Padova, Bitonci taglia i mediatori culturali per i bimbi immigrati

Il sindaco: "Basta mediatori culturali nelle scuole, solo corsi di lingua italiana". Insorgono i sindacati

Fa discutere, a Padova, la scelta della giunta guidata da Massimo Bitonci, di non presentare il bando per la mediazione linguistica nelle scuole elementari e medie del capoluogo euganeo.

I bimbi immigrati non avranno più il tradizionale supporto per imparare o migliorare il proprio italiano ai primi giorni di scuola, denuncia la Cgil di Padova, che definisce "assurda" la scelta del sindaco Massimo Bitonci. I sindacati criticano la decisione del primo cittadino, poiché a Padova la percentuale di stranieri si aggiri intorno al 20% per le scuole secondarie di primo grado e al 40% per le scuole dell'infanzia comunali.

Mentre l'assessore alle Politiche scolastiche Alessandra Brunetti, come riporta il Mattino di Padova, assicura che "i soldi per la scuola non sono mai mancati e mai mancheranno", proprio il primo cittadino, su Facebook, rivendica con orgoglio la propria scelta politica. "Al posto dei mediatori culturali faremo corsi di lingua italiana per stranieri", scrive Bitonci.

"Stiamo ripensando la figura del mediatore culturale - spiega Brunetti -. Finora si è trattato di una mediazione basata sulla lingua d’origine degli stranieri e che di fatto tagliava fuori la loro famiglia. Noi stiamo pensando a una integrazione che parta subito da corsi di lingua per i bambini e le loro famiglie e di costruire poi una reale integrazione su questa base."

Commenti

ziobeppe1951

Mar, 22/09/2015 - 18:17

Nulla da eccepire, anche noi l'abecedario l'abbiamo imparato in una normale scuola

Mizar00

Mar, 22/09/2015 - 18:19

Mi sembra perfetto, questa è vera integrazione !

Dordolio

Mar, 22/09/2015 - 18:23

Interessante l'iniziativa del sindaco che ha mandato fuori di testa il sinistrume. Non si oppone all'integrazione - attenti - ma non vuole darne in pasto il business (mediatori ecc..) alle coop. solite note che da sempre hanno considerato il tutto loro esclusiva. Naturalmente nessuno sui media spiega la faccenda così. Come il fatto che si creino su queste "necessità" posti di lavoro e redditi. Ecco come si fanno girare i soldi. E qualcuno a Roma l'aveva pure detto papale papale...

VittorioMar

Mar, 22/09/2015 - 18:25

..giusto,non servono,creano più confusione e "Intimidiscono" i bambini..bastano gli insegnanti normali...

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Mar, 22/09/2015 - 18:35

Bravo sindaco. Se alla CGIL non sta bene paghi lei i mediatori, se ci tiene tanto si dia da fare che sarebbe anche ora.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 22/09/2015 - 18:45

Esatto. Questo va fatto. Siamo in italia si parla italiano. Il problema e' che ha tagliato i viveri alle zecche rosse.

Un idealista

Mar, 22/09/2015 - 18:46

Un mio parente emigrò anni fa in Canada. Egli aveva una figlia di sei anni ed un figlio di cinque anni. I bambini frequentarono una normale classe scolastica. In meno di un anno conversavano senza problemi con gli altri bambini. Proseguirono gli studi senza mai essere bocciati. Oggi sono entrambi laureati e ben integrati in quella nazione che oggi è la loro patria.

Cheyenne

Mar, 22/09/2015 - 18:48

Bravo BITONCI non paghiamo questi mediatori culturali (???) (si media ci coso due culture, ma io non vedo alcuna cultura nei negracci. Risparmiamo soldi per i nostri poveri

01Claude45

Mar, 22/09/2015 - 18:52

Nei loro paesi MAI ho ricevuto aiuto linguistico. Mi son SEMPRE dovuto arrangiare. È già molto fare scuola di lingua. Se si vogliono integrare lo facciano con il loro sacrificio, proporrei, anche economico. Cioè PAGHINO LE LEZIONI, prezzo agevolato, ma sappiano che in Italia tutto si paga.

MEFEL68

Mar, 22/09/2015 - 19:01

Bravo Bitonci. Se alla CGIL non sta bene, vuol dire che è giusto così.

routier

Mar, 22/09/2015 - 19:04

Bitonci ha ragione. Credo sia sulla strada giusta per assicurarsi un nuovo mandato.

Miraldo

Mar, 22/09/2015 - 19:11

Molto bene Bitonci onore al sindaco. Certo i sindaci del Pd e i 2 gatti del M5S non lo faranno mai, essendo loro comunisti dentro e ladri fuori.

roberto zanella

Mar, 22/09/2015 - 19:27

bravo Sindaco questi sono i segnali di come governerebbe la Lega a Roma , domanda al Berlusca , voi di FI fareste altrettanto ? Credo di no , perchè avreste da dar da mangiare anche ai Vs mediatori culturali come la CGIL e il PD...altro chè caro Brunetta, che la Lega non deve essere egemone all'interno di un rapporto FI-Lega...se poi prende voti la Lega per queste decisioni vedete di non lamentarvi...

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 22/09/2015 - 19:50

Alla CGIL non sta bene quello che fa o dice FROTTOLO (copyright edmond dantes) figuriamoci se gli sta bene quello che fa un Sindaco Leghista!! E chi se ne fraga della CGIL, a NOI NON PIACE LA CGIL si puo dirlo o diventerà VILIPENDIO al SINDACATO????? Pace e bene dal Nicaragua FELIX. PS Qui la CGIL non c'è!!!lol lol

Ritratto di lettore57

lettore57

Mar, 22/09/2015 - 19:51

@Mizar00 Sono daccordo con il suo commento anche se, per quanto mi riguarda, la vera integrazione la si ottiene rimandondoli a casa loro.

eolo121

Mar, 22/09/2015 - 19:56

i buonisti di sinistra hanno rottoo la merkel ha detto d imparare bene il tedesco .. qua in italia non sanno scrivere l italiano dopo anni

Ora

Mar, 22/09/2015 - 20:00

C'è una guerra tra i sindaci dalle lega fanno a gara per chi la spara più grossa, parola d'ordine tener vivo l'odio verso il diverso la stessa cosa la facevano contro i meridionali quando all'inizio degli anni novanta presero il 20 % dei consensi al nord ma in realtà non c'è stata nessuna secessione nessun muro nessuna macro regione nessun federalismo e i meridionali sono ancora tutti qua e la lega era arrivata al 4% ora dice le stesse cose sugli immigrati speriamo che almeno questa volta riesca nel suo intento.

Linucs

Mar, 22/09/2015 - 20:21

Maledetti tutti.

rokko

Mar, 22/09/2015 - 21:23

Sì proprio un provvedimento intelligente e lungimirante Complimenti

Pelican 49

Mar, 22/09/2015 - 21:40

Finalmente un sindaco con gli attributi. Quanto ai CGL, dica loro di rivolgersi a Renzi che tanto li ama. In Italia dovranno per forza nascere scuole differenziate ....come si usava (e si usa) in Germania, terra accogliente della osannata (dal sinistrume italico) Anghela Merkel!

Anonimo (non verificato)

Mar, 22/09/2015 - 21:45

mediazione curale sinonimo di deviazione e negazione dell'integrazione. mediazione = negazione della cultura del luogo dove spontaneamente e liberamente si sono trasferiti.

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Mar, 22/09/2015 - 21:51

piu che giusto. e che riprendano il cammello e vadano al loro paese che nessuno li rimpiange.

killkoms

Mar, 22/09/2015 - 22:19

i nostri emigrati all'estero non hanno mai avuto mediatori culturali!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 22/09/2015 - 22:24

Ma i "mediatori" che dovevano garantire il lavoro per i giovani e godere la pensione per i contributi versati sti tizi dove sono andati a finire: se so magnati pure l'osso der pollo?

Borbone

Mar, 22/09/2015 - 23:01

PER BACCO SI SENTONO I SINDACATI, MA DOVE ERANO IN LETARGO PER CASO? SI INDEGNANO SOLO ADESSO X I CLANDESTINI, MA PER GLI ITALIANI CHE SI SONO SUICIDATI, NESSUNO HA APERTO BOCCA TUTTI HANNO TACIUTO GUARDATE CHE QUELLE PERSONE ERANO GENTE ONESTE, X I BAMBINI DISABILI AVETE E STATE TACENDO COME AVETE TACIUTO SULLA LEGGE FORNERO FATTA DA IL NAPOLITANO E IL PD VOI DOVE ERAVATE, X CASO IN LETARGO? X LA MASSA DI CLANDESTINI CHE NON SCAPPANO DALLE GUERRE MA SONO QUI X DELINQUERE COME FURTI,RAPINE, OMICIDI, STUPRI, SPACCIO DI DROGA A CIELO APERTO, ANCHE DENTRO I CAMPI COME QUELLO DI MINEO, NON AVETE APERTO BOCCA, COME MAI? MI FERMO QUI NON DICO ALTRO ALTRIMENTI DA EX DELEGATO DI REPARTO CI POTREI FARE UN ROMANZO PER LE VOSTRE F......A'.

Borbone

Mar, 22/09/2015 - 23:02

CONDIVIDO PIENAMENTE CON IL SINDACO DI PADOVA SIGNOR BITONCI.

carlo dinelli

Mar, 22/09/2015 - 23:16

Ai sxxxxxxxxxi della CGL naturalmente non sta bene poichè hanno,sicuramente, degli interessi con i mediatori linguistici. A questo Sindaco tutta la mia ammirazione.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 23/09/2015 - 00:34

Come sempre, trattandosi di una decisione di buon senso avrà contro gli inventori dei "mediatori culturali". L'ennesima arrampicata linguistica sugli specchi tipica del culturame rosso CHE INVENTA CARROZZONI DI "OPERATORI" A SPESE DEI CITTADINI. Vai avanti Bitonci e non tu curare delle lagne degli ignoranti.

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Mer, 23/09/2015 - 03:41

Possiamo aspettarci qualcosa di diverso, da un sindaco leghista?

maurizio50

Mer, 23/09/2015 - 06:52

Naturalmente i contrari sono quelli della CGIL, cioè coloro che speculano sulla buffonata dei "mediatori culturali". Tutti di loro, tutti CGIL!!!!

epc

Mer, 23/09/2015 - 08:15

I cosiddetti mediatori culturali sono l'ennesima fregnaccia per distribuire denaro pubblico agli amici degli amici. Bene fa Bitonci a limitarli, ed a spendere quei soldi per fare corsi di Italiano. Fra l'altro, impari una lingua quando sei costretto a parlarla, non quando hai un "mediatore culturale" che ti traduce tutto......

alfonso cucitro

Mer, 23/09/2015 - 12:05

Nessuno ha obbligato loro di venire in Italia.Quindi è sacrosanto,per la loro integrazione nel nostro sistema culturale,imparare l'italiano come hanno fatto migliaia di bambini italiani,anche quando,diversi anni fa e in molti paesi della penisola,conoscevano solo il dialetto.Agli insegnanti scolastici spetta di insegnare la nostra lingua a tutti gli alunni indistintamente.Quindi un plauso all'amministrazione patavina.