alcun modo il MoVimento 5 Stelle e i suoi interventi sono a puro titolo personale".

Ancora più tristemente noto il caso del costituzionalista Stefano Rodotà, candidato al Quirinale dagli iscritti grillini. "Ha 80 anni ed è fuori dal giro da un po', ma alla notizia della candidatura ha fatto i salti e ha detto "Sono a disposizione". È troppo vecchio? Forse, ma noi sosteniamo lui'', scrisse Grillo. Poi la votazione andò male, le amministrative pure, Rodotà si permise di muovere delle critiche alla gestione del M5s e Grillo lo scaricò senza mezzi termini: "Un ottuagenario miracolato dalla Rete, sbrinato di fresco dal mausoleo dove era stato confinato dai suoi a cui auguriamo di rifondare la sinistra". Amore finito. Ancor più breve fu quello con Gianni Vattimo.
Il filosofo prestato alla politica si autopropose come candidato alle europee per il Movimento 5 Stelle in un articolo pubblicato sul blog di Grillo. Poi lo stop del leader: "Non è candidato né candidabile con il M5S'', nonostante Vattimo poi dichiarò in una intervista a Repubblica: "Avevo parlato con Grillo, mi ha detto ok, purché mi sottomettessi alle regole. Nessuno dei due pensava in quel momento al limite dei due mandati". Ora gli occhi sono puntati su Roma. E non è detto che il sostegno di Grillo alla Raggi possa finire da un momento all'altro. Proprio come gli amori passati.

Commenti

lavieenrose

Dom, 11/09/2016 - 15:41

ma piantatela di rompere le scatole con questi buffoniforcaioli a comando.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 11/09/2016 - 15:41

A Genova c'è un sostantivo che ben descrive le personalità dotate di questo tipo di comportamento: leggiere.

INGVDI

Dom, 11/09/2016 - 16:20

Una persona con di un minimo di cervello che fa funzionare non aderisce a questo movimento neo-comunista dalle modalità giacobine. Nemmeno da il voto e responsabilità a delle marionette manovrate da un pagliaccio.

Giorgio Rubiu

Dom, 11/09/2016 - 16:35

I nodi, prima o poi, vengono al pettine. I più recenti sondaggi, dopo le faccende non ancora finite di Roma, mostrano che il M5S ha parso due punti di consensi. Magari i sondaggi non contano niente, però, continuando così, le prossime elezioni potrebbero riservare al M5S una spiacevole sorpresa.

Valvo Vittorio

Dom, 11/09/2016 - 16:47

In genere un movimento nasce e si rafforza per la debolezza degli altri partiti consolidati da almeno una generazione: questo è ciò che s'è verificato per i penta-stellati! Ci sono stati diversi tentativi da parte dei partiti consolidati di riprendersi gli elettori indebitamente tolti, ma sono andati a vuoto. Altro fatto indiscutibile è l'inesperienza politica dei penta-stellati! La sinistra tradizionale ha commesso diversi errori vuoi per la cultura comunista che per quella cattolica. Pertanto i guai italiani nella migliore delle ipotesi si trascineranno ancora per un decennio. Purtroppo i cambiamenti sono lenti e occorre molte volte una generazione, venticinque anni.

guido.blarzino

Dom, 11/09/2016 - 17:34

La quasi totalità degli elettori pentastellati hanno votato per protesta e per il nuovo. Ma dietro il movimento web non c'è struttura. Solo un comico che prende in giro gli Italiani. Berlusconi, piaccia o non piaccia, ha resistito 20 anni a violenti attacchi personali e giudiziari gratuiti per la maggior parte. Berlusconi aveva un'altra esperienza.

canaletto

Dom, 11/09/2016 - 18:44

SICILIANI CHE ANDATE ALLE URNE: NON LASCIATEVI INCANTARE DA QUEI FARABUTTI DI GRILLO, GUARDATE COME HANNO RIDOTTO ROMA E ALTRE CITTA. SONO SOLO DEI MISERABILI BUATTINAI FALLITI IN CERCA DI POLTRONE E SOLDI SI VERGOGNINO SOPRATTUTTO IL COMUNISTACCIO MILIARDARIO DI GRILLO

Daniele Sanson

Dom, 11/09/2016 - 18:55

il male dell'Italia ? gli italiani . siamo un popolo di gente che si lamenta di tutto ,che cerca ogni scappatoia per eludere qualsiasi titpo di legge che cerca di regolare la vita sociale ,cerchiamo ogni tipo di raccomandazione in barba alle proprie capacitá o a quelle dei figli , su ogni questione mettiamo bocca pretendendo la ragione non parliamo se riguarda la politica , politica che tutti detestano tanto da non andare a votare tanto non cambia mai niente per poi lamentarsi di chi vá al governo..governo eletto da quei pochi che hanno votato. Ma quando crescerá questo paese ? Daniele Sanson

Ritratto di ..padrePadròn.

..padrePadròn.

Dom, 11/09/2016 - 20:59

il M5S FA PAURA, quanto avrà speso negli ultimi anni la BANDA pdpdl per buttargli fango addosso? lo stesso fango di cui sono composti loro ed i loro amici servi

Tipperary

Dom, 11/09/2016 - 23:30

Bisogna poi avere riconoscenza per gli elettori di centrodestra che, causa loro divisioni( sarebbero andati ,se uniti, al ballottaggio) hanno poi , votandola, favorito la vittoria della Raggi e del 5stelle a Roma. Grazie a ciò abbiamo conosciuto cosa è il 5 stelle quando governa. Siamo avvisati per tempo !

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Lun, 12/09/2016 - 01:50

Formidabili quelli della sinistra! Hanno affossato Roma e ridono dei Grillini. Hanno riempito le partecipate con i loro elettori tanto da farle fallire e ridono di Alemanno, hanno arricchito i palazzinari romani e ridono della Raggi,hanno mangiato miliardi con i loro spettacoli e campionati a Roma e vogliono le Olimpiadi , la Lega guadagna l'1,4 % e per loro affianca F.I. Vogliono emancipare il Sud e spolverano con Il loro De Luca il più classico degli atteggiamenti da Terrone doc. Veramente formidabili quelli di sinistra!

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Lun, 12/09/2016 - 01:56

Ai Grillini consiglio uno stage presso qualche sindaco Leghista, sarebbe stato ottimo Gianluca Buonanno che gli avrebbe insegnato tante cose..ma non c'è più. Ma c'è Google che vive e lotta con noi. Ciao Grillini.

Popi46

Lun, 12/09/2016 - 06:41

@Daniele Sanson-Non crescerà' mai. Caduto l'Impero Romano siamo stati per secoli terra di conquista e schiavi di invasori, incapaci di sentirci "popolo", al grido di "Franza o Spagna, basta che se magna" tant'è vero che solo al tempo Rinascimentale delle Signorie siamo stati in grado di concludere qualche cosa di favoloso.Ma,appunto, c'erano i Signori illuminati. Da allora dove più li ha visti lei?Manco all'orizzonte......Popi46

Ritratto di massacrato

massacrato

Lun, 12/09/2016 - 07:36

Grillo potrà avere anche mille difetti, ma è una persona INTELLIGENTE ed estrosa. I suoi purtroppo sovente sono un BLUF, ne più ne meno come tanti altri, ma non hanno la stessa tecnica nel nasconderlo. CAMBIARE IDEA E' LECITO , anche sulla propria moglie: quando le circostanze lo impongono. Chi non sterza, va a sbattere, e chi sterza troppo rischia di andar fuori strada. Il sistema ITALIA non è in sintonia con le teste degli italiani, sicchè o cambiamo sistema o qualcuno prima o poi ci cambierà le teste.

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Ven, 28/10/2016 - 17:08

Gentile Popi46 perché dimenticare Cavour, Fenestrelle, ed il ricchissimo Regno delle due Sicilie, la terza potenza economica europea di allora? Cavour fu un illuminato ... aggiunga lei qualcosa al titolo del nostro! Libertà o cara